GKN la stampa 3d le polveri metalliche e gli scenari futuri

Il futuro delle polveri metalliche ovviamente include la stampa 3D, afferma GKN

La stampa 3D è il futuro – ma questa è solo una parte della storia. Nessuna singola tecnologia dominerà il futuro della produzione, ma le tecnologie avanzate stanno sicuramente distruggendo lo status quo. La produzione additiva è, non ci sono scuse per il fraseggio, l’industria del rimodellamento. Non solo il modo in cui le cose sono fatte, ma l’approccio a pensare all’intera catena di fornitura sta diventando una conversazione più ampia che ha un impatto sui fornitori di hardware, sui centri di lavorazione e sui fornitori di materiali.  GKN plc pone una grande enfasi sulle  tecnologie avanzate, in particolare abbracciando la stampa 3D come la tecnologia consente nuovi approcci al design. Questa enfasi è stata evidente in tutte le unità operative dell’azienda, incluso il marchio GKN Additive dedicato, istituito alla fine dell’anno scorso.

Per quanto riguarda l’offerta di materiali, GKN Sinter Materials  nella divisione GKN Powder Metallurgy ha una vasta esperienza in polveri metalliche e, come ha affermato Markus Josten, direttore vendite globali, Disruptive Technologies & Markets, quando ci siamo seduti a parlare al recente RAPID + TCT , ha guardato al futuro delle polveri metalliche.

“Veniamo dalla metallurgia convenzionale”, ha esordito, sottolineando che l’azienda compatta e sinterizza i metalli concentrandosi su circa l’85% del settore automobilistico e il resto del settore industriale.

“Nel 2013 abbiamo chiesto quale sarà il futuro con le nostre polveri metalliche. È diventato così ovvio quando abbiamo pensato alla stampa 3D. ”

Hoeganaes , anch’essa parte della divisione GKN Powder Metallurgy, è uno dei maggiori fornitori di metalli al mondo, ha osservato Josten, producendo 310.000 tonnellate di polvere all’anno, compresi i materiali di produzione additivi . Ha notato che 13 milioni di parti vengono prodotte quotidianamente utilizzando le offerte del team GKN Sinter Metals.

“Abbiamo i materiali, gli esperti di design; abbiamo diversi processi di produzione additiva. Principalmente con il laser, stiamo anche esaminando il binder jetting, perché abbiamo già conoscenze di sinterizzazione. Vediamo un passo nel settore automobilistico, dove siamo già familiari, e cerchiamo di progredire “, mi ha detto.

“Vogliamo portare avanti le funzionalità di stampa 3D. Accanto alla nostra polvere, è tutto lì. Offriamo una catena di valore per tutto. Nel nostro settore della produzione additiva, abbiamo materiali avanzati, prototipi, strumenti, pezzi di ricambio, bobine ad induzione, produzione di piccole serie, sport motoristici. ”
Abbiamo seguito le applicazioni GKN della produzione additiva in quanto la società abbraccia pienamente la tecnologia come parte del suo portafoglio e delle strategie di business . Le applicazioni automobilistiche brillano in grande per il team, come progetti come la riprogettazione delle moto e l’introduzione di un nuovo materiale in acciaio per la produzione Porsche . Lo stesso Josten ritiene che la stampa 3D avrà un impatto significativo sul futuro dell’industria automobilistica, in particolare sul mercato post-vendita .

“Vediamo possibilità quando combiniamo la produzione additiva con le tecnologie convenzionali”, ha continuato Josten, sottolineando un punto importante per quanto riguarda la natura complementare delle tecniche di produzione.

