Green Fab Lab per il riutilizzo della plastica riciclata

Green Fab Lab: utilizzo di Fab Lab per la stampa 3D di nuove cose da plastica riciclata

I Fab lab, in costante crescita in tutto il mondo, hanno la reputazione di essere dei forum più piccoli in cui vengono forniti gli strumenti per la produzione creativa, spesso incentrati sulla progettazione 3D e sulla stampa 3D in un contesto di gruppo. I materiali giocano ovviamente un ruolo importante in questi ambienti progressivi. Ora, i ricercatori stanno studiando un nuovo programma, delineando le loro scoperte in ” Green Fab Lab Applications di Manufacturing additivo basato su polimero residuo di grandi dimensioni “.

La stragrande maggioranza dei progetti di stampa 3D viene creata con la plastica, e gli autori esplorano l’idea della fabbricazione di particelle fuse / fabbricazione di granuli fusi (FPF / FGF) in modo razionalizzato, fabbricando direttamente da una scorta di rifiuti di plastica (FPF è uno dei nomi per la stampa 3D di Extrusion con granuli o granuli). Questo concetto consentirebbe ai laboratori verdi di funzionare come comunità creative, ma anche come centri di riciclaggio. Per tale operazione sarebbero necessarie stampanti 3D open source e i ricercatori hanno scelto il Gigabot X per questo studio, principalmente, sebbene una stampante FFF 3D, la Lulzbot Taz , fosse utilizzata per la fabbricazione di parti più dettagliate grazie al suo ugello da 0,5 mm.

Tale operazione incarnerà i concetti di quanto segue:

Economie simbiotiche open source
biomimicry
Design rigenerativo
Modelli di economia circolare

Attualmente, numerosi fab lab stanno esplorando come la stampa 3D può essere vantaggiosa per l’ambiente, a cominciare dal semplice fatto che è “meno dannoso per l’ambiente” della produzione tradizionale. Anche il riciclaggio di upcycling nel filamento sta diventando più popolare, con numerosi diversi tipi di macchine sviluppate per gestire questo tipo di produzione per la creazione di materiali riutilizzabili. i ricercatori sottolineano che sono stati responsabili del successo del riciclaggio con una varietà di materiali plastici diversi, tra cui PLA e ABS, e alcuni altri materiali alternativi.

Per il progetto sono state stampate attrezzature sportive e sono stati inclusi uno skateboard, paddle per kayak e scarpe da neve per completare il case study. Blender e FreeCAD sono stati utilizzati per progettare i prodotti in modo che la comunità open source avrebbe avuto accesso.

I tempi di stampa erano i seguenti:

Skateboard: 11 ore e 54 minuti
Pagaia per kayak – 7 ore, 45 minuti (per set)
Scarpe da neve – 18 ore e 16 minuti (per set)
Nel complesso, i ricercatori hanno scoperto che Gigabot X offre un “potenziale economico” definito come sistema di riciclaggio e ha prodotto con successo i prodotti sportivi “di alto valore” in tutti e tre i casi di studio. Il progetto è stato un successo economico, anche per quanto riguarda l’uso di energia elettrica, e gli sforzi spesi personalizzando alcune parti in modo sostanziale.

“Per alcuni prodotti il ​​potenziale di profitto e il ritorno sull’investimento erano notevoli (ad es. Oltre il 1000%) per l’utilizzo ad alta capacità di un Gigabot X. Questi risultati mostrano chiaramente che il vantaggio economico del riciclaggio distribuito e della produzione su richiesta di oggetti funzionali grandi utilizza un strumento integrato FPF / FGF per promuovere la produzione circolare “, hanno concluso i ricercatori.

Sebbene le materie plastiche abbiano molti usi in tutto il mondo, la questione di cosa fare con loro quando non ci sono più utili è diventata un argomento di grande preoccupazione, insieme a un’enfasi costante sul riciclaggio e sui metodi migliori per farlo, insieme a una costante fare campagne ovunque per incoraggiare i consumatori a non scaricare gli oggetti nelle discariche quando i materiali possono essere riutilizzati. Quasi non appena la stampa 3D si è diffusa nel mainstream, cosa fare di tutta quella plastica è diventata una conversazione di accompagnamento, sia che si parli di contenitori di cannabis trasformati in protesi , di riciclare gli appassionati di stampa 3D che viaggiano in riva all’oceano in mini-van possibilità di riciclaggio di rifiuti elettronici nelle stampanti 3D .

Be the first to comment on "Green Fab Lab per il riutilizzo della plastica riciclata"

Leave a comment