Il Severance Hospital del Yonsei University Health System (YUHS) pronti a commercializzare il primo occhio artificiale

Il Severance Hospital del Yonsei University Health System (YUHS) ha annunciato lunedì che si sta preparando a commercializzare il primo occhio artificiale stampato in Corea .

Dopo tre anni di ricerche, il team, guidato dal professor Yoon Jin-sook del dipartimento di oftalmologia dell’ospedale e dal produttore di occhi artificiali Baik Seung-woon, ha sviluppato con successo una tecnologia che utilizza stampanti 3D per semplificare il processo di produzione di un occhio artificiale .

“Vogliamo aiutare i pazienti che hanno bisogno di occhi artificiali con la nostra tecnologia di stampa 3D”, ha affermato il professor Yoon.

La tecnologia è stata supportata dal Ministero coreano della Scienza e delle TIC, come parte dell’iniziativa del Ministero “Progetto per lo sviluppo di una nuova generazione di dispositivi medici  “. A marzo il team YUHS ha collaborato con Carima, una società locale specializzata in Digital Light Processing ( DLP) Stampante 3D per integrare le stampanti 3D nella produzione dell’occhio artificiale. Dopo aver completato la fase 1 del “Progetto Artificial Eye”, il team ha rinnovato il proprio accordo per la fase 2 – il processo di commercializzazione.

Sulla base dell’accordo, il team del Professor Yoon testerà la sicurezza e la validità dei loro prototipi di occhi artificiali e il test dovrebbe essere completato entro il 2020. Inoltre, il team di Severance e Camira pianificano di stabilire un sistema di rete di consultazione remota in grado di fornire occhi artificiali ai pazienti in varie regioni e paesi, e creare una piattaforma one-stop in grado di gestire la consulenza, la progettazione, la produzione e la consegna.

La squadra di Yoon ha anche registrato un brevetto relativo alla tecnologia in Cina nel dicembre dell’anno scorso.

“I piani del nostro team forniscono servizi di salute pubblica di alto livello attraverso occhi artificiali di alta qualità e una rete in grado di aumentare l’accesso dei pazienti”, ha affermato il professor Yoon.

Circa 60.000 pazienti in Corea richiedono un occhio artificiale, tuttavia solo 40.000 hanno accesso a tali prodotti.

L’Ospedale sudcoreano pronto a commercializzare gli occhi protesici stampati 3D

In questo momento, non c’è nulla che possa ripristinare la visione di una persona che ha perso un occhio, sfortunatamente. Questo potrebbe cambiare in futuro; in effetti, alcuni ricercatori si aspettano completamente che un giorno gli occhi artificiali funzionanti saranno disponibili per coloro che ne avranno bisogno. Fino a quel giorno, tuttavia, gli occhi artificiali sono puramente cosmetici, anche se ciò non li rende meno importanti. Perdere un occhio cambia l’aspetto di tutto il viso e la maggior parte delle persone che hanno perso un occhio si affidano a una patch oa una protesi. Quelle protesi hanno fatto molta strada in termini di aspetto realistico; potrebbero non funzionare, ma possono far sembrare il paziente come prima della perdita dei loro occhi.

Circa 60.000 pazienti in Corea del Sud richiedono un occhio artificiale, ma solo 40.000 ne hanno accesso. Grazie al Severance Hospital di Seoul, tuttavia, molti più pazienti potrebbero essere in grado di ricevere occhi artificiali – della varietà stampata in 3D. Un team guidato dal professor Yoon Jin-sook del reparto di oftalmologia e creatore di occhi artificiali dell’ospedale Baik Seung-woon ha trascorso tre anni a studiare per sviluppare un modo per realizzare protesi oculari usando la stampa 3D, che è più veloce e più semplice dei mezzi tradizionali di fabbricazione e potrebbe rendere più facile per più pazienti ottenerli.

Ora il team si sta preparando a commercializzare gli occhi artificiali stampati in 3D. Hanno concesso in licenza la tecnologia a Carima , una società con sede a Seoul specializzata in tecnologia DLP , e hanno completato la Fase 1 del Progetto Artificial Eye, che è sponsorizzato dal Ministero della Scienza e delle TIC. Il progetto fa parte del progetto di tecnologia di sviluppo di dispositivi medici di nuova generazione di nuova generazione del ministero ed è stato rinnovato per la fase 2 grazie al suo successo.

Entro il 2020, la Professoressa Yoon e il suo team hanno in programma di testare la sicurezza e la validità dei prototipi di occhi artificiali stampati in 3d, oltre ad aiutare Carima ad ottenere la certificazione GMP e ad iniziare la produzione di massa. Il team di Carima e Severance Hospital prevede inoltre di creare un sistema di rete di consultazione remota in grado di fornire occhi artificiali stampati in 3D a persone in tutto il mondo. Un brevetto è stato registrato anche in Cina.

“Vogliamo aiutare i pazienti che hanno bisogno di occhi artificiali con la nostra tecnologia di stampa 3D. I piani del nostro team forniscono servizi di salute pubblica di alto livello attraverso occhi artificiali di alta qualità e una rete in grado di aumentare l’accesso dei pazienti “, ha affermato il professor Yoon.

 

Be the first to comment on "Il Severance Hospital del Yonsei University Health System (YUHS) pronti a commercializzare il primo occhio artificiale"

Leave a comment