Formlabs storia e biografia

La società con sede a Boston è nata dal MIT Media Lab, dove i suoi co-fondatori, Maxim Lobovsky, Natan Linder e David Cranor si sono incontrati mentre gli studenti imparavano la nuova tecnologia della stampa 3D. Il trio ha continuato a creare Formlabs nel settembre 2011 con la Form 1.

Ciò che ha reso la Form 1 così straordinaria è stata la prima stampante desktop 3D SLA, portando la qualità associata a sistemi molto più costosi a meno di $ 5.000 (il pacchetto base originale era solo $ 2299 per i primi uccelli). E lo ha fatto tramite Kickstarter , raccogliendo quasi $ 3 milioni e diventando una delle campagne di crowdfunding di maggior successo per la stampa 3D.

La società ha continuato a vendere e sviluppare, il che è molto più di quanto si possa dire per alcune altre società con crowdfunding (ti guarda, Pirate3D ). Ciò ha comportato il rilascio di Form 1+, Form 2, Form 3 e Form 3L, che rappresentano tutti miglioramenti dell’architettura hardware e / o delle dimensioni della stampante. Più recentemente, la società ha aggiunto la Form 3B , dedicato ai materiali biocompatibili, comprese le resine per le guide chirurgiche di stampa 3D.

La società con sede a Boston è nata dal MIT Media Lab, dove i suoi co-fondatori, Maxim Lobovsky, Natan Linder e David Cranor si sono incontrati mentre gli studenti imparavano la nuova tecnologia della stampa 3D. Il trio ha continuato a creare Formlabs nel settembre 2011 con la Form 1.

Ciò che ha reso la Form 1 così straordinaria è stata la prima stampante desktop 3D SLA, portando la qualità associata a sistemi molto più costosi a meno di $ 5.000 (il pacchetto base originale era solo $ 2299 per i primi uccelli). E lo ha fatto tramite Kickstarter , raccogliendo quasi $ 3 milioni e diventando una delle campagne di crowdfunding di maggior successo per la stampa 3D.

La società ha continuato a vendere e sviluppare, il che è molto più di quanto si possa dire per alcune altre società con crowdfunding (ti guarda, Pirate3D ). Ciò ha comportato il rilascio di Form 1+, Form 2, Form 3 e Form 3L, che rappresentano tutti miglioramenti dell’architettura hardware e / o delle dimensioni della stampante. Più recentemente, la società ha aggiunto la Form 3B , dedicato ai materiali biocompatibili, comprese le resine per le guide chirurgiche di stampa 3D.

Con Form 3 e 3L (rilasciato nel 2019), Formlabs ha introdotto la “stereolitografia a bassa forza (LFS)”, una riprogettazione del suo precedente processo SLA, in cui le forze di aspirazione della parte sulla finestra ottica erano troppo forti per alcuni geometrie e materiali. In LFS, un sistema di ottica riprogettato composto da lenti, specchi e un galvanometro dirige un raggio laser direttamente perpendicolare al piano di costruzione, con la possibilità di stampare dettagli più fini e strutture di supporto più leggere. La finestra ottica, e in effetti la cornice che la tiene, si flette, riducendo le forze che agiscono sulla parte.

Ma Formlabs non si è limitato al solo SLA o persino a LFS. Nel 2017, l’azienda ha confermato che stava lavorando sul Fuse 1, uno di un numero molto basso di stampanti 3D desktop SLS. A questo punto, era più chiaro che mai che Formlabs non era solo una startup, ma si stava evolvendo in qualcosa di più … maestoso? Bene, almeno qualcosa di molto più significativo perché non stava più solo vendendo stampanti su Kickstarter, ma aveva stabilito una presenza globale principalmente vendendo direttamente ma anche una vasta rete di rivenditori e distribuzione.

Ciò non significa che non abbia affrontato la sua parte di ostacoli. Lungo la strada, nel 2012, è stato citato in giudizio dall’inventore originale di SLA, 3D Systems, per violazione di brevetto prima che i due raggiungessero un accordo di licenza che compensava l’8% di ogni vendita tra le due società più grandi. Formlabs è stato nuovamente citato in giudizio nel 2016 dall’inventore DLP EnvisionTEC. La startup aveva ufficialmente fatto i grandi campionati.

