FundamentalVR e la formazione medica tradizionale nell’era di COVID

I tecnologi e gli imprenditori Richard Vincent e Chris Scattergood hanno fatto parte del mercato della telefonia mobile per decenni, creando aziende innovative con tecnologie dirompenti. Poi, nel 2014, hanno deciso di reimmaginare come i sistemi emergenti di realtà virtuale (VR) potrebbero rivoluzionare l’industria medica. Sei anni dopo, la loro azienda, FundamentalVR , utilizza il software brevettato Haptic Intelligence Engine dei fondatori per fornire una piattaforma 3D realistica per la simulazione delle procedure chirurgiche. Lo strumento aiuta a educare e formare gli operatori sanitari, in modo che possano affinare le competenze in un ecosistema sicuro e ripetibile che è anche altamente misurabile.

Facendo affidamento su un panel globale di esperti medici, i co-fondatori affermano di aver creato un’esperienza immersiva di simulazione chirurgica unica chiamata Fundamental Surgery, che combina il loro software con una tecnologia a basso costo, prontamente disponibile e l’apprendimento automatico per offrire un facile accesso alle procedure per tirocinanti e professionisti medici. Le esperienze virtuali in 3D possono fornire maggiori vantaggi rispetto alle modalità di formazione tradizionali che esistono da centinaia di anni, come l’ uso su cadavere , un metodo molto costoso e non sempre pratico e raramente accessibile.

Molte scuole di medicina si stanno rivolgendo alla realtà virtuale anziché alla dissezione, in particolare ai nuovi programmi medici che non hanno né la tradizione né le strutture da un milione di dollari richieste per la dissezione del cadavere. In effetti, i sistemi di simulazione hanno dimostrato di aiutare molti settori medici a superare la carenza di cadavere e i costi . Solo negli Stati Uniti, iricercatori stimano che meno di 20.000 americani donano i loro corpi alla ricerca medica e alla formazione ogni anno, il che è appena sufficiente per coprire le esigenze di 21.622 studenti del primo anno di immatricolazione che devono sezionare cadaveri, chirurghi che hanno bisogno di svilupparsi. nuove procedure senza rischiare vite, aziende farmaceutiche che li utilizzano per testare farmaci e specialisti forensi che cercano di capire come i cadaveri si decompongono nel tempo.

Ma c’è ancora un grande mercato per i cadaveri e le cosiddette società di brokeraggio di corpi che li sezionano e vendono le parti a scopo di lucro in un mercato nazionale statunitense in gran parte non regolamentato. Ciò avviene poiché molti chirurghi continuano a descrivere l’esperienza tattile di cadaveri sintetici o simulazioni al computer come incapaci di replicare l’esperienza della pratica su parti del corpo umano. Tuttavia, gli attuali progressi nelle tecnologie 3D stanno ottenendo il sostegno dei chirurghi di tutto il mondo, poiché aziende come FundamentalVR continuano a rivoluzionare il campo, offrendo esperienze di formazione realistiche ai chirurghi per affinare le proprie capacità ovunque e in qualsiasi momento al costo di un solo cadavere.

Istituzioni accademiche come Mayo Clinic , University of California Los Angeles (UCLA), Sana Hospital Group in Germania e University College London Hospitals (UCLH) e St.George’s Hospital nel Regno Unito, stanno sfruttando i vantaggi della piattaforma FundamentalVR. Ad esempio, la New York University lo sta utilizzando per valutare i neolaureati della scuola di medicina come parte del loro periodo di rotazione per determinare se hanno l’attitudine a passare ai programmi di residenza per diventare chirurghi ortopedici.

“Oggi più che mai, le persone stanno riconoscendo l’importanza di nuovi metodi di formazione. A causa della pandemia COVID-19, tutte le modalità di formazione tradizionali si sono interrotte, quindi improvvisamente la realtà virtuale e ciò che può fare per l’apprendimento e per affinare le abilità potrebbero cambiare il paradigma della formazione medica in tutto il mondo “, ha detto Vincent durante un’intervista . “Chiunque in campo medico ti dirà che una delle più grandi frustrazioni è cercare di accedere agli esperti. Quindi, la cosa grandiosa del nostro sistema è che acquisiamo la loro conoscenza e la digitalizziamo in modo che altri possano accedervi in ​​qualsiasi momento, guidando gli utenti e registrando tutto ciò che accade durante la sessione virtuale. Quindi, lo riproduce in modo che gli esperti possano esaminarlo e concentrarsi sulle sfide e sui limiti più critici che l’utente ha dovuto affrontare, con l’obiettivo di migliorarli durante altre sessioni di simulazione “.

