ExOne con ANSYS Elnik Systems e DSH Technologies

EXONE FORMA MOLTEPLICI PARTNERSHIP PER SEMPLIFICARE LA SINTERIZZAZIONE PER LA STAMPA 3D DI LEGANTI METALLICI

Il principale produttore di stampanti 3D per binder jet ExOne ha annunciato due partnership durante Formnext 2019 volte a sviluppare la fase di sinterizzazione del suo processo di stampa 3D jet binder in metallo .

La società sta collaborando con la società di simulazione ingegneristica ANSYS per sviluppare software per prevedere il comportamento di sinterizzazione di parti metalliche stampate in 3D tramite getti leganti. ExOne ha inoltre ampliato le sue partnership con gli esperti statunitensi Elnik Systems e DSH Technologies , con sede negli Stati Uniti , per migliorare la standardizzazione della sinterizzazione dei metalli per le parti a getto di legante. “Le stampanti 3D in metallo ExOne offrono già densità e ripetibilità leader del settore”, commenta John Hartner, CEO di ExOne.

“ORA STIAMO LAVORANDO PER GARANTIRE CHE LA FASE FINALE DI SINTERIZZAZIONE SIA IL PIÙ SEMPLICE POSSIBILE PER I NOSTRI CLIENTI: UN PROCESSO END-TO-END SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITÀ CHE OFFRE UN RISULTATO DI QUALITÀ.”

La sinterizzazione è un passo significativo all’interno del processo di stampa 3D con getti di leganti metallici. La tecnologia utilizza un file digitale per stampare a getto d’inchiostro un legante in un letto di polvere che può essere in metallo, sabbia o ceramica. Facendo aderire le particelle, il legante a getto d’inchiostro aiuta a creare una parte solida uno strato alla volta. Con il metallo, tuttavia, è necessario un passaggio aggiuntivo per la sinterizzazione della parte finale, al fine di fondere le particelle in un oggetto solido.

La sinterizzazione è un processo di produzione comune, tuttavia ExOne ha identificato che una volta applicata alla libertà di progettazione della stampa 3D, sorgono nuove sfide. La sinterizzazione di una parte metallica “verde” (prima della debinding e della sinterizzazione) prodotta attraverso la stampa 3D a getto legante spesso comporta prove ed errori al fine di fornire tolleranze dimensionali prevedibili e altre proprietà. Pertanto, le partnership di ExOne con ANSYS, Elnik e DSH mirano a prevedere e semplificare meglio il processo di sinterizzazione.

Recentemente, ExOne ha compiuto notevoli sforzi per sviluppare la sua tecnologia di stampa 3D jet jet . La società sta collaborando con artisti del calibro di Sandvik e ORNL per far avanzare ulteriormente il processo di getto del legante per le parti metalliche.

Stampanti 3D di metallo di ExOne, tra cui l’Innovent + , X1 25PRO , M-Flex , e il recentemente rilasciato X1 160pro , sono compatibili con sei polveri metalliche qualificati, tra cui 316, 304L e 17-4PH. Il processo di qualificazione per i metalli richiede prestazioni ripetibili e desiderabili nella sinterizzazione, nonché la stampa 3D.

Nella sua estesa collaborazione con Elnik e DSH, ExOne sta cercando di standardizzare e migliorare i profili di sinterizzazione per le parti metalliche stampate in 3D sui suoi sistemi di getti leganti. Elnik è un produttore di apparecchiature di debinding e sinterizzazione batch. Affiliata di Elnik, DSH fornisce assistenza metallurgica e servizi di produzione chiavi in ​​mano.

I profili saranno basati sul tipo di metallo, nonché sulle caratteristiche delle parti e sugli elementi geometrici. Tutte e tre le aziende stanno anche co-sviluppando un’interfaccia per selezionare il caricamento automatico dei diversi profili di sinterizzazione. Ciò contribuirà a semplificare il processo di sinterizzazione.

“Siamo onorati di collaborare con l’esperto team ExOne ai miglioramenti tecnologici per la tecnologia dei getti di leganti metallici”, ha commentato Stefan Joens, Presidente Elnik / Vice Presidente DSH.

Inoltre, ExOne e ANSYS stanno sviluppando un software predittivo per aiutare a semplificare il processo di progettazione di parti metalliche per il getto di legante, che include la fase finale di sinterizzazione. Uno sviluppatore di software, ANSYS è specializzato in ingegneria assistita da computer (CAE), con una varietà di programmi sviluppati appositamente per la produzione additiva all’interno del suo portafoglio.

Il software di simulazione consentirà agli utenti di prevedere come si comporteranno le parti durante la sinterizzazione, consentendo di effettuare o automatizzare le regolazioni per ottenere la parte metallica desiderata. Al di fuori del getto di leganti metallici, il software può anche essere utilizzato per perfezionare il processo brevettato di ExOne di settatori di sinterizzazione per stampa 3D in allumina. I setter vengono utilizzati durante la sinterizzazione per supportare alcune caratteristiche geometriche durante il processo di sinterizzazione.

Una versione beta del software, per l’acciaio inossidabile 316L, è prevista per il rilascio nel primo trimestre del 2020, con la previsione di un software di modellazione per altri materiali. “Mentre oggi i clienti ExOne sinterizzano con successo le parti, il processo spesso comporta alcune prove ed errori con parti sacrificali. Siamo certi che il nuovo software di simulazione semplificherà notevolmente questo processo e faciliterà l’adozione del nostro processo di produzione sostenibile “, aggiunge Hartner.

Visita lo stand di ExOne a Formnext 2019 nel padiglione 12.0, stand C21, dove l’azienda presenta la versione di produzione della sua stampante 3D X1 25PRO . Elnik si trova anche nel padiglione 12.0, presso lo stand B69, mentre ANSYS espone dal padiglione 11.0, stand F39.

Be the first to comment on "ExOne con ANSYS Elnik Systems e DSH Technologies"

Leave a comment