Georgia Tech stecche tracheali stampate in 3D in un paziente pediatrico 

Con l’assistenza di Georgia Tech, Children’s Healthcare di Atlanta ha eseguito la prima procedura in Georgia per posizionare le stecche tracheali stampate in 3D in un paziente pediatrico . Il team ha utilizzato tre stecche personalizzate stampate in 3D per assistere la respirazione di un paziente di 7 mesi che lotta contro l’ostruzione delle vie aeree che mette in pericolo la vita.

Il paziente soffriva di cardiopatia congenita e tracheo-broncomalacia, una condizione che causa grave ostruzione delle vie aeree potenzialmente fatale. Durante i suoi soggiorni di degenza di sei mesi presso l’unità di terapia intensiva pediatrica di Children’s, ha subito frequenti episodi di collasso delle vie aeree che non potevano essere corretti con i normali metodi chirurgici. Il team clinico ha proposto di inserire chirurgicamente una stecca tracheale sperimentale stampata in 3D, che è un nuovo dispositivo ancora in sviluppo, per aprire le sue vie aeree ed espandere la trachea e il bronco.

Le stecche sono state progettate da Scott Hollister, che detiene la Patsy e Alan Dorris Endowed Chair in Pediatric Technology, un’iniziativa congiunta sostenuta da Georgia Tech e Children’s Healthcare di Atlanta.

La procedura inizia con la scansione TC delle vie aeree del paziente. Hollister e il suo team hanno creato più versioni della stecca, di varie dimensioni, per garantire che l’adattamento perfetto fosse disponibile per il team chirurgico per posizionare le vie aeree del paziente durante l’intervento chirurgico.

In una complessa operazione di 10 ore, il team di chirurghi interfunzionali dei bambini ha posizionato con successo tre stecche stampate in 3D attorno alla trachea del paziente la mattina del 17 agosto 2018. Le stecche verranno infine assorbite nel corpo, consentendo l’espansione del trachea e bronchi.

Come concluso la procedura tracheale, il bambino è stato posto su una macchina cuore-polmone per la riparazione chirurgica del suo difetto cardiaco.

La stecca tracheale con stampa 3D è un nuovo dispositivo ancora in fase di sviluppo, poiché la sua sicurezza ed efficacia non sono ancora stati determinati e quindi non sono disponibili per uso clinico. Il team dei bambini ha richiesto l’autorizzazione di emergenza dalla FDA per portare avanti la procedura in base alle linee guida sull’accesso allargato.

“La possibilità di utilizzare la tecnologia di stampa 3D per salvare la vita di un bambino è la nostra motivazione in laboratorio ogni giorno”, ha affermato Hollister, che è anche direttore del Centro di fabbricazione medica 3D presso la Georgia Tech e professore nel Wallace H Coulter Department of Biomedical Engineering presso la Georgia Tech and Emory University. “Siamo determinati a sviluppare soluzioni innovative che soddisfino le esigenze dei pazienti pediatrici più complessi della Georgia”.

Be the first to comment on "Georgia Tech stecche tracheali stampate in 3D in un paziente pediatrico "

Leave a comment