Fabbricazione digitale la stampa 3d nell’educazione prescolastica Federico Avanzini, Adriano Baratè e Luca A. Ludovico

In ” Digital Fabrication: 3D Printing in Preschool Education “, Federico Avanzini, Adriano Baratè e Luca A. Ludovico esplorano il legame tra la stampa 3D e l’aula attraverso lezioni di musica prescolare. Mentre le lezioni di musica fungono da veicolo per mostrare il livello del valore educativo, i ricercatori lo usano per presentare un esempio ricco, iniziando facendo notare quanto sia importante l’educazione musicale per i bambini in età prescolare e già presenti in numerosi studi di ricerca.

Esistono collegamenti tra il ragionamento spazio-temporale migliore e le abilità di lettura precoce. Altri recenti studi hanno dimostrato che i bambini in età prescolare hanno “conoscenze armoniche implicite” con un ampio potenziale. Gli autori esaminano la cognizione e, soprattutto, poiché derivano dalla funzione sensomotoria, con bambini in età prescolare che offrono “esempi paradigmatici”. I bambini più piccoli imparano attraverso la “percezione-azione nell’ambiente”, insieme a godere di informazioni ottenute anche da altri sensi.

“È spesso difficile distinguere tra esplorazione e gioco: durante lo sviluppo senso-motorio, i bambini molto piccoli devono prima esplorare prima di poter poi procedere al comportamento ludico, che è una delle attività più importanti per il loro sviluppo; giocando, i bambini iniziano ad esplorare il mondo e ad acquisire e padroneggiare nuove abilità che possono essere vitali per loro “, spiegano gli autori, insieme a ricordarci dell’importanza della natura” aperta “nelle interazioni, come i bambini sono in grado di creare nuovi modi di giocare con un oggetto, deliziare le loro scoperte.

Mentre la stampa 3D ha molto da offrire, i bambini in età prescolare tendono a non avere le necessarie competenze di modellazione per creare parti e prototipi. Oggi esistono numerosi programmi software sviluppati appositamente per i bambini in età prescolare, che consentono loro di progettare e fabbricare piccoli oggetti. Nel progettare un’educazione alla stampa 3D, tuttavia, gli autori hanno realizzato alcune complicazioni dovute all’accessibilità e alla convenienza, insieme allo spazio per l’hardware da conservare. Erano anche preoccupati che la mancanza di materiali adeguati potesse essere un ostacolo

“Tuttavia, la stampa 3D offre importanti opportunità agli studenti di musica giovane, permettendo loro di costruire oggetti didattici a basso costo e personalizzabili”, affermano i ricercatori.

Fornire una libreria di modelli è utile per i bambini in età prescolare, insieme ad alcuni disegni che possono iniziare a personalizzare. I modelli semplici possono anche essere un ottimo modo per genitori e nuovi tutor o insegnanti per apprendere sulla progettazione 3D e sulla stampa 3D. Gli esempi possono includere qualsiasi cosa, dal suono degli oggetti agli strumenti reali. Ci possono essere strumenti a percussione, xilofoni in miniatura, marimbas e altro ancora.

Modelli 3D di strumenti musicali ottenuti dall’estrusione di forme 2D

“Anche se un modello scalato di uno strumento musicale complesso può essere difficile da trovare, è possibile ottenere facilmente forme 3D semplificate estrudendo contorni 2D senza compromettere l’efficacia dell’esperienza didattica”, hanno affermato i ricercatori. “Inoltre, gli oggetti stampati in 3D possono favorire un apprendimento precoce dell’organologia, vale a dire la scienza degli strumenti musicali e la loro classificazione, compresi gli aspetti tecnici di come gli strumenti producono suoni.”

I bambini possono anche attirare un divertimento educativo più alternativo, come le action figure della stampa 3D che suonano insieme i loro strumenti. Tali modelli potrebbero essere difficili da trovare, ma incoraggiano i bambini a godere di modelli di ruolo che riproducono musica, e in particolare in formato 3D stampato o figurine. I modelli e le figure in scala possono essere facilmente ridimensionati nella stampa 3D e materiali diversi possono anche cambiare il modo in cui un articolo appare in modo significativo.

Hanno anche incluso un case study sulla notazione comune occidentale (CWN), un metodo per la codifica della musica notata, così come il concetto del modello del piano-roll in cui i dettagli come il tono e il timbro sono collegati a forme geometriche 2D e altro. I blocchi solidi stampati in 3D possono essere creati e posizionati su una piastra di base. I blocchi pronti dovrebbero aiutare i bambini a collegare le forme ai parametri musicali.

Il ruolo dell’insegnante / tutor è fondamentale in quanto aiutano nella progettazione 3D e nella stampa 3D, guidando i giovani utenti e sfidandoli a imparare.

“Esempi di attività didattiche possono includere il riconoscimento degli strumenti musicali e delle loro parti secondarie, l’esplorazione delle tecniche di generazione del suono, il design e la fabbricazione di oggetti sonori e l’indagine di forme alternative di notazione musicale”, hanno affermato gli autori.

“Per il lavoro futuro, stiamo progettando di approfondire ulteriormente queste proposte e implementarle come pratiche di apprendimento da sperimentare e valutare in contesti prescolari e fuori dall’aula”.

Be the first to comment on "Fabbricazione digitale la stampa 3d nell’educazione prescolastica Federico Avanzini, Adriano Baratè e Luca A. Ludovico"

Leave a comment