Felfil​ apre una campagna di crowdfunding su MAMACROWD la piattaforma italiana

E’ un bel passo in avanti vedere una piattaforma italiana di Crowdfunding come  MAMACROWD che cresce e diventa competitiva e come in quest caso facilitalo sviluppo di una start up del settore delle stampa 3d come Felfil col suo estrusore che produce filamento di plastica ecologica partendo dal pellet industriale.

felfil-srl_logoComunicato Stampa

FELFIL, LA STARTUP CHE RENDE LA STAMPA 3D ECONOMICA ED ECOLOGICA, IN

EQUITY CROWDFUNDING SU MAMACROWD

La startup, che ha progettato un estrusore per la stampa 3D, cerca nuovi soci su

Mamacrowd, la piattaforma di equity crowdfunding di SiamoSoci

Felfil, una delle startup del percorso Treatabit, il programma di supporto per startup digitali

di I3P (Incubatore del Politecnico di Torino), ha lanciato la sua campagna su

Mamacrowd, la piattaforma di equity crowdfunding di SiamoSoci, alla ricerca di 50.000

euro.

Il team, formatosi sui banchi del corso di Ecodesign del Politecnico di Torino, ha progettato

Felfil EVO, un estrusore di plastica in grado di produrre il filamento stampabile in 3D a

partire da pellet industriale (decisamente più economico delle “classiche” bobine per le

stampanti 3D) o riciclando materiali plastici.

Un approccio etico alla stampa 3D. L’obiettivo di Felfil è far risparmiare fino al 90% del

costo delle bobine ai maker e in generale a chi utilizza questo tipo di tecnologia. La via che il

team si propone di seguire è quella della “quarta rivoluzione industriale”, permettendo a

chiunque di produrre autonomamente il proprio filamento di stampa, minimizzando gli

sprechi. È possibile inserire nell’estrusore non solo il pellet industriale (che ha comunque un

prezzo di 7€/kg rispetto alle bobine classiche, con costi fino a 60€/kg), ma anche i vecchi

filamenti, stampe sbagliate, imballaggi, scarti del processo di stampa, producendo una

bobina completamente riciclata. Il processo è ripetibile all’infinito e si può estendere anche

ad altri rifiuti plastici, come i tappi di bottiglia. Felfil ha già aperto in passato due campagne di

crowdfunding, una su Kickstarter (con cui ha raccolto 45.000 euro con 102 estrusori

preordinati da tutto il mondo) e una su Indiegogo (con cui sono stati venduti 23 estrusori, un

risultato superiore alla media degli altri prodotti proposti dalla piattaforma).

I risultati. Il prodotto ha quindi già ottenuto una traction da parte del mercato: in totale ne

sono state preordinate 125 unità, di cui 30 già consegnate. Il mercato che Felfil si propone di

attaccare è quello delle stampanti 3D, che si sta pian piano trasformando da mercato di

nicchia a mercato globale. Gartner sostiene che entro la fine del 2016 si registrerà un

aumento del 103% rispetto al 2015 e il trend raddoppierà ogni anno fino a raggiungere la

cifra di 5,6 milioni di prodotti venduti nel 2019.

La campagna di equity crowdfunding e gli sconti. Il processo è semplice: è sufficiente

registrarsi sul sito Mamacrowd.com, nella pagina “progetti” scegliere il profilo di Felfil (in cui

è possibile trovarne le informazioni più importanti e visionare i documenti, come il business

plan) e scegliere quanto investire. Dal momento che Felfil è una startup innovativa

regolarmente registrata al Registro Imprese, l’investimento dà diritto a detrazioni fiscali, sia

per persone fisiche, sia per persone giuridiche (rispettivamente al 19 e al 20%).

Per investimenti superiori ai 1000 euro sono previsti anche degli sconti sui prodotti di Felfil.

Per conoscere più approfonditamente gli sconti scopri il suo profilo su Mamacrowd.

Mamacrowd: Mamacrowd è la piattaforma di equity crowdfunding nata dall’esperienza di

SiamoSoci, leader italiano per l’avvicinamento degli investitori al mondo del non quotato.

Su Mamacrowd, piattaforma certificazione Consob, è possibile investire sulle migliori startup

e PMI innovative italiane on line, per qualsiasi ammontare, senza doversi recare in banca.

Be the first to comment on "Felfil​ apre una campagna di crowdfunding su MAMACROWD la piattaforma italiana"

Leave a comment