Gli allineatori dentali invisibili e la loro evoluzione

Il presente e il futuro della stampa 3D e degli allineatori invisibili
Se guardi quella fila di denti storti una mattina, potresti pensare che potresti davvero usare alcuni allineatori invisibili. Una delle prime app killer nella stampa 3D, questa alternativa alle parentesi graffe metalliche è proliferata selvaggiamente. Medgadget prevede che il mercato globale degli allineatori invisibili raggiungerà $ 8,2 miliardi entro il 2026.

Come metodo per produrre modelli specifici per paziente su cui questi allineatori sono termoformati, la stampa 3D continua a svolgere un ruolo fondamentale in questo segmento, con SmarTech Analysis che proietta un’opportunità di entrate di $ 317,3 milioni entro il 2028 per la produzione additiva (AM) e allineatori trasparenti. L’ additive manufacturing in odontoiatria 2019: un’analisi delle opportunità e un rapporto di previsione decennale copre questo argomento in modo abbastanza ampio, ma questo autore ha pensato che potrebbe essere utile per coloro che considerano l’uso di allineatori invisibili per comprendere meglio la tecnologia alla base e le opzioni disponibili su il mercato.

La produzione di allineatori dentali prevede l’uso di specialità per lo sviluppo di una serie graduale di 30-40 progetti progettati per regolare i denti di un paziente in base ai dati di scansione. I modelli risultanti vengono quindi stampati in 3D e gli allineatori effettivi vengono realizzati termoformando la plastica biocompatibile sui modelli. La stampa 3D è ideale per questo scopo a causa dell’elevato numero di modelli specifici per il paziente che devono essere realizzati. Il futuro presenta la crescente possibilità di allineatori trasparenti stampati direttamente, ma, per il momento, AM funge da strumento di produzione indiretta.

Con la produzione di 220.000 allineatori trasparenti al giorno, Align Technologies, produttore del marchio Invisalign, ha aperto la strada all’uso della stereolitografia (SLA) di 3D Systems per questo processo. Il suo principale concorrente è ClearCorrect, ma la scadenza dei brevetti Align, l’emergere del teledentistry e la proliferazione della stampa 3D stanno cambiando il panorama generale. Poiché i brevetti dell’azienda sono scaduti, ci sono un numero crescente di concorrenti. I consumatori sono ora in grado di ottenere allineatori chiari direttamente utilizzando i kit di impronte a casa, mentre le piccole aziende dentali e ortodontiste possono utilizzare stampanti 3D interne all’ufficio per creare allineatori.

Con i tradizionali allineatori trasparenti, non solo i consumatori devono consultare un ortodontista, ma i pacchetti Invisalign possono arrivare a costare fino a $ 9.500. Questo è paragonabile ai prodotti diretti al consumatore di aziende come Smile Direct Club , Candid e byte , che offrono prodotti che costano più vicino a $ 2.500. Un sito che esamina gli allineatori dentali descrive Candid come il più costoso e costoso dei tre e byte come il più veloce e meno costoso. Smile Direct è il più affermato.

Ciò che compensano in tempo e costi può essere pagato in termini di cure mediche specialistiche. Senza visitare un professionista, che può eseguire dentale e della mascella raggi x per il trattamento specifico su misura, alla base di problemi dentali possono passare inosservati, secondo gli esperti della Herman Ostrow Scuola di Odontoiatria presso l’ University of Southern California . Per questo motivo, gli allineatori diretti al consumatore sono riservati ai casi più lievi di raddrizzamento dei denti. Persino gli allineatori che richiedono un ortodontista, come quelli di Invisalign, non possono affrontare gli stessi problemi dentali delle parentesi graffe, che possono costare fino a $ 13.000.

Smile Direct Club è il più grande produttore di allineatori diretti al consumatore, il che lo rende interessante di per sé, ma è anche noto per l’uso della tecnologia Multi Jet Fusion di HP per la produzione di stampi per termoformatura. Ciò è in contrasto con i processi di fotopolimerizzazione della vasca, come SLA e elaborazione della luce digitale e getti di materiale, le due tecnologie altrimenti dominanti utilizzate per produrre stampi di termoformatura specifici per il paziente.

I sistemi di fotopolimerizzazione iva hanno un costo compreso tra $ 3.000 e quasi $ 1 milione e variano notevolmente in termini di produttività. Alcune macchine, come quelle di Prodways, offrono una produzione in batch di grandi dimensioni rispetto alle macchine desktop, da aziende come Formlabs, forniscono una produzione in lotti di piccole dimensioni in modo più economico. MJF, e la sinterizzazione potenzialmente ad alta velocità, aprono quotidianamente cicli di produzione di oltre 2.000 stampi per macchina. Considerando che la fotopolimerizzazione iva richiede probabilmente la maggior quantità di macchine DLP post-elaborazione e produzione rapida di Carbon, EnvisionTEC, Carima e 3D Systems tutte offrono la possibilità di flussi di lavoro scalabili e ad alto rendimento. La tecnologia del getto di materiale viene anche utilizzata per la produzione di stampi per termoformatura, ma in misura inferiore rispetto agli altri.

Con il progredire della tecnologia, tuttavia, potremmo vedere gli allineatori dentali diventare più veloci da realizzare e più convenienti. Questo non solo perché numerose aziende stanno sviluppando soluzioni di ottimizzazione software e automazione per l’elaborazione di allineatori con stampi stampati in 3D, ma probabilmente emergeranno sul mercato anche allineatori stampati direttamente.

Il suddetto rapporto SmarTech sottolinea che è possibile trovare prove nel rilascio del materiale E-Ortholign di EnvisionTEC , che è pensato per la stampa 3D diretta dei “primi allineatori”. Questi sono dispositivi provvisori per i pazienti dopo che le loro staffe sono state rimosse, ma prima che possano essere realizzati gli allineatori termoformati. Alcuni ortodontisti utilizzano materiali progettati per stecche da morso direttamente sugli allineatori per la stampa 3D. Una volta ottenuti i materiali, il software, i flussi di lavoro e l’approvazione della FDA giusti, gli allineatori stampati direttamente diventeranno probabilmente commerciali.

Se le aziende esistenti, che hanno già fondato questa metodologia indiretta per la produzione di allineatori tramite termoformatura, sono in grado di vedere un vantaggio direttamente sugli allineatori per la stampa 3D, allora potremmo vedere di nuovo il mercato dentale. Nel frattempo, se sei interessato a qualcosa di un po ‘più rozzo, puoi sempre provare a crearne uno tuo , come ha fatto Amos Dudley .

Be the first to comment on "Gli allineatori dentali invisibili e la loro evoluzione"

Leave a comment