Il Lighting Research Center (LRC) di New York e la stampa 3d

L’officina LRC esplora le potenzialità dell’uso della stampa 3D nel settore dell’illuminazione

Il Lighting Research Center (LRC) presso il Rensselaer Polytechnic Institute , con sede a Troy, NY, è dedicato allo studio dell’illuminazione e dell’educazione nelle applicazioni associate. Si tratta di un regno dalle molte sfaccettature, che comprende tutto, da come la luce influisce sulla salute umana, alle problematiche nel settore dei trasporti e ai progressi nella grande industria come l’aerospaziale e l’edilizia. Di recente, gli scienziati hanno esplorato gli usi della nuova tecnologia per l’illuminazione commerciale e come possono influenzare le imprese. Un recente seminario di scoperta, offerto in collaborazione con Carbon Group Global , ha riunito una vasta gamma di aziende per discutere del potenziale della stampa 3D nei settori dell’illuminazione e delle industrie correlate.

Le aziende partecipanti includevano:

Acuity Brands Lighting
Corrente di GE
Desktop Metal
DSM
Eaton Corp.
Finelite
Punto focale
Henkel
HP
Illuminazione Hubbell
Lumileds
Stratasys
Tempo Lighting
Ultimaker
Carbon Group Global
“Siamo entusiasti di ospitare un tale sforzo pionieristico con i leader del settore che hanno una visione condivisa dell’adozione della stampa 3D nei settori dell’illuminazione e delle costruzioni”, ha dichiarato Nadarajah Narendran, Ph.D., capo architetto del workshop.

Secondo un recente comunicato stampa di LRC, questo gruppo prevede di iniziare lo sviluppo su una “roadmap del settore” che integrerà la stampa 3D in più aree diverse, insieme all’illuminazione, ma con una forte attenzione sia alla costruzione che alla costruzione

“Stiamo avviando stabilmente la quarta rivoluzione industriale, che consente di adottare rapidamente capacità come la produzione additiva, grazie ai progressi nell’intelligenza artificiale, nell’apprendimento automatico e nella connettività avanzata”, ha dichiarato il veterano del settore Govi ​​Rao, leader del workshop.

La personalizzazione è uno dei vantaggi più evidenti per la stampa 3D nel settore dell’illuminazione, insieme alla possibilità di creare prototipi e componenti economici che possono essere realizzati rapidamente in loco e su richiesta. LRC e le aziende associate che lavorano con loro ora vedono il futuro della stampa 3D nell’illuminazione che influisce positivamente su tutti coloro che sono coinvolti nella catena di fornitura, oltre a tradurre ulteriormente in applicazioni di accompagnamento come dissipatori di calore, tracce elettriche e ottica.

“Siamo entusiasti del fatto che il settore dell’illuminazione stia adottando un approccio proattivo per integrare la stampa 3D nelle loro operazioni. Sono estremamente ottimista riguardo alle possibilità offerte dalla stampa 3D, in particolare per le varie parti interessate nella catena del valore dell’illuminazione “, ha dichiarato Hugo da Silva, VP di Additive Manufacturing presso DSM, pioniere dei materiali di stampa 3D per oltre 25 anni.

La stampa 3D ha costantemente fatto il suo ingresso nella costruzione, sia residenziale che commerciale , con enormi incursioni anche nello sviluppo e nell’espansione di materiali come il calcestruzzo. L’illuminazione è un’industria che consente ai designer di portare avanti lo stile, il colore e una vasta gamma di infissi in diverse forme e materiali, rendendoli pronti per ulteriori esplorazioni nella stampa 3D e altre tecnologie interessanti per aziende commerciali e fai-da-te, dall’illuminazione a sospensione a installazioni impressionanti . Scopri di più sui progetti in corso presso aziende progressiste come la Lighting Research Company qui .

Be the first to comment on "Il Lighting Research Center (LRC) di New York e la stampa 3d"

Leave a comment