HOOPS e Proplanner combinano i dati del modello 3D e il PLM per realizzare l’industria 4.0

Tech Soft 3D , società dell’Oregon , con uffici anche in California, Inghilterra, Francia e Giappone, è un fornitore di kit di sviluppo di software di ingegneria (SDKS) attraverso la sua piattaforma HOOPS e offre altri strumenti, come Polygonica e Siemens Parasolid, che aiutano i team di software fornire applicazioni di successo nella produzione additiva.

Ora, la società ha annunciato che Proplanner , un fornitore di soluzioni PLM-MDM (Manufacturing Data Management for the Product Lifecycle), utilizzerà HOOPS per integrare i dati del modello 3D nel proprio Assembly Planner per la gestione dei dati e la pianificazione di prodotti desktop, mobili e Web e visualizzazione.

La gestione dei dati di prodotto (PDM) e la gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM) sono strumenti che vengono sempre più adottati nel mondo manifatturiero come mezzo per legare più da vicino vari aspetti di un’azienda produttiva. Anziché disporre di file disparati, come CAD e distinta materiali, provenienti da dipartimenti aziendali diversi, tutti questi dati possono essere collegati tra loro, dando agli utenti previsti l’accesso a tutte le informazioni necessarie senza dover contattare manualmente ciascun dipartimento per ottenere dati specifici o file.

La soluzione Assembly Planner viene utilizzata dalle aziende manifatturiere in svariati settori, dall’industria automobilistica, aerospaziale, agricola e militare alla costruzione, dispositivi medici, apparecchiature elettriche e accademiche. Questi produttori sono spesso chiamati a fabbricare complessi complessi che, secondo un comunicato stampa di Tech Soft 3D, “sono spesso altamente configurati negli ordini dei clienti”.

Gli utenti possono lavorare con il database di Assembly Planner per scrivere e gestire, in un luogo sicuro, le proprie rotte di distinte base di produzione (mBOM) e Bill of Process (BOP). Quindi queste aziende possono utilizzare i dati per completare tutti i tipi di utili attività commerciali, come la generazione automatica di istruzioni di lavoro, il bilanciamento delle linee di assemblaggio, la gestione della logistica interna e il completamento degli studi sul tempo.

Tutto ciò è più complicato di quanto sembri. Ma lavorando con Tech Soft 3D e utilizzando i suoi numerosi SDK, Proplanner può facilmente integrare modelli 3D nel suo Assembly Planner ed estrarre i dati sottostanti. La società sta utilizzando la piattaforma HOOPS per collegare i modelli di processo e i modelli CAD in modo che tutti i dati siano collegati correttamente.

“L’obiettivo era collegare il modello di processo al modello 3D. Otteniamo un modello 3D da una fonte, otteniamo un’eBOM da un’altra fonte, che è la base del nostro mBOM e generiamo un routing BOP che consuma parti da tale mBOM mentre manipola visivamente il modello 3D ”, ha dichiarato il presidente di Proplanner David Sly. “Questi tre elementi del triangolo (mBOM, routing BOP e modello 3D) devono essere correlati – e farli relazionare è davvero molto difficile quando tutti e tre possono essere creati contemporaneamente e indipendentemente per molte varianti, motivo per cui la maggior parte dei tentativi nel passato non ha avuto successo. “

La piattaforma HOOPS ha molto da offrire, come HOOPS Communicator, un toolkit potente ma semplice per la creazione di visualizzazioni Web 3D avanzate. HOOPS Exchange è pensato per essere un toolkit di traduzione dei dati CAD veloce e preciso. Converte il file CAD di origine in un formato HSF o PRC ed estrae metadati dettagliati, attraverso un’unica interfaccia, rendendolo un semplice flusso di lavoro che nega l’uso dell’integrazione con i sistemi PDM o PLM. HOOPS Publish consente alle applicazioni di pubblicare dati 3D in più formati, tra cui HTML, CAD e PDF 3D nativo, e HOOPS Visualize è un motore grafico che può aiutare i team a creare applicazioni ad alte prestazioni.

In particolare, Proplanner utilizza HOOPS Communicator per la versione web del suo prodotto, grazie al formato di streaming veloce HSF di Tech Soft 3D, mentre HOOPS Visualize viene applicato per la versione Windows. Questa collaborazione ha permesso all’azienda di fornire ai propri clienti un flusso di lavoro di facile utilizzo per introdurre modelli CAD 3D, senza dover coinvolgere altri sistemi. Lavorare con la piattaforma HOOPS significa anche che gli utenti di Assembly Planner possono estrarre dati da modelli CAD, visualizzare facilmente assiemi complessi ed essere i primi sul mercato a risolvere un problema di gestione dei dati di vecchia data.

“Il 3D è fondamentale. Il 3D è ciò che ci consente di convalidare visivamente il processo e generare istruzioni per l’officina, ma la conoscenza che HOOPS Exchange ci sta aiutando a estrarre dal modello CAD è altrettanto cruciale. Ci aiuta a mappare il modello 3D al processo, a convertire gli ordini di modifica tecnica (ECO) e la distinta materiali (eBOM) in distinta base di produzione (mBOM) e i relativi percorsi di processo “, ha spiegato Sly.

“Alcuni clienti hanno cercato di ottenere queste informazioni per abbinarsi per decenni e non sono riusciti. Il problema era che non c’era modo di conciliare facilmente le variazioni tra un modello CAD che poteva avere migliaia di parti con altri documenti e origini dati. Grazie a Tech Soft 3D, siamo a un punto tecnologicamente ora in cui i clienti possono estrarre i dati da molti formati CAD diversi e riconciliarli con eBOM e mBOM e altre fonti di dati. La tecnologia di base di Tech Soft 3D sta permettendo a tutte queste informazioni di riunirsi finalmente. “

L’uso di PLM e PDM sono sempre più considerati strumenti necessari per l’ulteriore digitalizzazione della produzione e della realizzazione di Industria 4.0. Con la stampa 3D e altre tecniche di fabbricazione digitale pensate come i mezzi per la realizzazione di progetti 3D, PLM e PDM sono ora pensati come le soluzioni software per garantire un filo continuo durante tutto il processo di progettazione-produzione. Per questo motivo, strumenti come Proplanner acquisiranno maggiore importanza nel mondo della stampa 3D, così come la stampa 3D acquisirà maggiore importanza nella produzione in generale.

Be the first to comment on "HOOPS e Proplanner combinano i dati del modello 3D e il PLM per realizzare l’industria 4.0"

Leave a comment