“Normalmente produciamo milioni di parti. Con AM possiamo fare prototipazione e produzione di piccole tirature cosa che prima non era possibile. La nostra visione, dove vogliamo lavorare, è guidata dalla nostra agenda digitale. Non c’è altra tecnologia guidata dalla rivoluzione digitale che vediamo così. ”

Parte di questa strategia si manifesta attraverso il lavoro collaborativo nel settore, come quello che GKN intraprende con 3YOURMIND . Introdotta lo scorso anno, la piattaforma InstAMetal offre una soluzione di front-end per i clienti interessati alle parti stampate in metallo 3D. Mentre parlavamo, Josten ha sottolineato l’importanza di 3YOURMIND come partner di avvio mentre GKN continua a esaminare “come questa tecnologia interrompe il tradizionale batch di polvere”.

Abbiamo esaminato in seguito cosa sta facendo GKN per differenziare in uno spazio sempre più occupato. Si tratta di due fattori principali: ampiezza e agilità.

“Siamo una delle poche aziende con una catena del valore completa”, ha spiegato Josten. “Siamo agili. Abbiamo un team molto piccolo per andare avanti, abbiamo esperienza con tutte queste tecnologie per diversi anni. GKN Additive è un piccolo gruppo di circa 75 persone all’interno di due operazioni commerciali, supportate da una grande organizzazione “.
Questa agilità di un piccolo team che lavora con le risorse di un grande genitore globale crea una forte combinazione per andare avanti con le giovani tecnologie. GKN Powder Metallurgy comprende un team globale di circa 7.400 dipendenti in GKN Sinter Metals e Hoeganaes.

Guardando al futuro, Josten ha osservato che un obiettivo importante per il 2018 è quello di stabilire con fermezza l’agenda digitale dell’azienda.

“Abbiamo imparato molto, sull’automotive, sulla prototipazione; abbiamo bisogno di più per continuare a fare meglio. Stiamo creando un’organizzazione operativa additiva di produzione in grado di gestire le attività per il futuro. Vogliamo andare più lontano; la prototipazione finora è bella. Il focus è nella produzione in serie per il settore automobilistico. Per il binder jetting, c’è molto da mettere a fuoco per il futuro “, mi ha detto.

Ho chiesto quale sia il messaggio principale per GKN quando la produzione additiva entra in gioco in tutte le operazioni aziendali. L’obiettivo è ambizioso: la leadership nello spazio.

“Vogliamo diventare leader nella produzione additiva, per essere un fornitore a pieno valore della filiera. Qualunque cosa vogliano fare nella produzione additiva, vogliamo fornire questo servizio “, ha detto Josten.
Anche dopo la nostra recente conversazione, GKN ha fatto progressi verso il suo obiettivo; oggi, GKN Powder Metallurgy ha annunciato di essere diventata uno dei primi fornitori di stampa 3D in metallo al mondo a ottenere la certificazione con un nuovo standard, dopo aver superato l’audit IATF 16949: 2016. Lo standard, sviluppato dalla International Automotive Task Force ( IATF ) nel 1999 e rivisto nell’ottobre 2016, è stato progettato per riunire i sistemi di certificazione nella catena di fornitura automobilistica globale, con la versione più recente che aggiunge maggiore attenzione all’orientamento al cliente.

Nell’annuncio, GKN Powder Metallurgy fa notare che questo standard è “una delle certificazioni più esigenti del settore oggi” e il suo raggiungimento rappresenta un ulteriore passo verso l’apertura di nuove opportunità di business all’industrializzazione della produzione di additivi metallici.

“Il certificato IATF rappresenta un significativo passo avanti nel nostro percorso verso la sfida delle supply chain consolidate e l’industrializzazione della tecnologia di stampa 3D a livello globale. Crediamo nel potenziale dirompente di AM per trasformare il pensiero del prodotto futuro e la produzione tradizionale “, ha affermato Guido Degen, addetto SVP e sviluppo aziendale.

“Oggi siamo già in produzione con prototipi automobilistici e industriali, piccole serie e pezzi di ricambio per l’aftermarket, ma questo è solo l’inizio. Ci sforziamo di realizzare produzioni in serie AM che offrano la massima qualità e produttività, accessibili ai leader dell’industria automobilistica “.

Be the first to comment on "GKN la stampa 3d le polveri metalliche e gli scenari futuri"

Leave a comment