I finalisti del 3D Pioneers Challenge 2020

Sono stati determinati i finalisti del 3D Pioneers Challenge 2020

La 3D Pioneers Challenge si svolge per la quinta volta. Ora gli organizzatori hanno annunciato che sono stati annunciati i finalisti del concorso internazionale di progettazione per le tecnologie di produzione additiva. Ci sono un totale di oltre 50 nomination che sono state selezionate in un processo in più fasi.

Nel 2020, le candidature per la competizione provenivano da 28 paesi e 6 continenti. Ci sono un totale di 10 diverse categorie tra cui scegliere nella Sfida. Mentre la cerimonia di premiazione a Rapid.Tech 3D ha avuto luogo negli ultimi anni, la cerimonia di premiazione deve avvenire digitalmente a causa della pandemia. La cerimonia di premiazione digitale seguirà online il 15 luglio 2020 sui social media e sul sito Web del concorso . I dettagli saranno comunicati tempestivamente.

Nelle prossime quattro settimane fino alla cerimonia di premiazione, i 52 finalisti saranno presentati continuamente. Grazie al formato digitale di quest’anno, per la prima volta più progetti rispetto agli anni precedenti potrebbero passare alla finale.

Il 2020 riporterà a fuoco la tecnologia medica, compresi i nanomateriali e la bioprinting. A causa degli attuali sviluppi e invii relativi a COVID-19, il 3DPC ha introdotto una sottocategoria corrispondente. Questo dimostra come la stampa 3D diversificata può aiutare in situazioni estreme e apre nuove opportunità. Ma anche le altre discipline segnano di nuovo con progetti eccitanti e di alto livello sull’acqua, sulla terra e nell’aria, nonché una mobilità elettrica progettata in modo sostenibile che sta già ripensando il motore e aumentandone le prestazioni attraverso tecnologie additive.

I contributi dal settore dello stile di vita, come una tavola da surf stampata in 3D e un attacco snowboard ottimizzato dall’intelligenza artificiale o una e-bike stampata disponibile in commercio, parlano per l’uso commercializzabile della stampa 3D. L’architettura mostra contrasti da un contributo alla stampa sostenibile dell’argilla a progetti che combinano tecnologia bassa e tecnologia avanzata.

Oltre ai premi per i libri, i vincitori riceveranno premi in denaro per un totale di € 35.000, che viene donato dal Ministero dell’Economia, della Scienza e della Società digitale della Turingia. Il miglior lavoro da studente viene inoltre assegnato con la stampante 3D Makerbot Replicator +.

Be the first to comment on "I finalisti del 3D Pioneers Challenge 2020"

Leave a comment