Il dott. Les Kalman della Schulich School of Medicine and Dentistry della Western University

Il dott. Les Kalman della Schulich School of Medicine and Dentistry della Western University ha sviluppato e brevettato un impianto per pilastri implantari, ma la sua ricerca è stata bloccata a causa di incongruenze e scarsa qualità della fabbricazione. Come metodo alternativo di creazione del sistema, il Dr. Kalman ha deciso di rivolgersi alla produzione additiva. Ha iniziato a collaborare con ADEISS , un’azienda dedicata alle soluzioni di stampa 3D medicale e dentale. Utilizzando le stampanti 3D Renishaw , ADEISS ha lavorato alla progettazione e alla stampa 3D di una versione del dispositivo dentale in titanio per uso dentistico per il test.

Il dispositivo, che è stato chiamato Tempcap, sarà testato per la valutazione clinica futura, esaminandone la coppia e la forza. ADEISS non si occupa solo della stampa 3D dei dispositivi, ma della post-elaborazione dettagliata, compresa la maschiatura finale delle filettature per le geometrie delle filettature pronunciate, il trattamento termico per alleviare gli stress termici e il rinforzo e la sabbiatura delle palline per una finitura più liscia.

Tempcap è stato progettato per risolvere diversi problemi con gli attuali sistemi di pilastri odontoiatrici, oltre ad essere più accessibile e accessibile a quelli con risorse finanziarie limitate. In un documento intitolato ” Provvedimenti implantari che utilizzano un nuovo abutment: valutare la qualità, l’efficienza e la stabilità “, il dispositivo è stato valutato globalmente e confrontato con abutment provvisori in titanio e termoplastici in vitro.

“Tre calchi dentoformi mandibolari e mascellari sono stati fissati su analoghi ossei”, spiegano i ricercatori nel documento. “Gli impianti dentali sono stati quindi inseriti negli analoghi. Sono stati utilizzati abutment provvisori in termoplastico, titanio e Tempcap e una corona provvisoria supportata da impianto è stata fabbricata. Sono stati misurati la qualità della corona provvisoria, il quoziente di stabilità implantare (ISQ) pre e post-temporizzazione e il tempo medio provvisorio. ”
È stato riscontrato che tra i tre diversi metodi di abutment, Tempcap ha aumentato la qualità provvisoria della corona e ridotto il tempo necessario per fabbricare la corona provvisoria per i siti implantari mandibolari. Anche il gruppo Tempcap mostrava le variazioni ISQ più basse prima della post-temporizzazione, sebbene le differenze tra i gruppi di pilastri non fossero statisticamente significative. Secondo i ricercatori – Dr. Kalman insieme a Lana Estafanos – le corone provvisorie che utilizzano la componente secondaria Tempcap potrebbero potenzialmente essere efficaci nell’aumentare la qualità provvisoria, riducendo i tempi di fabbricazione e minimizzando i cambiamenti nella stabilità degli impianti prima della post-fabbricazione. La semplicità di fabbricazione, i costi e la qualità sono stati determinati come i maggiori vantaggi del Tempcap stampato in 3D, rendendolo un’alternativa efficace per i provvisori degli impianti.

“La componente secondaria Tempcap fornisce all’odontoiatria implantare un’opzione accessibile a medici e pazienti, mentre la stampa 3D può fornire all’industria degli impianti un approccio più snello per la produzione”, ha affermato il dott. Kalman.
L’industria dentale si sta rivolgendo sempre più alla stampa 3D per le principali ragioni di accessibilità e convenienza, oltre al fatto che la produzione additiva può produrre dispositivi specifici per il paziente in modo rapido ed efficace. La scansione 3D e la stampa 3D sono più facili per i pazienti rispetto ai metodi tradizionali di fabbricazione di dispositivi dentali e ortodontici, per non parlare più facilmente dei loro portafogli.

La ricerca del Dr. Kalman sul Tempcap è stata presentata all’ICOI World Congress di Las Vegas e sarà presentata anche al GNYDM  (Greater New York Dental Meeting), che si terrà a New York dal 23 al 28 novembre.

Be the first to comment on "Il dott. Les Kalman della Schulich School of Medicine and Dentistry della Western University"

Leave a comment