Giornalettismo : Perché le stampanti 3D cambieranno la nostra vita

La Cube 3d vicino agli elettrodomesticiPerché le stampanti 3D cambieranno la nostra vita

Volare, teletrasportarsi e creare la materia: da sempre sono i tre “sogni” dell’umanità. E forse l’ultimo di questi desideri – creare oggetti quasi dal nulla – è già diventato realtà. E ha un nome: la stampa in 3D.

ACCESSIBILE AL GRANDE PUBBLICO – La tecnologia della stampa in tre dimensioni esiste da una dozzina d’anni, ma soltanto negli ultimi mesi è diventata accessibile al grande pubblico anche grazie alle centinaia di progetti finanziati in crowfunding su Kickstarter che hanno scatenato la creatività e l’inventiva di molti fondatori di start-up in tutto il mondo. L’interesse economico alla base di tutti questi progetti, spiega l’Huffington Post francese, è evidente: per produrre un oggetto basta crearlo virtualmente e poi stamparlo, senza bisogno di creare calchi e stampi, abbattendo i prezzi di produzione.

RIVOLUZIONE DEL DESIGN – Anche il prezzo delle stampanti 3D sta gradualmente riducendosi, anche grazie ad aziende come Makerbot in grado di proporre al pubblico stampanti 3D a prezzi abbordabili, nell’ordine di poche migliaia di dollari: in capo a qualche anno, designer e artisti saranno in grado di realizzare da soli le proprie opere, senza dover cercare qualcuno disposto a produrre fisicamente i propri oggetti.

COSA CI RISERVERÀ IL FUTURO – E, in un futuro non troppo lontano, le stampanti 3D saranno anche in grado di rivoluzionare il mondo della medicina: stampando organi e tessuti su misura per il paziente così come di “teletrasportare” gli oggetti a distanza: usando uno speciale scanner, l’oggetto verrà poi inviato via Internet in formato digitale per poi essere stampato a chilometri di distanza.

da giornalettismo.com

Be the first to comment on "Giornalettismo : Perché le stampanti 3D cambieranno la nostra vita"

Leave a comment