Hp i risultati del secondo trimestre dell’anno fiscale 2020

HP PUBBLICA RISULTATI FINANZIARI PER IL SECONDO TRIMESTRE 2020

HP Inc. (NYSE: HPQ) ha annunciato i suoi risultati finanziari per il secondo trimestre 2020.

Per i tre mesi chiusi al 30 aprile 2020, HP ha generato un fatturato netto totale di $ 12,5 miliardi. Questa cifra è in calo dell’11,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, dove i ricavi dell’azienda sono stati registrati a $ 14 miliardi.

Durante una telefonata agli utili con analisti e investitori, Enrique Lores, Presidente e CEO di HP, attribuisce il calo delle entrate agli effetti della pandemia di COVID-19: “Per quanto riguarda i nostri risultati, non c’è dubbio che COVID-19 sta influenzando il nostro attività commerciale. Mentre alcune aree si sono comportate molto bene quando le persone si sono trasferite al lavoro da casa, altre hanno sofferto e abbiamo dovuto affrontare interruzioni della catena di approvvigionamento “.

“I ricavi sono stati di $ 12,5 miliardi in calo dell’11% a causa delle sfide macroeconomiche e della catena di approvvigionamento associate alla pandemia.”

Le entrate di HP sono registrate su due divisioni principali: sistemi personali e stampa. I sistemi personali includono i ricavi dei segmenti Notebook, Desktop e Workstation. Le vendite nella stampa provengono da segmenti di materiali di consumo, hardware di consumo e hardware commerciale, che comprende soluzioni di stampa per ufficio, soluzioni grafiche e stampa 3D.

I taccuini di Personal Systems rappresentano il più grande segmento di ricavi netti, pari a $ 5,1 miliardi nel secondo trimestre 2020, rimanendo piatti rispetto al secondo trimestre del 2019. Complessivamente, i ricavi netti per i sistemi personali sono stati segnalati a $ 8,3 miliardi, un calo del 7% rispetto agli $ 8,9 miliardi del secondo trimestre 2019 .

$ milioni Q2 2020 Q2 2019 Varianza $ %
I Quaderni 5.083 5099 -16 -0,31%
Desktops 2.409 2.940 -531 -18,06%
workstation 439 569 -130 -22,85%
Altro 382 313 69 22.04%
Sistemi personali (totale) 8.313 8921 -608 -6,82%
Le entrate totali del secondo trimestre 2020 per la divisione Stampa sono state di $ 4,2 miliardi, rispetto ai $ 5,1 miliardi del secondo trimestre del 2019, con un calo del 19%. L’hardware commerciale, che include le vendite di stampanti 3D, ha registrato il calo maggiore del 31,5 percento, scendendo da $ 1,2 miliardi di entrate per il secondo trimestre 2019, a $ 808 milioni per il secondo trimestre 2020.

$ milioni Q2 2020 Q2 2019 Varianza $ %
Supplies 2.841 3.331 -490 -14,71%
Hardware commerciale 808 1.179 -371 -31,47%
Hardware di consumo 509 606 -97 -16,01%
Stampa (totale) 4.158 5.116 -958 -18,73%
Durante la chiamata, Lores spiega che il settore della stampa è stato colpito in modo particolarmente grave da problemi di domanda e offerta, nonché dal rallentamento a causa di fiere annullate, tuttavia non ha elaborato l’impatto sull’attività di stampa 3D in particolare. Nel 2019, la società ha rilasciato la serie 5200 , l’ultima linea delle sue stampanti 3D Multi Jet Fusion.

“Nella stampa, stiamo affrontando sfide a breve termine, spinte da problemi sia di domanda che di offerta. Nella stampa commerciale, inclusi ufficio e grafica, abbiamo assistito a un significativo rallentamento a fine marzo, quando gli uffici sono stati chiusi e grandi eventi e fiere sono state cancellate. Sebbene riteniamo che l’utilizzo di ufficio e grafica riprenderà una volta riaperte le aziende, prevediamo che il terzo trimestre sarà simile ad aprile. E quindi prevediamo che i nostri risultati finanziari avranno un impatto più negativo nel terzo trimestre rispetto al secondo trimestre. “

Stampa 3D e la pandemia COVID-19

Sebbene HP non abbia fornito ulteriore granularità sulle vendite della stampa 3D per il secondo trimestre 2020, la società ha espresso una particolare attenzione alla tecnologia che avanza sulla scia della pandemia, mentre le aziende si muovono per implementare le catene di approvvigionamento digitali: “Flessibilità e resilienza della catena di approvvigionamento essere un argomento prioritario per tutte le aziende future e prevediamo che la produzione digitale sarà una parte importante di queste discussioni “, spiega Lores.

“QUESTA PANDEMIA HA MOSTRATO I VANTAGGI DELLA STAMPA 3D, IN PARTICOLARE VELOCITÀ, AGILITÀ E PRODUZIONE LOCALIZZATA. CIÒ HA PORTATO A UN IMPEGNO PIÙ PROFONDO E STRATEGICO CON I CLIENTI MENTRE VALUTANO LA LORO CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO E PRENDONO IN CONSIDERAZIONE MODELLI DI PRODUZIONE PIÙ DISTRIBUITI “.

HP ha fornito un esempio con il suo cliente SmileDirectClub , che utilizza le stampanti 3D MJF dell’azienda per produrre fino a 50.000 stampi per bocca unici al giorno . Ad aprile, SmileDirectClub ha imperniato durante la pandemia dalla creazione di allineatori dentali alla produzione di dispositivi di protezione individuale.

Lores ha anche elaborato l’uso della stampa 3D da parte di HP per aiutare a fornire attrezzature DPI per coloro che sono in prima linea nella battaglia COVID-19: “HP e i nostri partner hanno ora prodotto circa 2,3 milioni di parti stampate in 3D per schermi facciali, respiratori e altri oggetti per la distribuzione negli ospedali e ora stiamo aumentando la produzione di tamponi nasali stampati in 3D con i partner per contribuire allo sforzo per i test di massa. “

Durante la sessione di domande e risposte, a Lores è stato anche chiesto del consolidamento, in particolare in relazione alla stampa 3D, sulla scia della fallita offerta di Xerox di rilevare l’azienda : “Avevamo dichiarato e continuiamo a credere che nello spazio degli uffici, il consolidamento sia un valore attività di creazione, ma in realtà pensiamo che ora ciò che dobbiamo fare sia rimanere concentrati sulla nostra attività e continuare a portarla avanti. Stiamo anche monitorando altre opportunità di fusioni e acquisizioni non solo sulle attività principali, ma anche sul lato della crescita che riteniamo a causa della crisi potrebbe essere disponibile per noi, ma ancora una volta, la nostra attenzione è focalizzata sull’esecuzione dei nostri piani. “

Chiudendo la sessione, Lores ha fornito la seguente conclusione: “Volevo finire dicendo che crediamo fermamente che HP sia ben posizionata per il futuro. La maggior parte delle aziende sta affrontando sfide proprio ora Ma le migliori aziende sono quelle che non sono semplicemente in grado di resistere alla tempesta, stanno sfruttando le opportunità che vediamo e trasformano la loro azienda. E questo è esattamente ciò che HP farà. “

Be the first to comment on "Hp i risultati del secondo trimestre dell’anno fiscale 2020"

Leave a comment