Il Gulliver’s Gate a New York il più grande mondo in miniatura stampato in 3d

La Porta di Gulliver: un mini mondo stampato in 3D si apre a New York in Times Square
Avete presente l’Italia in miniatura ? Ecco pensate il mondo in miniatura stampato in 3d .

Per gli americani invece è It’s a Small World”  di Disneyland dove potete trovare il mondo in miniatura . Ma le cose cambiano ed il 9 maggio, e a Times Square in New York apre ufficialmente le porte la nuova attrazione. Il Gulliver’s Gate, la nuova mostra consiste in un modello in miniatura da 40 milioni di dollari con in mostra tutti le più importanti località geografiche e storiche. Il modello è incredibilmente elaborato ed unisce ilsistema  tradizionale con le tecnologie come la stampa 3D.

La porta di Gulliver, che riunisce i modelli in miniatura di New York City, la Torre Eiffel, la campagna spagnola, le strade di Londra, il canale di Panama sta in una stanza con la dimensione di un campo da calcio , è stata concepita da Eiran Gazit, un consulente d’affari israeliano specializzato in attrazioni turistiche in miniatura. Gli appassionati lo conoscono come il fautore di una “mini Israele” di 14 acri a Gerusalemme.

L’imprenditore, dice di essere stato ispirato a realizzare la Porta di Gulliver dopo aver visto il successo della famosa Miniatur Wunderland, la più grande mostra ferroviaria del mondo, che si trova ad Amburgo, in Germania. La mostra turistica, che può sembrare di nicchia, porta oltre un milione di visitatori l’anno, un fatto che ha aiutato Gazit a raccogliere interesse e a finanziare il suo ambizioso progetto a New York City.

Ora, a poche settimane dalla apertura ufficiale, la Porta di Gulliver sta già avendo un enorme successo. I modelli  costruiti sulla scala standard usata per i modellini di treni  di 1:87, caratterizzano posizioni e punti di riferimento provenienti da tutto il mondo, oltre a  100.000 persone ritratte in miniatura con molti elementi interattivi e in movimento. I visitatori saranno anche entusiasti di cercare piccoli riferimenti e anche delle uova di Pasqua nascoste in tutti i modelli (ecco un suggerimento: guardate Abbey Road o il ponte di Brooklyn ).

Nella mostra in miniatura sono presenti  più di 1.000 treni, nonché un aeroporto (ancora da finire) con aerei che effettivamente decollano e volano (grazie ad una tecnologia intelligente). “La porta di Gulliver è sia piccola che affascinante e incredibile  allo stesso tempo”, ha dichiarato Jason Hackett, responsabile marketing della mostra. “Un grande tema per noi è l’idea di rivelare come le miniature  possano aiutare a capire meglio il mondo”.

Per un progetto di questa portata, Gazit ha reclutato i produttori di modelli professionali provenienti da tutto il mondo e ha stabilito squadre in diversi paesi per realizzare i modelli per le rispettive regioni. Ad esempio, una squadra di 16 persone a Brooklyn ha lavorato per quasi un anno per completare la miniatura di New York, una squadra di 26 persone a San Pietroburgo si è occupata dei punti di riferimento russi e una squadra di 15 persone a Buenos Aires è riuscita a completare Tutti i modelli latinoamericani in soli due mesi.

E mentre tutti i modelli si adattano alla stessa scala, i metodi di costruzione variano notevolmente. I visitatori potranno divertirsi cercando di capire quali elementi sono stati stampati in 3D e quali sono stati modellati a mano. Inoltre, ogni regione in miniatura dispone di un elemento interattivo, che i visitatori possono attivare inserendo una speciale chiave d’oro (incorporata con un sensore RFID) in un pannello.

Una delle cose più interessanti dell’attrazione è che i visitatori avranno anche la possibilità di vedere come funziona il tutto. Cioè, il centro di comando informatico che controlla e monitora tutta la mostra sarà visibile al pubblico e le persone potranno vedere i workshop e parlare con i modellisti circa il loro lavoro .

“Non è un luogo magico, è un luogo di vera trasparenza, dalla scienza e dalla tecnologia, e per questo la realizzazione è molto importante per noi. Non avremo mai finito in realtà. Vogliamo continuare a costruire davanti a persone in modo che possano essere ispirate a farlo da soli “, ha spiegato Hackett.

Matthew Cote, il CTO, ha aggiunto: “Non siamo un museo statico dove la gente attraversa, guarda le belle cose e si allontana. Vogliamo che le persone ci facciano domande, perché probabilmente sarete curiosi di sapere da qualcuno come funzionano le cose e io ve lo dirò . ”

I visitatori avranno la possibilità di ottenere una scansione 3D in una cabina prima di avere un piccolo modello stampato 3D di loro. La tecnologia di scansione 3D consiste in una cabina fotogrammetrica con 128 fotocamere Cannon DSLR. Approfittando di questa funzionalità e aggiungendo il mini selfie 3D stampato alla mostra, i visitatori pagheranno 44 dollari.

Come accennato, Il Gulliver’s Gate sarà aperto ufficialmente il 9 maggio 2017 e i biglietti costeranno  27 dollari per i bambini e 36 dollari per gli adulti . Attualmente, la mostra è aperta in anteprima, e costa solo 25 dollaria  biglietto.

Be the first to comment on "Il Gulliver’s Gate a New York il più grande mondo in miniatura stampato in 3d"

Leave a comment