Il rapporto 2018 sullo stato della stampa 3D di Sculpteo

Nel valutare lo stato del settore della stampa 3D, bisogna ogni anno leggere il rapporto sullo stato della stampa 3D di Sculpteo .

Offre uno sguardo attentamente compilato nel settore e nella direzione in cui si sta dirigendo. L’anno scorso , il rapporto sullo stato della stampa 3D ha dimostrato che il settore professionale dell’industria della stampa 3D sta crescendo, come ci ha affermato il CEO di Sculpteo .

“Penso che sia molto interessante ogni anno, visto che il mondo sta diventando sempre più serio, c’è sempre meno clamore sulla stampa 3D e sempre più realtà”, ha dichiarato l’anno scorso il CEO e fondatore di Sculpteo Clément Moreau.
Nel rapporto di quest’anno, questa tendenza continua, e poi alcuni.

Sculpteo afferma che la stampa 3D si sta dirigendo verso la produzione di massa – non è una sorpresa completa, ma è incoraggiante sentirla confermata.

Oltre 1.000 persone hanno partecipato al sondaggio su cui Sculpteo basa la sua relazione. Il 4% in più di donne ha risposto quest’anno rispetto all’anno scorso: un piccolo aumento, ma un aumento lo stesso. Gli intervistati provenivano da una varietà di settori industriali tra cui beni industriali, beni di consumo, aerospaziale e aeronautico e sanità.

Il campo degli utenti professionali di stampa 3D continua ad espandersi. Il 70% degli intervistati ha indicato che la propria spesa per la stampa 3D aumenterebbe nel 2018, rispetto al 49% dell’anno precedente, e il 38% degli intervistati ha dichiarato che avrebbe speso tra i 1,001 e i 10,000 dollariquest’anno. Il 93% delle aziende considera la stampa 3D come un vantaggio competitivo e il 74% afferma che anche i suoi concorrenti utilizzano la tecnologia. Gli investimenti nella stampa 3D sono aumentati e il ritorno sull’investimento è stabile.

Un risultato degno di nota quest’anno è il notevole aumento della produzione di stampa 3D. Il 43% degli intervistati ha utilizzato la tecnologia per scopi di produzione nel 2018, rispetto al 22% del 2017. Il metallo, come sempre, continua a salire, con l’uso della tecnologia di stampa 3D in metallo che cresce dal 28% al 36% quest’anno. In particolare, la tecnologia Direct Metal Laser Sintering è in crescita, con il 21% degli intervistati che dichiara di averlo utilizzato.

Sempre più aziende acquistano e utilizzano le proprie stampanti 3D e cresce anche il livello di competenza degli utenti, con quasi la metà degli intervistati che si identifica come esperti nella produzione additiva, rispetto a solo il 20% dello scorso anno.

Il 39% degli intervistati ha dichiarato che la loro priorità principale con la stampa 3D stava accelerando lo sviluppo del prodotto, seguita dall’offerta di prodotti personalizzati e serie limitate, nonché dall’aumento della flessibilità di produzione. Gli intervistati hanno anche indicato che stanno dando priorità all’aumento delle competenze e della formazione dei lavoratori. Secondo Sculpteo, gli intervistati sono più concentrati sull’innovazione rapida rispetto all’offerta di una varietà di prodotti, un cambiamento rispetto all’anno scorso. In termini di attività di stampa 3D, le funzionalità della macchina e l’offerta e il costo dei materiali erano i più importanti. La domanda di innovazione e varietà di materiali e macchine continua a crescere. La maggioranza degli intervistati ritiene che la riduzione dei costi avrà l’impatto maggiore sull’industria additiva di produzione nel prossimo futuro.

Anche quest’anno Sculpteo ha dato un’occhiata più da vicino a tre settori specifici: beni industriali, beni di consumo e aeronautica. Il rapporto ha rilevato che le aziende nel settore dei beni industriali utilizzano la stampa 3D principalmente per la prototipazione e la produzione, ma che la usano per scopi di produzione più di altri rispondenti. Gli intervistati nel settore dei beni di consumo utilizzano la stampa 3D principalmente per la produzione di piccoli lotti, mentre quelli nel settore aeronautico lo utilizzano principalmente per la produzione – infatti, il 64% degli intervistati dichiara di utilizzare la tecnologia per scopi di produzione, una percentuale molto più ampia rispetto ad altri settori.

Ci sono molti aspetti da prendere in considerazione nel rapporto sullo stato della stampa 3D di quest’anno, ma il più grande è probabilmente che l’uso della stampa 3D a fini di produzione è in aumento e sembra che continuerà ad aumentare. Questo è un grosso problema per una tecnologia che per lungo tempo è stata pensata principalmente come mezzo di prototipazione.

Puoi ottenere ulteriori informazioni e dettagli più specifici scaricando il rapporto completo sullo stato della stampa 3D, che puoi fare a questo indirizzo https:/ /www.sculpteo.com/media/ebook/State_of_3DP_2018.pdf

Be the first to comment on "Il rapporto 2018 sullo stato della stampa 3D di Sculpteo"

Leave a comment