Henkel protagonista nella stampa 3d con resine polveri e filamenti

La  Henkel entra nel mercato delle resine stampabili 3D per SLA, DLP
Henkel, il marchio chimico internazionale .

Henkel svilupperà una linea di resine stampabili in 3D per la stampa 3d SLA e DLP

Europe Building Amsterdam Henkel stampa 3d 02Anche se in genere le macchine DLP sono più costose delle stampanti FFF a filamento fuso hanno però la capacità di fabbricare componenti ad una risoluzione incredibile, utilizzando la proiezione di luce a controllo digitale per la “cura”  delle forme, strato per strato, in una vasca di resina liquida. LaFormlabs Form 2, una delle stampanti più popolari a livello consumer SLA , è ampiamente considerata una delle migliori stampanti da tavolo presenti sul mercato, mentre il gigante della  stampa 3D Systems-3D pioniere nella stereolitografia crede che la tecnologia diventerà presto ampiamente utilizzata sulle linee di produzione manifatturiera.

Vedendo la grande promessa dei processi basati sulla SLA, la società tedesca di materiali Henkel sta progettando di rilasciare una gamma di resine Fotopolimerizzate per SLA e la stampa DLP , aggiungendo al suo ampio portafoglio di  acrilici , silicone, resine epossidiche, e adesivi poliuretanici . La Henkel sfrutterà la propria esperienza tecnica nella produzione di materiali diversi, al fine di creare una nuova linea di materiali adatti sia per la prototipazione funzionale, sia per la fabbricazione additiva nella produzione di serie.

In qualità di fornitore di materiali per i clienti per le industrie mediche , automotive , elettroniche di veicoli di trasporto, la Henkel diDüsseldorf è fortemente posizionata per sviluppare materiali di stampa 3D adatti per l’usonella stampa 3d. Al fine di fornire ai clienti i nuovi prodotti nel più breve tempo possibile, l’azienda sta cercando di avere il primo di questi materiali commercializzati entro il 2017. Con diversi collegamenti per la stampa 3D aziende e progetti già stabiliti, la società tedesca dovrebbe avere pochi problemi di marketing con la sua nuova linea di prodotti per il mercato della stampa SLA e DLP.

Oltre allo sviluppo di nuovi materiali per i processi di stampa 3D basati sulle  resine , Henkel prevede di continuare a fare gli adesivi termofusibili che sono stati precedentemente utilizzati per la stampa 3D per pezzi di ricambio, filtri, dispositivi medici, custodie protettive per assemblaggi elettronici, mobili, e altro ancora. Sulla base di questa esperienza, la società cercherà di sviluppare ulteriori materiali in polvere e filamenti adatti per l’uso nella sinterizzazione laser selettiva (SLS) e per le stampanti 3D Fused Filament Fabrication (FFF .

“Grazie al nostro ampio portafoglio di materiali e la nostra grande base di clienti in diversi settori industriali, abbiamo l’accesso e la capacità di abilitare soluzioni di stampa 3D per tutti i tipi di applicazioni funzionali”, ha spiegato Mike Olosky, Corporate Senior Vice President di Henkel . “Crediamo fortemente nel futuro della produzione di additivi e ci aspettiamo che il suo pieno potenziale verrà identificando l’applicazione cliente giusta e la messa a fuoco dei materiali giusti, con il processo di stampa giusto e sfruttando il software giusto.”

Henkel collabora con DUS Architects, la società olandese più conosciuto per (la lentissima) costruzione della prima  casa stampata in 3d sul canale al mondo ad Amsterdam. All’inizio di quest’anno, DUS Architects hanno utilizzato i materiali Henkel nella loro costruzione di Amsterdam. I materiali Henkel sono stati usati per creare l’elegante facciata blu dell’edificio della presidenza Europea .

Be the first to comment on "Henkel protagonista nella stampa 3d con resine polveri e filamenti"

Leave a comment