Exone risultati finanziari primo trimestre 2020

EXONE PUBBLICA RISULTATI FINANZIARI PER IL PRIMO TRIMESTRE 2020

Il sistema di produzione additiva OEM ExOne (NASDAQ: XONE) ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre del 2020.

Le entrate totali per il primo trimestre 2020 sono state registrate a $ 13,4 milioni, con un incremento del 40% rispetto al primo trimestre del 2019, pari a $ 9,6 milioni. Inoltre, la società ha chiuso il trimestre con un portafoglio ordini record di $ 33,8 milioni.

La forte performance di ExOne per il trimestre è stata attribuita dal CEO John Hartner, alla presentazione di nuovi prodotti e all’arretrato dell’azienda nel 2020. Spiega che ExOne non è stato influenzato dall’impatto iniziale della pandemia di COVID-19: “Nonostante gli effetti iniziali di COVID -19 per la nostra attività, le nostre prestazioni di esecuzione sono state solide. A livello globale, le nostre strutture hanno continuato a operare a supporto dei nostri clienti in settori critici e attività essenziali, soggetti a distanziamento sociale e altre procedure per proteggere i nostri dipendenti “.

Fu solo verso la fine del trimestre, a marzo, dove si sentì l’impatto della crisi sanitaria, aggiunge Hartner: “Tuttavia, le condizioni sono chiaramente cambiate a marzo. In precedenza avevamo anticipato che la crescita sarebbe continuata durante il 2020, ma la pandemia di COVID-19 ha influito sui programmi di spedizione, viaggio e installazione, nonché sui tempi degli investimenti di capitale dei clienti “.

“L’INCERTEZZA DELLE NOSTRE PROSPETTIVE CAUSATE DA QUESTA SITUAZIONE CI HA SPINTO A RIDURRE LA NOSTRA STRUTTURA DEI COSTI MENTRE GESTIAMO QUESTI TEMPI STORICI”.

Le entrate di ExOne sono suddivise in due linee di prodotti, che comprendono macchine da stampa 3D e prodotti, materiali e servizi stampati in 3D e altri.

Per il primo trimestre 2020, le entrate della macchina sono quasi raddoppiate a $ 6,3 milioni, rispetto a $ 3,3 milioni nel periodo dell’anno precedente. Ciò rappresenta una crescita su base annua del 90 percento e rappresenta il 47 percento delle entrate totali.

I ricavi ricorrenti della stampa 3D e di altri prodotti, materiali e servizi sono stati di $ 7,1 milioni nel primo trimestre 2020, in crescita del 13% rispetto al dato del primo trimestre del 2019, che era di $ 6,3 milioni.

Ricavi $ milioni Q1 2020 Q1 2019 Varianza $ milioni %
Macchine da stampa 3D 6.3 3.3 3.0 90%
Stampa 3D e altri prodotti, materiali e servizi 7.1 6.3 0.8 13%
Entrate totali 13.4 9.6 3.8 40%
La forte performance delle vendite di macchinari di ExOne per il primo trimestre 2020 è stata attribuita dalla società all’aumento dei volumi e al favorevole mix di macchine vendute. Nel trimestre sono state vendute in totale 14 macchine, rispetto alle otto macchine vendute nel primo trimestre 2019.

ExOne sviluppa due tipi di stampanti 3D a getto legante: metallo e sabbia. Le sue stampanti 3D in metallo comprendono X1 25 Pro , Innovent + , M-Flex e il sistema X1 160 Pro recentemente introdotto , per il quale lo sviluppo dovrebbe essere completato nella seconda metà del 2020. Le stampanti 3D sand di ExOne includono S-Max Pro , S-Max , e sistemi S-Print. Delle 14 macchine vendute nel primo trimestre 2020, cinque erano sabbia e nove erano sistemi di stampa 3D in metallo, inclusa la prima accettazione da parte dei clienti di ExOne di una X1 25 Pro, lanciata nel 2019.

Durante la chiamata degli utili della società, il direttore finanziario Douglas Zemba ha spiegato che la crescita di ExOne nelle sue entrate ricorrenti, che include la sua stampa 3D e altri prodotti, materiali e servizi, è stata guidata principalmente da un aumento delle vendite di materiali di consumo alla sua crescente base installata globale di macchine . È stato inoltre supportato da un aumento delle entrate associate a contratti commerciali, di ricerca e di sviluppo.

Nel bando, Hartner ha anche approfondito la vasta gamma di macchine ExOne, consentendo applicazioni della tecnologia aziendale in una vasta gamma di settori: “Questa diversità di dimensioni delle macchine ci consente di rispondere a un’ampia gamma di applicazioni dei clienti. Le nostre offerte di servizi generano entrate ricorrenti, che vanno dai contratti di ricerca e sviluppo collaborativi alla produzione di parti personalizzate alla stampa di elevati volumi di parti personalizzate per i clienti in uno dei nostri centri di adozione. “

Spiegando l’impatto della pandemia di COVID-19 sulle entrate di ExOne finora, Hartner afferma che la società è stata limitata dalle spedizioni o dai viaggi per completare le installazioni dei clienti come previsto. Ciò ha comportato il differimento di alcune installazioni di macchine in Asia, previste per il primo trimestre 2020.

Delineando le azioni dell’azienda per ridurre i costi a seguito della pandemia, Hartner aggiunge: “Dal punto di vista dei costi, siamo stati proattivi nell’implementazione delle riduzioni dei costi, alcune delle quali sono temporanee e altre permanenti. A marzo e aprile, abbiamo preso le decisioni difficili ma necessarie su alcune riduzioni permanenti del personale e cambiamenti organizzativi. ” Inoltre, il team di leadership globale dell’azienda e un certo numero di dipendenti hanno ottenuto riduzioni salariali.

Hartner ha anche toccato la recente collaborazione di ExOne con l’Università di Pittsburgh per produrre un filtro respiratore riutilizzabile stampato in 3D . “Attualmente sottoposta a test iniziali, la cartuccia del filtro contiene un filtro metallico poroso stampato in 3D destinato alla protezione sostenibile ea lungo termine contro contaminanti come COVID-19.” La società ha lavorato per accelerare il filtro per il personale medico in prima linea, al fine di aiutare a risolvere l’attuale carenza di DPI, pur essendo una soluzione a lungo termine per una varietà di altre applicazioni.

In una prospettiva per il 2020, la capacità dell’azienda di prevedere le sue prestazioni nel prossimo anno è stata gravemente ostacolata dagli effetti della pandemia, spiega Zemba: “Le incertezze significative associate alla durata e alla gravità dell’epidemia ci rendono difficile prevedere l’intero anno e l’effetto a lungo termine sulla nostra attività in questo momento, incluso l’impatto sul capitale futuro, le decisioni di spesa per le attrezzature dei nostri clienti “.

Tuttavia, Hartner aggiunge che ExOne rimane positivo sulla crescita futura una volta terminata la pandemia, in particolare in relazione alla sua nuova stampante X1 160 Pro 3D: “Rimaniamo entusiasti della crescita futura una volta superata la recessione economica indotta da COVID-19. Inoltre, per le nuove macchine che abbiamo iniziato a spedire l’anno scorso, siamo sulla buona strada per lo sviluppo della nostra nuova macchina, la stampante extra-large per la produzione di metallo X1 160 Pro. Prevediamo di completare lo sviluppo entro la fine dell’anno e le entrate nella prima metà del 2021. “

Be the first to comment on "Exone risultati finanziari primo trimestre 2020"

Leave a comment