Falectra con Zortrax presenta la prima moto elettrica polacca stampata in 3d

Zortrax , produttore polacco di stampanti e materiali 3D, ha prototipato numerose parti per Falectra , il primo marchio polacco di motociclette elettriche. Utilizzando le stampanti 3D Layer Plastic Deposition (LPD) e i filamenti Z-ULTRAT del produttore , Falectra è riuscita a creare un prototipo completamente funzionale con un budget limitato.

Sia economica che ecologica, la moto elettrica di Falectra mira a ridurre la congestione del traffico e l’inquinamento. È dotato di un motore a emissioni zero, una struttura leggera ed è progettato per essere facilmente percorribile e riparabile. Con una singola carica, i veicoli possono percorrere fino a 70 km con una velocità massima di 60 km / h.

Produzione additiva nel settore automobilistico

Sebbene questa sia la prima motocicletta elettrica polacca che utilizza la produzione additiva, la tecnologia è stata incorporata nell’industria automobilistica in Europa con componenti di biciclette elettriche stampate in 3D come un cofano di motocicletta e gusci di raffreddamento del motore . L’anno scorso, il produttore tedesco di stampanti 3D BigRep su larga scala ha fatto realizzare tutti i componenti (tranne l’elettronica) della sua pluripremiata e- bike NERA attraverso la produzione additiva. Tuttavia, a differenza di Falectra, NERA è un veicolo di concetto, piuttosto che uno per uso del consumatore.

Soprattutto nell’ambito della prototipazione, la produzione additiva è stata sia economica che economica. Secondo Piotr Krzyczkowski, CEO di Falectra, nell’industria automobilistica i concetti di fase iniziale sono in genere testati attraverso la modellazione dell’argilla. La prototipazione della carrozzeria può costare da $ 39.000 a $ 52.000, superando il budget dell’azienda.

“Questo è quando abbiamo iniziato a pensare alla stampa 3D”, ha aggiunto Krzyczkowski, che ha poi contattato Zortrax. “L’intero processo costa quasi sette volte in meno e siamo stati in grado di mostrare al mondo una motocicletta funzionante”.

Oltre a ridurre notevolmente i costi di prototipazione, la stampa 3D ha anche accelerato il processo di ricerca e sviluppo. Di conseguenza, Falectra ha impiegato sei mesi per creare un prototipo perfettamente funzionante.

Stampa 3D delle carenature del prototipo

Per produrre componenti per la moto Falectra, Zortrax ha utilizzato stampanti 3D LPD , M200 Plus e M300 Plus . Entrambi i sistemi sono progettati per essere applicati nella ricerca e sviluppo nel settore automobilistico e nella prototipazione . In totale sono stati realizzati circa 10 oggetti con l’aiuto di questi sistemi per lo sviluppo del veicolo, tra cui il cancello anteriore, il parafango posteriore, i coperchi laterali, l’ingresso dell’aria per caricare la batteria e una parte di montaggio della luce anteriore.

Il filamento Z-ULTRAT è stato selezionato per creare i pannelli grazie alla sua durata e all’eccellente qualità della superficie. Questa miscela di plastica ABS è resistente alle alte temperature e agli urti. La sua eccezionale durezza consente anche parti stampate in 3D che sopportano carichi pesanti.

“Sapevamo che la durata della stampa era la priorità, in modo che la moto creata da Piotr fosse perfettamente funzionante e pronta per l’uso”, ha dichiarato Miłosz Bertman, Lead 3D Designer di Zortrax.

Le prime 10 moto sono approvate per le prove su strada il prossimo anno a fini di ricerca. Nel 2021, il prodotto sarà prodotto in serie e uscirà sulla strada. Il prezzo per moto, secondo il comunicato stampa, sarà di $ 4.000.

Be the first to comment on "Falectra con Zortrax presenta la prima moto elettrica polacca stampata in 3d"

Leave a comment