Ge Additive protagonista a Formnext

GE Additive annuncia partnership e dimostrazione della soluzione di flusso di lavoro per la stampa 3D digitale su formnext

Il terzo giorno di formnext 2018 si è concluso a Francoforte, ma gli annunci di nuovi hardware distampa 3D , software , materiali e partnership continuano ad arrivare. GE Additive ha già pubblicato più di un annuncio dallo show floor e sta dimostrando il digitale soluzione software per il flusso di lavoro su cui ha lavorato. La società ha anche annunciato che intende offrire una suite completa di servizi sicuri per la preparazione degli edifici, che saranno disponibili in commercio a maggio 2019 alla fiera RAPID + TCT di Detroit.

Molti strumenti di preparazione alla costruzione, interfacce, tecnologie e licenze esistono già nel settore, ma la mancanza di interoperabilità a causa della scarsa esperienza utente e di diversi tipi di file e interfacce può causare ritardi ed errori per i progettisti e gli operatori di macchine. La nuova strategia software di GE Additive semplifica il processo con uno strumento intuitivo e sicuro che consente di creare un’esperienza comune accelerando i tempi di stampa e riducendo le iterazioni di progettazione.

GE Additive ha combinato diversi elementi nella sua strategia software per migliorare il flusso di lavoro per la produzione additiva, come la miscelazione di GeonX con la simulazione accurata e veloce con compensazione termica iterativa, rendendo disponibili servizi di preparazione build interoperabili ai fornitori CAD e migliorando le prestazioni di slicing.

Durante le sue continue dimostrazioni interattive su formnext, l’azienda è alla ricerca di feedback da parte dei clienti e degli utenti finali, oltre a reclutare le parti interessate, attraverso il programma Software Advisory e Technical Preview, per partecipare ai beta test per informare lo sviluppo del prodotto per la soluzione software .

“Il feedback è un’attività critica nello sviluppo di qualsiasi sistema software, motivo per cui stiamo dimostrando le nostre attuali capacità a Francoforte”, ha spiegato Lars Bruns, leader del software, GE Additive. “Nei prossimi otto mesi, cercheremo input da parte dei nostri utenti per aiutarci a ispezionare, adattare e iterare in vista del lancio commerciale.”
Questo feedback da parte degli utenti finali e dei clienti contribuirà ad ampliare la continua ricerca degli utenti interni di GE.

LR: Jason Oliver, Presidente e CEO, GE Additive; Karsten Heuser, Vice President Manufacturing additivo; Andreas Saar, Vicepresidente, Manufacturing Engineering, Siemens PLM Software; e Lars Bruns, leader del software, GE Additive.
Oltre a presentare la sua soluzione software per flussi di lavoro digitali, GE Additive ha anche annunciato diversi accordi di partnership con alcuni dei principali fornitori di software del settore in formnext. La società sta collaborando con Vera Security, Siemens PLM Software , PTC e Autodesk per offrire flussi di lavoro digitali sicuri, semplificati e interoperabili per un’esperienza utente più snella e ha anche avviato un accordo di collaborazione con Dassault Systèmes .

Bruns ha dichiarato: “Riconosciamo che l’industria deve migliorare l’interoperabilità complessiva per i progettisti.”
Partnership come queste aiutano GE Additive a integrare i servizi di preparazione degli edifici direttamente negli strumenti di scelta dei progettisti, riducendo gli errori per build più precisi, risparmiando tempo e aumentando l’adozione della stampa 3D.

Sebbene i termini di questi accordi non siano stati divulgati, abbiamo appreso un po ‘più di informazioni sulla partnership tra GE Additive e Autodesk, che ha l’obiettivo di semplificare la stampa 3D in metallo con un flusso di lavoro design-to-print più semplice e integrato per GE Additive Stampanti 3D.

“Lavorare con Autodesk fornirà un ambiente di design-to-print potente per i nostri clienti, aiutando a ridurre le barriere dell’adozione di additivi e accelerando il tempo dedicato al cliente per la prima parte,” ha spiegato Bruns.
Il flusso di lavoro proposto, basato su entrambe le interfacce di preparazione dell’additivo di GE e sulla piattaforma Autodesk Fusion 360 , collegherà ogni fase della produzione additiva e utilizzerà modelli di dati specializzati, interfacce e algoritmi software per fornire informazioni previsionali. Il flusso di lavoro additivo sarà in grado di fornire previsioni di costi e tempi nelle prime fasi di progettazione, che aiuteranno i progettisti a prendere importanti decisioni di business e di ingegneria senza la necessità di fabbricare materiali fisicamente. Inoltre, con l’uso di un trasferimento sicuro dei file, i dati di costruzione finali verranno inviati a Fusion 360, che fornirà una cronologia completa della parte per aiutare a prendere decisioni informate.

Questo nuovo accordo mette in evidenza come la produzione e il design si incontrino veramente a metà con un’offerta integrata che utilizza tecnologie moderne, come la stampa 3D e il design generativo, per automatizzare l’esperienza dell’utente in modo che sia più semplice.

“Condividiamo un obiettivo comune con GE Additive per aiutare i nostri clienti a portare prodotti migliori sul mercato più velocemente”, ha affermato Greg Fallon, VP Business Strategy di Autodesk. “Flussi di lavoro più fluidi e più efficienti consentiranno a progettisti e ingegneri di sfruttare appieno le macchine di GE Additive e altre tecnologie avanzate come la progettazione generativa”.
L’integrazione consentirà inoltre ai clienti di GE Additive di utilizzare la tecnologia di progettazione generativa di Autodesk Fusion 360, oltre a parametri quali vincoli di costo, metodi di produzione e materiali, per esplorare le varie permutazioni della soluzione. Quindi, i progetti possono essere facilmente convalidati, preparati e inviati per la stampa 3D attraverso i servizi integrati risultanti dalla collaborazione.

Per saperne di più, visita GE Additive al modulo successivo 2018 allo stand D30 nel padiglione 3.

Be the first to comment on "Ge Additive protagonista a Formnext"

Leave a comment