HEXR adotta la stampa 3D EOS per i propri caschetti da ciclismo personalizzati

Un creatore di caschi da ciclismo con sede a Londra sta sfruttando la produzione additiva per produrre strutture interne del casco sicure e resistenti agli urti, su misura per chi lo indossa.

HEXR , che lavora con la tecnologia di stampa 3D di EOS dal 2015, produce caschi unici, progettati all’Università di Oxford, utilizzando un flusso di lavoro di scansione 3D per la stampa 3D che combina un’app di adattamento mobile, la tecnologia di sinterizzazione laser selettiva polimerica di EOS, e materiali a base vegetale di Arkema .

Il processo di personalizzazione inizia quando il cliente esegue una scansione 3D utilizzando l’app di raccordo recentemente lanciata da HEXR, che utilizza una rete 3D da 30.000 punti per valutare le dimensioni e la curvatura precise della testa di chi lo indossa. I dati vengono quindi utilizzati per generare automaticamente e stampare in 3D un guscio interno a nido d’ape costituito da celle esagonali in una polvere proveniente da olio di ricino rinnovabile.

Adrien Lapeyre, gestore globale del mercato della stampa 3D presso Arkema, ha spiegato: “Questo materiale avanzato davvero unico non solo offre un impatto superiore e proprietà leggere, ma è derivato da una materia prima altamente sostenibile che non compete con il cibo e non provoca deforestazione. I fagioli impiegano meno di un anno per crescere, a differenza forse di un milione di anni necessari per le materie prime fossili tradizionali. “

HEXR sfrutta i sistemi EOS di 3T Additive Manufacturing per fabbricare i caschi in lotti fino a sei, che vengono poi raffreddati, post-elaborati e tinti di nero usando la macchina automatica DM60 di DyeMansion prima di sottoporsi a ispezione per integrità strutturale e qualità.

Jamie Cook, CEO di HEXR, ha commentato: “Grazie all’adattamento personalizzato intrinseco a questo processo di produzione all’avanguardia e ai punteggi dei test di sicurezza indipendenti superiori rispetto ai tradizionali caschi in schiuma, stiamo consentendo importanti miglioramenti nella tecnologia dei caschi resi possibili dalla stampa 3D”.

Parlando della capacità di produrre caschi su richiesta e di ridurre le scorte, Henry Neilson, CTO di HEXR ha aggiunto: “Basati su questa tecnologia, disponiamo di una soluzione scan-to-product a basso rischio e molto efficiente, evitando qualsiasi prefinanziamento di prodotti, quantità minime di produzione o sovrapproduzione. Pertanto, possiamo concentrarci completamente sulle nostre competenze chiave, facendo affidamento su processi di produzione consolidati “.

Markus Glasser, Vicepresidente senior EMEA di EOS, conclude: “HEXR è un esempio di una catena di fornitura più flessibile e tecnologia di produzione in azione, e vediamo molti casi aziendali simili emergere anche in altri settori”.

Be the first to comment on "HEXR adotta la stampa 3D EOS per i propri caschetti da ciclismo personalizzati"

Leave a comment