I tappeti stampati 3D di Studio Plott al London Design Festival

I tappeti stampati 3D di Studio Plott portano colori e forme accattivanti al London Design Festival
Dal 15 al 23 settembresi è tenuto il London Design Festival , una vetrina cittadina di affascinanti creazioni di ogni aspetto del design. Naturalmente, ci sarà un po ‘di stampa 3D, e quello che lo studio di design olandese Studio Plott ha da mostrare è inusuale. Il lavoro dello studio fa parte di una speciale mostra olandese, appropriatamente chiamata Dutch Stuff, che presenta il lavoro di 25 studi di design con sede in Olanda.

Studio Plott, con sede a Eindhoven, è stato fondato dai designer Rudi Boiten e Mirieille Burger. Il loro progetto, intitolato Crossing Lines, presenta tappeti in poliammide stampati in 3D in una varietà di forme triangolari. I tappeti sono disponibili in 10 colori.

“I design sono una chiara visualizzazione del nostro interesse per la tecnologia, l’artigianato tradizionale, i motivi geometrici, il colore e la forma”, affermano i designer. “Ogni pattern ha il suo gioco giocoso di linee in cui gli schemi a maglie aperte e i colori vivaci creano un dialogo visivo tra i tappeti e le loro superfici sottostanti.”
Boiten e Burger sono diplomati nel 2014 in Design Academy ; hanno fondato lo studio dopo aver lasciato la scuola. Insieme hanno studiato le possibilità di disegni e superfici geometriche stampate digitalmente, convertendo tecniche tradizionali come la cucitura, la tessitura e la lavorazione a maglia di tecnologie più moderne. Creano le proprie macchine per fabbricare i tessuti, a seconda delle esigenze di ogni progetto.

“L’inizio di ogni progetto nasce da un interesse personale per le culture e l’artigianato di un periodo associato, un modo di vivere o un ambiente”, proseguono i designer. “Intuitivamente iniziamo con uno schizzo su un foglio. Ad ogni disegno, un materiale, una forma, una forma o un motivo sono associati visivamente. Dopo di che progettiamo la nostra macchina in grado di convertire questi disegni in un prodotto finale fisico e realistico. Dopo un periodo di costruzione della macchina, test e risposta ai primi campioni e prototipi, nasce finalmente un prodotto per interni. Anche se è fatto su una macchina, mostra un aspetto etnico e fatto a mano, presumibilmente sembra che sia fatto da mani umane. ”
I tappeti Crossing Lines non sembrano particolarmente stampati in 3D; potrebbero essere facilmente scambiati per oggetti fatti a mano. Hanno, tuttavia, un aspetto molto moderno con le loro forme asimmetriche. Molti dei tappeti possono essere messi insieme per formare nuovi modelli, anche se la maggior parte di essi è abbastanza grande da essere anche pezzi da solo.

I tappeti Crossing Lines stampati in 3D sono disponibili presso il negozio di Studio Plott , a partire da € 950.

La mostra Dutch Stuff presenta diversi tappeti realizzati in modo innovativo, infatti. La designer Nina van Bart ha  lavorato con Carpet Sign  per creare una serie di tappeti utilizzando una tecnica di tufting 3D, mentre Studio Simone Post ha  presentato tappeti riciclati realizzati con impronte e tessuti rimanenti. Studio Ro Smit ha  presentato una serie di sette tappeti e coperte realizzati in collaborazione con artigiani che lavorano presso il Maartenhuis, una comunità per persone con disabilità. Il fondatore dello studio Roland Pieter Smit ha sviluppato diversi tipi di filato adatti alle persone con disabilità diverse, insieme a nuovi telai per tessere più grandi e semplici.

Il London Design Festival durerà fino alla fine del weekend.

Be the first to comment on "I tappeti stampati 3D di Studio Plott al London Design Festival"

Leave a comment