Il progetto Computer Aided Technologies for Additive Manufacturing (CAxMan) in Norvegia

CAxMan Project supporta l’avanzamento della produzione additiva industriale

Il mondo della produzione additiva è in continua evoluzione, grazie a progetti che mirano a renderlo più efficiente ed efficace. Molti di questi progetti sono progettati per rendere l’hardware e il software lavorino insieme in modo più fluido. Il progetto Computer Aided Technologies for Additive Manufacturing (CAxMan) è un progetto permanente, basato in Norvegia, destinato a supportare la progettazione, la simulazione e la pianificazione dei processi per la produzione additiva attraverso ciò che descrive come “toolbox basati su cloud, flussi di lavoro e uno -stop negozio per le tecnologie CAx. ”

Nello specifico, il progetto mira a stabilire approcci progettuali basati sull’analisi con diversi obiettivi. Uno di questi obiettivi è ridurre l’utilizzo di materiale del 12% e creare cavità interne e vuoti per componenti più leggeri mantenendo comunque le proprietà dei componenti. Un altro consiste nell’ottimizzare la distribuzione e la classificazione del materiale per i processi di produzione additiva multi-materiale, nonché per facilitare la produzione di componenti che sono attualmente impossibili o molto difficili da produrre usando metodi sottrattivi.

Il progetto intende inoltre migliorare la pianificazione dei processi basata sull’analisi per la produzione additiva, compresi gli aspetti termici e di stress e la loro interoperabilità con la fase di progettazione. Infine, significa rendere i processi additivi e sottrattivi più compatibili, al fine di ottenere il meglio da entrambi i mondi: la flessibilità geometrica della produzione additiva e la finitura superficiale della produzione sottrattiva.

Il progetto offre un portale cloud sotto forma di un marketplace per applicazioni e servizi cloud rivolti alla progettazione, all’analisi e alla catena di produzione per la produzione additiva. Un ecosistema di toolkit algoritmici open source per la produzione additiva verrà stabilito nel corso del progetto, al fine di mantenere il mercato dopo il completamento del progetto.

In definitiva, il progetto CAxMan è focalizzato sulla promozione dell’uso industriale della produzione additiva, portandola oltre la prototipazione e la produzione reale. Per fare questo, i produttori devono documentare e certificare la qualità dei risultati dei processi di produzione additiva, come la forza del prodotto, la qualità della superficie, il comportamento del materiale e i vincoli di forma.

Il successo del progetto contribuirà notevolmente a stabilire migliori pratiche di produzione ibride e all’industrializzazione della produzione additiva. Mentre l’industria si allontana dalla prototipazione e diventa più seria sia per la produzione additiva che sottrattiva – e cosa possono realizzare insieme – software e sistemi dovranno tenere il passo. CAxMan ha già dato prova di sé attraverso diversi casi d’uso, alcuni dei quali si possono trovare sul sito web del progetto. Mentre la produzione sottrattiva è una parte importante del progetto, l’obiettivo principale è l’additivo e l’ottimizzazione e l’utilizzo di tutto ciò che la tecnologia ha da offrire.

Il coordinatore del progetto per CAxMan è il Dr. Tor Dokken, Chief Scientist della compagnia norvegese SINTEF Digital . Diverse aziende e istituzioni importanti hanno anche collaborato per partecipare al progetto.

Be the first to comment on "Il progetto Computer Aided Technologies for Additive Manufacturing (CAxMan) in Norvegia"

Leave a comment