ExOne InnoventPro

ExOne presenta la stampante 3D InnoventPro e la visione della fabbrica intelligente

Lo specialista della produzione additiva di Binder Jetting ExOne ha presentato oggi un concetto di stampante 3D avanzato basato sulla sua piattaforma Innovent entry-level.

Salutato come un “importante aggiornamento” del sistema Innovent + del produttore con sede in Pennsylvania , InnoventPro offrirà due nuove dimensioni di costruzione (3 litri o 5 litri) e velocità di stampa che superano i 700 cc / ora per la produzione di parti in metallo, ceramica e composito.

Destinato agli utenti nella ricerca, nel mondo accademico e nella produzione, inclusi i negozi MIM e la produzione ad alto volume, il CEO di ExOne John Hartner promette “un sistema entry-level aggiornato che è più grande, più veloce e più intelligente che mai”.

La chiave di questo ultimo aggiornamento, InnoventPro presenterà gli stessi moduli di testine di stampa a ricircolo presenti nell’X1 25Pro e nel grande X1 160Pro lanciato di recente , per consentire un facile passaggio dalla ricerca e sviluppo alla produzione in serie. Inoltre, questi moduli offrono anche la possibilità di utilizzare leganti per particolato in quella che ExOne ha descritto come una “mossa pionieristica” per un sistema a getto di legante commerciale.

Brevettate per la prima volta nel 2018, le “sospensioni di nanoparticelle stampabili a getto d’inchiostro” di ExOne sono una nuova classe di leganti ExOne NanoFuse. L’uso di nanoparticelle, che riempiono gli spazi tra le particelle del letto di polvere, consente l’incollaggio a temperature più basse, parti “verdi” più resistenti e una migliore sinterizzazione dei metalli più richiesti, come rame e alluminio. Si dice anche che questi raccoglitori forniscano parti ad alta risoluzione con bordi più nitidi e caratteristiche più fini.

“Proprio come l’attuale Innovent + è servito da banco di prova per il nostro sistema brevettato Triple ACT, che ora offre una qualità leader del settore nel getto di legante metallico, InnoventPro offrirà nuove funzionalità rivoluzionarie in un sistema commerciale”, Rick Lucas, CTO di ExOne e VP, New Markets, ha spiegato. “Il nostro approccio brevettato agli inchiostri particolati per la stampa 3D in un letto di stampa sta aprendo nuove porte al binder jetting”.

Triple ACT è la tecnologia di compattazione avanzata di ExOne che offre una densità della parte finale fino al 97 +% e tolleranze dimensionali nell’intervallo <1% -2,5%. Si dice che la tecnologia abbia contribuito ad accelerare la qualificazione di nuovi materiali con i leganti NanoFuse che dovrebbero espandere ulteriormente quella gamma di materiali.

Altrove, ExOne ha anche fornito uno sguardo a un nuovo veicolo a guida automatizzata X1D1, presentato per la prima volta nel novembre dello scorso anno , progettato per trasportare scatole costruite attraverso le fasi di stampa, polimerizzazione, depolverazione e sinterizzazione finale del processo a getto di legante.

Associato con l’X1 160Pro e una nuova app ExOne Scout abilitata da Siemens che presenta il monitoraggio e l’analisi della macchina in tempo reale tramite dispositivi intelligenti, l’AGV mira a fornire una maggiore flessibilità ed efficienza del layout tra i reparti di produzione, compresi quelli con più stampanti. L’X1D1 AGV si bloccherà nella parte anteriore del 160Pro e sarà in grado di far rotolare una grande scatola di costruzione da 160 litri con 700 chilogrammi di polvere dentro e fuori dalla macchina e trasportarla alla fase successiva del flusso di lavoro.

“Sebbene le stampanti 3D in metallo di produzione di ExOne rimarranno il fulcro della nostra visione di produzione digitale, stiamo cercando di semplificare l’intera sequenza dei processi attorno ai nostri sistemi con automazione, software e monitoraggio e controlli remoti”, ha aggiunto Hartner. “ExOne Scout e X1D1 ci stanno spingendo verso un pacchetto di produzione digitale completo che sia intelligente ed efficiente.”

Be the first to comment on "ExOne InnoventPro"

Leave a comment