Il Faberlab di Lodi nasce da una costola di Varese

Sono i Faberlab la colonna vertebrale su cui crescerà la stampa 3d in Italia

faberlabA Lodi nasce un nuovo Faberlab, il modello varesino fa scuola
L’officina digitale inaugurata a Varese un anno fa arriva a Lodi e supera i confini territoriali per condividere valori e conoscenze nel nome dell’innovazione e dell’impresa

FaberLab Varese, officina digitale di Confartigianato Imprese Varese, apre una sua sede a Lodi: una rete che sta crescendo in fretta secondo i valori della collaborazione e della condivisione di idee, progetti e obiettivi. La sede, già operativa, darà il via alle attività culturali e formative mercoledì 11 marzo, alle 17.30, nella sede della Confartigianato locale (in via della Marescalca 6) con il workshop “Tutto quello che avreste voluto sapere sulla stampa 3D e non avete mai chiesto”. Relatore dell’incontro sarà Riccardo Visentin, artigiano digitale.

Un passo decisivo che dà un significato sempre più ampio alla parola rete:
– strumento per la condivisione di esperienze, know how, competenze e progetti,
– strumento flessibile capace di portare e sviluppare nuove idee.

Ma nella rete di FaberLab un’attenzione particolare è data anche alla programmazione delle attività comuni grazie alle quali l’officina digitale si apre sempre più verso l’esterno per fare sistema e creare un clima imprenditoriale e culturale diverso. Lo scambio di sapere tra realtà diverse, infatti, è basilare per la crescita reciproca senza dover rinunciare però alle proprie individualità. Incontro e confronto: sono questi i principi sui quali si è costruita la rete FaberLab. Valore e sinergia sono gli altri due concetti che danno peso a questa esperienza.

Non si può pensare alla rete, però, senza porre al centro dell’attenzione il coinvolgimento dei territori: cruciale per FaberLab è questo. Da Varese a Lodi nasce lo scambio di saperi per mettere a fattor comune le opportunità di ricerca, sviluppo e sperimentazione nell’utilizzo delle tecnologie digitali in campi e settori produttivi diversi. Sperimentare è il mezzo e non il fine di un territorio che, con la rete, dà vita ad un network aperto, ad una sorta di comunità qualificata, con la quale dare il via a idee progettuali di eccellenza. E’ questo il significato della rete di FaberLab.

Una rete che parte dai valori della piccola impresa (flessibilità, creatività, unicità nei prodotti, innovazione, formazione) e li diffonde. Una rete che vuole valorizzare le specificità dei territori e li porta in contesti che vanno al di là dei singoli confini territoriali per esaltare – attraverso l’integrazione delle esperienze – la trasmissione dei valori dell’artigianato del futuro.

da varesenews.it

Be the first to comment on "Il Faberlab di Lodi nasce da una costola di Varese"

Leave a comment