Il nuovo sistema ‘R-FAB’ dell’esercito americano e i soldati si stampano in battaglia i componenti che necessitano

US Army Armament Research, Development and Engineering Center. Provide 90% of Army’s Suite of Armaments. No Single Counterpart in the World. Provide Battlefield Supremacy for Our Warfighters. FIRST FEDERAL & DOD RECIPIENT. OF THE MALCOLM BALDRIGE. NATIONAL QUALITY AWARD. Short explanation of mission, purpose, vision. Many of you in the audience have probably been members of the military or have a family member is or has been in the military. Winning & recognition is nice, but bottom line of using Baldrige is the real winners are the men and women of the Armed Forces who use the products we research, develop and engineer. Because the products are developed faster. At the highest possible quality. At the lowest cost to the taxpayer. Old expression ‘never time to do things right the first time, but always time to do them over’ Our message is simple – if we can do it, so can you. Vision – Innovative Armaments for Today and Tomorrow

Il nuovo sistema ‘R-FAB’ dell’esercito americano consente ai soldati di ottenere soluzioni per le riparazioni usando la  stampa 3D sul campo

Gli ingegneri dell’esercito americano hanno sviluppato un kit di stampa 3D conosciuto come “R-FAB” per la realizzazione di strumenti speciali, pezzi di ricambio e altri componenti che potrebbero funzionare come soluzioni stopgaps per riparare guasti alle componenti.

I soldati devono spesso affrontare il problema dei guasti durante le operazioni. E quando sono in missione , spesso c’è molto poco da fare.

Questo è uno dei motivi principali per cui gli ingegneri dell’ARDEC di Picatinny Arsenal nel New Jersey, una struttura militare di ricerca e produzione, stanno sviluppando un “kit di riparazione 3D” che consentirebbe di realizzare strumenti speciali, pezzi di ricambio e altre componenti.

Piuttosto che essere utilizzati in modo permanente, queste parti stampate 3D potrebbero agire come soluzioni di stopgap fino a quando non si possa ricavare una sostituzione permanente.

Gli ingegneri dicono che la R-FAB (Rapid Fabrication) potrebbe essere usata per realizzare parti di riparazione critiche; Strumenti speciali, ricambi e confezioni personalizzate per battaglioni di supporto e brigate; Attività di approvvigionamento di sostentamento; E altre attività speciali di missione.

L’attrezzatura di stampa 3D potrebbe addirittura permettere ai soldati di trovare soluzioni innovative per problemi sul campo.

La “R-FAB consente ai soldati e ai leader di aumentare la loro disponibilità facendo direttamente ricambi o pezzi di ricambio autorizzati dall’utente,” ha spiegato Capt. Jeremy Pinson, Lead Lead Additive per il Comando di Supporto Armato Armato Usa.

Gli ingegneri ritengono che questo sistema incoraggerà il tipo di innovazione necessaria per migliorare le performance, anche applicando la gerarchia richiesta per assicurare che solo buone idee siano trasformate in parti stampate 3D.

“I soldati sul campo possono progettare una soluzione a un problema che le gerarchie non possono nemmeno sapere”, ha detto Pinson. “In attesa che la parte sia qualificata, un leader del livello appropriato può accettare il rischio di utilizzare la soluzione. Ad esempio, potrebbe essere stampato un battistrada di un  robot; Visto che il battistrada potrebbe non essere buono come una parte OEM, ma quella buona arriverebbe troppo tardi.

I kit “R-FAB” conterranno tutte le cose necessarie per la progettazione e la stampa 3D di tali parti di stopgap, tra cui una stampante, software e tooling 3D, nonché un database di file di progettazione approvati che i soldati possono sfogliare per trovare parti e soluzioni esistenti .

Il test è già iniziato nel progetto R-FAB e le prime relazioni suggeriscono che i soldati potrebbero trarre grande beneficio dalle nuove capacità di fabbricazione.

“La partecipazione di R-FAB alla valutazione militare dell’esercito  ci ha mostrato che i soldati provenienti da un’altra specialità militare alternativa possono facilmente imparare a stampare e progettare”, ha detto Pinson. “Le lezioni che apprendiamo da R-FAB ci aiuteranno a utilizzare i molti vantaggi della produzione additiva; Al tempo stesso, la nostra forza lavoro è pronta a massimizzare tali sforzi “.

Gli ingegneri dell’esercito affermano che i kit di stampa 3D R-FAB sarebbero stati forniti “in prossimità del punto di necessità possibile”, a qualsiasi gruppo o unità di manutenzione che viene implementato con un supporto limitato di approvvigionamento.

“Esistono altre soluzioni potenziali per l’AM di spedizione, ma il sistema R-FAB sta concentrando l’attenzione sulle diverse sfide dell’esercito in battaglia”, ha commentato James Zunino, ingegnere di materiali presso la Direzione di Analisi e Produzione di Armament Engineering di ARDEC.

All’inizio di quest’anno, i ricercatori di ARDEC hanno utilizzato la produzione di additivi per uno scopo più esplosivo: la fabbricazione di un lancia granata 3D denominato RAMBO (Rapid Additively Manufactured Ballistics Ordnance). Il lanciagranate è stato testato con successo.

Be the first to comment on "Il nuovo sistema ‘R-FAB’ dell’esercito americano e i soldati si stampano in battaglia i componenti che necessitano"

Leave a comment