Il meta studi uno studio sugli studi che esamina da dove provengono gran parte gli studi di stampa 3D e chi li sta conducendo. 

Da dove proviene tutta questa ricerca di stampa 3D?

La stampa 3D è un campo maturo per la ricerca e l’esplorazione. Gli studi sono stati fatti su tutto ciò che riguarda la tecnologia, dal cibo stampato in 3D alla bioprinting e tutto il resto. C’è un numero enorme di studi là fuori, ma da dove vengono tutti? Un nuovo studio dal titolo ” Stampa 3D nuova direzione e collaborazione nella ricerca scientifica. Uno studio scientometrico che utilizza Web of Science, il database di Clarivate Analytics “è uno studio di studi che esamina da dove provengono in gran parte gli studi di stampa 3D e chi li sta conducendo.

I ricercatori hanno utilizzato la scientometria o lo studio della misurazione e dell’analisi della scienza, della tecnologia e dell’innovazione.

“Definito come in via di sviluppo” i metodi quantitativi della ricerca sullo sviluppo della scienza come processo informativo “, le scientometriche includono pratiche di misurazione della qualità e dell’impatto della ricerca, comprensione del processo delle citazioni scientifiche, mappatura di campi scientifici e uso di indicatori nella politica di ricerca e contesti gestionali “, spiegano i ricercatori. “Poiché gli scientometrics possono studiare molti aspetti delle dinamiche della scienza e della tecnologia, le ricerche hanno introdotto strumenti e applicazioni per la mappatura scientifica e la visualizzazione di reti bibliometriche, concetti, stato attuale del campo e direzione futura della ricerca.”
Hanno raccolto i loro dati dal database Web of Science, esaminando un periodo di 35 anni, che riguarda la durata della stampa 3D. 11.529 record bibliografici sono stati ottenuti e analizzati utilizzando VOS Viewer, uno strumento software per la costruzione e la visualizzazione di reti bibliografiche.

“Queste reti possono ad esempio includere riviste, ricercatori o singole pubblicazioni e possono essere costruite sulla base di citazioni, accoppiamenti bibliografici, co-citazioni o relazioni di co-autore”, aggiungono i ricercatori. “VOS Viewer offre anche funzionalità di text mining che possono essere utilizzate per costruire e visualizzare reti di co-occorrenza di termini importanti estratti da un corpo di letteratura scientifica.”
Forse non sorprende che il numero di studi condotti sulla stampa 3D sia aumentato progressivamente ogni anno. Il numero più alto di pubblicazioni è stato nel 2017, seguito rispettivamente dal 2016, 2015 e 2014. Il numero più basso di pubblicazioni è stato uno, a partire dal 1983, e consisteva nel primissimo studio sulla stampa 3D: un documento intitolato “Rilevamento di profili 3D di modelli incisi utilizzando uno scanner laser (3D-Scan Detection) per l’
ispezione automatica del circuito stampato Schede. “Se hai mai provato a superare la massa di studi che riguardano la stampa 3D e ti sei chiesto dove è iniziato tutto, eccoti qui.

Non solo il numero di studi cresce ogni anno, sta crescendo in modo significativo. Il numero di studi è raddoppiato – e poi alcuni – per la prima volta nel 2014, a 1.083 dal 483 del 2013. Due anni dopo, il numero è raddoppiato ancora una volta, passando da 1.860 nel 2015 a 3.016 nel 2016.

Gli Stati Uniti hanno dimostrato di essere il leader mondiale nella pubblicazione di studi di stampa 3D. Tuttavia, l’istituzione accademica con il più alto impatto scientifico è la Nanyang Technological University di Singapore. L’autore più produttivo finora è CK Chua. Il massimo impatto scientifico è venuto da un documento del 2010 intitolato “Tecnologie di produzione additiva: prototipazione rapida per la produzione digitale diretta”.

La principale fonte di pubblicazione nella stampa 3D proviene da documenti di atti di conferenze. Puoi vedere gli atti del convegno con il più alto impatto scientifico di seguito:

In termini di documenti di bioprinting, gli Stati Uniti erano di nuovo leader, seguiti da Cina e Germania.

“È dimostrato che la produttività accademica è una funzione della combinazione multidimensionale del lavoro del ricercatore accademico: il lavoro scientifico, l’educazione e le relazioni esterne”, concludono i ricercatori. “La mappatura scientifica è una rappresentazione spaziale di come discipline, campi, specialità, documenti e autori sono collegati tra loro. Utilizzando scientometrics, i ricercatori possono identificare nuove e rilevanti sfide nel loro campo di ricerca “.
Gli autori del documento includono Raluca Marinescu e Anişor Nedelcu.

Be the first to comment on "Il meta studi uno studio sugli studi che esamina da dove provengono gran parte gli studi di stampa 3D e chi li sta conducendo. "

Leave a comment