Nominata come una delle migliori invenzioni del 2018 dalla rivista Time , la piattaforma di chirurgia fondamentale è stata lanciata nell’agosto 2018. Combinando la realtà virtuale con una sensazione tattile all’avanguardia, i fondatori ritengono di aver creato un’esperienza di “simulatore di volo” scalabile per tirocinanti e chirurghi qualificati , consentendo loro di sperimentare e navigare le stesse immagini, suoni e sensazioni che avrebbero durante una procedura chirurgica reale. La sua piattaforma multimodale con capacità multiutente consente agli utenti illimitati di esercitarsi, apprendere e insegnare insieme all’interno di una sala operatoria (OR).

Focalizzata principalmente sulle procedure ortopediche e oftalmologiche, l’azienda ha grandi progetti per il futuro, inclusa l’aggiunta di ulteriori discipline chirurgiche, come la robotica e la neurochirurgia, e continua a lavorare con le principali aziende farmaceutiche per combinare realtà virtuale e mista con feedback tattile utilizzando la piattaforma FeelRealVR per creare procedure chirurgiche simulate che aiutano a istruire e formare gli operatori sanitari.

Progettato per essere compatibile con qualsiasi laptop, auricolare VR o dispositivo tattile, consente di fornire la piattaforma a un costo competitivo. Vincent ha descritto di lavorare con hardware standard e pronto all’uso in modo che il costo dell’attrezzatura, inclusi tutti gli elementi tattili, sia inferiore a $ 10.000 . Inoltre, la sua analisi remota dei dati e il dashboard dei dati che copre le competenze e le conoscenze chirurgiche forniscono informazioni preziose sulle capacità chirurgiche e sulla progressione dell’istruzione.

Sebbene la società abbia fatto molta strada da quando Vincent e Scattergood hanno deciso per la prima volta di creare un’attività sanitaria all’intersezione tra tecnologia immersiva e aptica, i due hanno affrontato alcune sfide durante lo sviluppo della loro piattaforma di simulazione chirurgica. Vincent ha suggerito di dedicare molto tempo allo sviluppo della loro tecnologia tattile perché avevano bisogno di ricreare il senso del tatto richiesto dai chirurghi per operare virtualmente. Alla fine, hanno trovato un modo per attivare un senso del tatto sufficiente per consentire ai chirurghi di chiudere semplicemente gli occhi ed essere in grado di sentire un osso o un tessuto. Altre sfide tecniche includevano l’ottimizzazione della scheda grafica per una migliore esperienza visiva e la progettazione delle procedure con gli esperti.

“Per progettare le procedure, filmiamo operazioni della durata di un’ora, quindi iniziamo a decostruirle, fino a ogni minuto, in modo da poter ricreare la procedura per i nostri utenti. Il nostro gruppo di esperti registra costantemente in sala operatoria per noi, inviandoci procedure che poi rendiamo disponibili tramite il nostro modello di abbonamento alla Chirurgia Fondamentale , come l’ antroplastica totale del ginocchio o la vite peduncolare spinale “, ha spiegato Vincent.

Tutte le simulazioni di chirurgia fondamentale hanno ricevuto l’accreditamento dal Royal College of Surgeons of England , essendo riconosciute come attività per i chirurghi per mantenere valutazioni di sviluppo professionale, contribuendo ai punti di sviluppo professionale continuo (CPD) dei chirurghi, nonché dall’American Academy of Orthopaedic Surgeons per Punti di Educazione Continua in Medicina (ECM).

In futuro, FundamentalVR prevede di continuare ad aggiungere più discipline chirurgiche e avere flussi di lavoro simili a quelli utilizzati nei sistemi di stampa 3D, prendendo le immagini Diacom per creare modelli VR personalizzati per i pazienti e consentendo ai chirurghi di provare una procedura nella piattaforma VR tutte le volte che vogliono bisogno di. Poiché la piattaforma misura tutto ciò che gli utenti fanno, dai movimenti della testa ai risultati dei pazienti, l’azienda sta anche pianificando di attingere a quei dati, che potrebbero fornire una visione reale delle capacità e dei rischi. Questo potrebbe essere prezioso per gli operatori sanitari, le industrie delle scienze della vita e le compagnie di assicurazione. Secondo Vincent, questo sarebbe un grande passo avanti, poiché tutti i dati misurabili disponibili oggi si concentrano solo sulla durata di una procedura e se il paziente debba essere riammesso a causa di un problema post-operatorio.

“Negli ultimi tre anni, c’è stato un riconoscimento e un passaggio verso questa tecnologia, ma penso che ora, a causa della pandemia COVID-19, sia passata da un’innovazione interessante a una critica”, ha descritto Vincent. “Nessuno nel settore medico ora dubita del ruolo della realtà virtuale come un modo per andare avanti. Allo stesso modo in cui la simulazione di volo ha migliorato la sicurezza nell’aviazione negli ultimi 20 anni, crediamo che il nostro simulatore chirurgico cambierà il modo in cui i professionisti medici apprendono e vengono valutati “.

Be the first to comment on "FundamentalVR e la formazione medica tradizionale nell’era di COVID"

Leave a comment