Face Shield X: protezione open source controil coronavirus COVID-19 dalla stampante 3D

Nelle ultime settimane abbiamo riferito di iniziative riguardanti la stampa 3D e la pandemia di COVID-19. Molto riguardava le protezioni per il viso che possono essere utilizzate per proteggere dal virus. Ora c’è un nuovo progetto open source che accelera la stampa 3D di tali schermi facciali.

La nostra pagina di corona speciale abbiamo lanciato nel mese di febbraio su maschere per il viso dalla stampante 3D rapporti . Una struttura di Hong Kong ha prodotto prototipi di Face Shields che sono poi stati prodotti in serie. Dopo che il virus si è diffuso in Europa, il produttore della stampante 3D Repubblica ha Prusa un’iniziativa per Gesichstschilde iniziato e anche ha prodotto migliaia di pezzi.

“Face Shield X” è un progetto della società britannica Ai Build . Il design della protezione è stato ottimizzato con il software AiSync in modo che possa essere prodotto con qualsiasi stampante 3D compatibile in meno di 60 secondi. Secondo i produttori, la stampa 3D è circa 100 volte più veloce di altri progetti.

Modello di maschera facciale open source
Contrariamente alla stampa 3D convenzionale con piani orizzontali piatti, il software AiSync utilizza percorsi multiasse a forma libera per generare comandi macchina. Con questa tecnica, Ai Build ha creato un disegno curvo di un singolo filo di spessore variabile, modellato sulla forma della testa umana.

La geometria risultante non è solo più veloce da produrre, ma anche più stabile e comoda da indossare, poiché si trova saldamente tra le orecchie e la fronte senza la necessità di un elastico.

Su GitHub troverai le istruzioni gratuite e i file appropriati. I produttori rendono il modello disponibile con una licenza gratuita.

Be the first to comment on "Face Shield X: protezione open source controil coronavirus COVID-19 dalla stampante 3D"

Leave a comment