In realtà, la società è così sostanziale a questo punto che non è solo stata citata in giudizio dai cani di grossa taglia, ma sta diventando un grosso cane stesso. Formlabs ha annunciato la sua prima acquisizione , quella dei fotopolimeri del gruppo Spectra, che ha fornito alla sua società madre resine sin dai giorni della Form 1. Con l’acquisto, Formlabs investirà oltre $ 1 milione nel rinnovamento delle strutture di Spectra per diventare una camera bianca certificata FDA, certificata ISO Classe 8 in una struttura certificata ISO 13485 per lo sviluppo di materiali dentali e medici.

Dopo il finanziamento anticipato da parte di investitori che includevano Innovation Endeavors di Eric Schmidt, la startup ha concluso finanziamenti della Serie A per $ 19 milioni nel 2013. La Serie A ha portato alla Serie B ($ 35 milioni nel 2016), che ha portato alla Serie C ($ 30 milioni nel 2018). Con un’infusione di $ 15 milioni (anche nel 2018), Formlabs ha aggiunto l’ ex CEO di GE Jeff Immelt al suo consiglio di amministrazione. A questo punto, la startup è stata valutata in oltre $ 1 miliardo, trasformando ufficialmente Formlabs da una bestia da soma in un mitico unicorno

3B , dedicato ai materiali biocompatibili, comprese le resine per le guide chirurgiche di stampa 3D.

Con Form 3 e 3L (rilasciato nel 2019), Formlabs ha introdotto la “stereolitografia a bassa forza (LFS)”, una riprogettazione del suo precedente processo SLA, in cui le forze di aspirazione della parte sulla finestra ottica erano troppo forti per alcuni geometrie e materiali. In LFS, un sistema di ottica riprogettato composto da lenti, specchi e un galvanometro dirige un raggio laser direttamente perpendicolare al piano di costruzione, con la possibilità di stampare dettagli più fini e strutture di supporto più leggere. La finestra ottica, e in effetti la cornice che la tiene, si flette, riducendo le forze che agiscono sulla parte.

Ma Formlabs non si è limitato al solo SLA o persino a LFS. Nel 2017, l’azienda ha confermato che stava lavorando sul Fuse 1, uno di un numero molto basso di stampanti 3D desktop SLS. A questo punto, era più chiaro che mai che Formlabs non era solo una startup, ma si stava evolvendo in qualcosa di più … maestoso? Bene, almeno qualcosa di molto più significativo perché non stava più solo vendendo stampanti su Kickstarter, ma aveva stabilito una presenza globale principalmente vendendo direttamente ma anche una vasta rete di rivenditori e distribuzione.

Ciò non significa che non abbia affrontato la sua parte di ostacoli. Lungo la strada, nel 2012, è stato citato in giudizio dall’inventore originale di SLA, 3D Systems, per violazione di brevetto prima che i due raggiungessero un accordo di licenza che compensava l’8% di ogni vendita tra le due società più grandi. Formlabs è stato nuovamente citato in giudizio nel 2016 dall’inventore DLP EnvisionTEC. La startup aveva ufficialmente fatto i grandi campionati.

In realtà, la società è così sostanziale a questo punto che non è solo stata citata in giudizio dai cani di grossa taglia, ma sta diventando un grosso cane stesso. Formlabs ha annunciato la sua prima acquisizione , quella dei fotopolimeri del gruppo Spectra, che ha fornito alla sua società madre resine sin dai giorni della Form 1. Con l’acquisto, Formlabs investirà oltre $ 1 milione nel rinnovamento delle strutture di Spectra per diventare una camera bianca certificata FDA, certificata ISO Classe 8 in una struttura certificata ISO 13485 per lo sviluppo di materiali dentali e medici.

Dopo il finanziamento anticipato da parte di investitori che includevano Innovation Endeavors di Eric Schmidt, la startup ha concluso finanziamenti della Serie A per $ 19 milioni nel 2013. La Serie A ha portato alla Serie B ($ 35 milioni nel 2016), che ha portato alla Serie C ($ 30 milioni nel 2018). Con un’infusione di $ 15 milioni (anche nel 2018), Formlabs ha aggiunto l’ ex CEO di GE Jeff Immelt al suo consiglio di amministrazione. A questo punto, la startup è stata valutata in oltre $ 1 miliardo, trasformando ufficialmente Formlabs da una bestia da soma in un mitico unicorno

Be the first to comment on "Formlabs storia e biografia"

Leave a comment