GE Additive Factory M LINE di Concept Laser arriva tra aprile e giugno 2018

GE Additive ha annunciato che il sistema di stampa 3D Factory M LINE di Concept Laser sarà consegnato nel secondo trimestre 2019

Poco più di due anni fa, GE ha acquisito una partecipazione del 75% nel leader della stampa 3D di metalli Concept Laser . Da allora, GE Additive ha lavorato per rivedere e riprogettare il sistema, il software e l’architettura di design della stampante 3D M LINE FACTORY di Concept Laser in modo che sia in linea con i processi GE stabiliti. Anche il sistema modulare è stato sottoposto a test beta con alcuni clienti selezionati. Ma oggi a formnext a Francoforte, GE Additivo ha annunciato che i primi sistemi di fabbrica di linea Concept Laser M saranno finalmente consegnati ai clienti nel Q2 del 2019.

La M LINE Factory offre un’affidabilità e un’automazione eccellenti, che a loro volta consentono una produzione di serie scalabile ed economica su scala industriale, cosa che la maggior parte delle attuali soluzioni di macchine standalone non è in grado di raggiungere. Mentre la tecnologia continua la sua transizione dalla prototipazione alla produzione, la domanda di stampanti 3D di qualità, insieme agli operatori per eseguirle e lo spazio del pavimento per ospitarli, sta aumentando.

“L’impatto positivo che M LINE FACTORY può avere sulle operazioni dei nostri clienti e il loro risultato economico è enorme”, ha affermato Jason Oliver, Presidente e CEO di GE Additive. “È importante fornire sistemi tecnologicamente avanzati che siano affidabili e aggiungano valore ai nostri clienti. M LINE FACTORY offre questi impegni “.
Il sistema è una parte importante dell’obiettivo di GE Additive di fornire stampanti 3D affidabili e ripetibili, pronte per la produzione in serie. La M LINE FACTORY ha un inviluppo massimo di 500 x 500 x fino a 400 mm³ (x, y, z) ed è facoltativamente dotata di una o quattro sorgenti laser, ciascuna delle quali eroga 1.000 W di potenza.

Durante gli ultimi due anni di vita e prove di rig, la società ha identificato diverse aree di miglioramento che sono state incorporate, come il sistema software di bordo, che offre monitoraggio del processo in tempo reale, architettura modulare e strategie di esposizione superiori . L’automazione della stampante 3D e l’architettura in-machine sono state migliorate e la sua facilità di servizio, la progettazione modulare modulare del sistema, la facilità di manutenzione, il controllo del processo e la stabilità termica sono stati tutti migliorati.

I processi di set-up e smantellamento, insieme alla produzione di pezzi, si verificano in realtà in due unità di macchina indipendenti, che possono essere combinate o gestite separatamente l’una dall’altra, in base alle preferenze del cliente. Ciò consente di eseguire i processi di produzione in parallelo, anziché in modo sequenziale, aumentando la quantità di output e la disponibilità della catena di processi e riducendo i tempi di fermo.

La M LINE Factory LPS, che sta per Laser Processing System, aumenta il tempo di accensione del laser separando l’unità di pre / post processing dal processo di lavoro individuale, mantenendo allo stesso tempo un design di macchina integrato. Invece di formare una singola unità continua, l’LPS è costituito da un modulo di polvere indipendente, modulo di costruzione e modulo di sfioro, che sono di dimensioni uniformi e possono essere attivati ​​individualmente per la prima volta. Un sistema di trasporto interno facile da usare viene utilizzato per il trasporto automatico dei moduli e per massimizzare l’efficienza del footprint del sistema, i moduli possono essere impilati anche in allineamento di serie.

Le caratteristiche aggiuntive di M LINE Factory LPS includono:

Miglioramento del potenziale di produttività del laser a causa della maggiore sovrapposizione all’interno del campo di costruzione
Sistema di trasporto a carico frontale del sistema di trasporto interno automatizzato
Una configurazione flessibile consente al tempo di costruzione e di processo di dettare il valore LPS al rapporto di M LINE Factory MHS o Material Handling Station. Questa unità di elaborazione, dotata di una stazione di setacciatura integrata, è destinata alla gestione della polvere e all’elaborazione pre / post, e automatizza sia le fasi a monte che a valle del processo di produzione.

Inoltre, il MHS utilizza l’automazione, la digitalizzazione e l’interconnessione per fornire interfacce a metodi di produzione più convenzionali. L’MHS presenta standard di sicurezza elevati, tra cui un sistema di coperchiamento automatico dei moduli che contiene polvere piena e gas inerte, passivazione dei filtri a getto d’acqua, manipolazione senza contatto della polvere e nessuna movimentazione manuale nella camera di processo.

Per saperne di più sull’innovativa M LINE Factory, che verrà inviata ai clienti nel secondo trimestre del 2019, visita GE Additive in questa settimana presso lo stand D30, Hall 3.

 

Be the first to comment on "GE Additive Factory M LINE di Concept Laser arriva tra aprile e giugno 2018"

Leave a comment