Elegoo Mars recensione test drive prova su strada

RECENSIONE: ELEGOO MARS, UNA STAMPANTE 3D LCD UV ADATTA PER GLI HOBBISTI IN UN PACCHETTO ELEGANTE

Esaminiamo la stampante 3D Elegoo Mars.

Mars è una stampante in resina UV LCD desktop di livello consumer prodotta dalla tecnologia cinese start-up Elegoo . Al prezzo di soli $ 259 , questa stampante offre stampe premium senza un prezzo premium. Commercializzato da appassionati, Mars è facilmente accessibile sia agli appassionati di stampa 3D di lunga data sia agli utenti alle prime armi che desiderano immergere le dita dei piedi nel mondo della stampa su resina.

Con un volume di stampa modesto ma tipico di 120x68x155 mm, Marte ha una produzione limitata di gioielli, miniature da tavolo, accessori per la cultura pop e piccoli prototipi meccanici. Tutte le funzioni digitali sono controllate da un display touchscreen a colori da 3,5 “sul pannello anteriore, mentre la connettività è limitata a una porta USB 3.0 presente sul pannello posteriore.

Uno schermo LCD 2560 × 1440 2K supportato da una serie di luci e specchi UV da 405 nm offre una risoluzione XY standard del settore di 0,047 mm. Accoppiato con un’altezza minima dello strato di 0,01 mm, Mars ha la capacità di produrre stampe di qualità molto superiore rispetto anche alle macchine FFF più sofisticate. La stampante è supportata dall’affettatrice 3D ChiTuBox consolidata e affidabile.

Unboxing, Setup e Prime impressioni

Dopo aver maneggiato per la prima volta l’Elegoo Mars, è evidente che il produttore cinese ha fatto grandi sforzi nella progettazione e nell’assemblaggio. La stampante ha un corpo in alluminio ben costruito e robusto con una finitura opaca che gli conferisce una sensazione eccezionale. Con un peso di 5 kg e un corpo cuboide 195x195x405 mm, si sente come a casa su un desktop domestico. La singola porta USB sul pannello posteriore può essere difficile da raggiungere in situazioni in cui è contro un muro ma a parte questo piccolo inconveniente, la stampante ha un’architettura ben congegnata. L’altezza dell’asse Z del piano di stampa è controllata da motori passo-passo che fanno girare una guida filettata. Il movimento sembra stabile e senza intoppi.

Come per tutte le stampanti in resina, sull’area di stampa è presente un coperchio del filtro UV. La copertura UV è in posizione per evitare che la resina nel serbatoio si indurisca prematuramente a causa di fonti UV esterne come il sole. Tuttavia, si consiglia comunque di conservare la stampante lontano dalla luce solare diretta poiché il coperchio non blocca il 100% dei raggi che la colpiscono. Nel caso di Marte, ha la forma di un coperchio cuboide che incapsula lo spazio sopra lo schermo LCD. Il colore rosso sangue del modello base assicura una presenza visiva di impatto indipendentemente dall’ambiente circostante. Alloggiato nell’area di stampa sotto il coperchio è un letto di stampa e una vasca di resina. La vasca in resina è delimitata da una pellicola FEP trasparente e può essere estratta da sotto le sue staffe allentando due viti. Il letto di stampa è robusto,

Nella confezione è incluso quasi tutto il necessario per avviare l’utente sulla prima barra di stampa alcuni materiali di consumo. Una volta acquistati una bottiglia di resina fotopolimerica induribile con UV e una bottiglia con alcool isopropilico al 95% +, la stampante è pronta per l’uso. La resina di Elegoo funziona meglio con Marte, ma qualsiasi resina induribile a una lunghezza d’onda di 405 nm sarà adatta. L’alcool isopropilico è fondamentale nella post-elaborazione per la pulizia della resina in eccesso dalle stampe.

Tutti gli strumenti necessari per allentare e serrare le varie viti attorno al corpo della stampante sono inclusi insieme a molte viti di ricambio. Il manuale di istruzioni incluso nella confezione descrive in dettaglio come eseguire il processo di livellamento assistito che richiede circa cinque minuti. È abbastanza semplice da essere seguito facilmente da qualsiasi utente per la prima volta e una volta livellato, la piattaforma di costruzione rimane livellata per almeno un paio di settimane di uso intenso. Questo è abilitato dal touchscreen da 3,5 “che è un gateway per le impostazioni della lingua, un test LCD e la manipolazione dell’asse Z.

Affettatura e post elaborazione

Al caricamento di ChiTuBox, l’utente viene accolto con una raffinata interfaccia utente blu e grigia. Una volta caricato il modello 3D desiderato, è possibile modificare il posizionamento sul piano di stampa, la rotazione dell’oggetto e la scala delle dimensioni. ChiTuBox offre anche funzioni di mirroring e hollowing progettate per risparmiare rispettivamente tempo e resina.

Una volta che il modello è orientato come desidera l’utente, deve essere supportato per garantire che tutte le isole siano collegate al piano di stampa. Le funzioni di supporto su ChiTuBox sono intuitive e facili da imparare; la funzione Aggiungi supporto genera singoli supporti e la funzione Elimina supporto li elimina. Per gli utenti più pigri o attenti al tempo, è disponibile una funzione di auto-supporto che consente al programma di generare automaticamente supporti su ogni parte del modello che ritiene opportuno.

Abbiamo trovato questa funzione per esagerare, garantendo una stampa di successo ma generando supporti in aree che non ne hanno bisogno. Lo sfregio del supporto non necessario, in questo caso, rende il tempo e lo sforzo extra necessari per supportare manualmente un modello più che ne vale la pena. Gli utenti più coscienziosi possono beneficiare di impostazioni di supporto ancora più profonde, come spessore del supporto, lunghezza minima del supporto e angoli di supporto. Una volta che il modello è adeguatamente supportato, può essere suddiviso e salvato su una chiavetta USB, pronto per la stampa.

Una volta completata la stampa, segnalata da un segnale acustico utile, deve essere raschiata dal piano di stampa con gli strumenti forniti nella confezione. A questo punto, la resina in eccesso deve essere pulita in un bagno al 95% + alcool isopropilico per cinque minuti. Un pulitore ad ultrasuoni sarà utile ma non essenziale. La stampa essiccata deve quindi essere polimerizzata alla luce UV per altri 5-10 minuti. Ancora una volta, una stazione UV sarà utile ma non essenziale; la luce solare diretta è più che adeguata.

Benchmarking di Elegoo Mars

Dopo meticolosi test da parte dei nostri ingegneri interni, diversi benchmark hanno definito le capacità di Elegoo Mars. Questi includono una torre di prova Elegoo, una classica Benchy, una prova di ripetibilità, una prova di sporgenza, una prova a ponte e una piccola e precisa prova delle parti. Sono stati inoltre eseguiti test di applicazione reali in cui sono stati stampati alcuni modelli popolari per dare un’idea di come il Marte sarebbe andato nelle mani di un consumatore tipico.

Prima di tutto, la torre di prova Elegoo. Elegoo fornisce questo file di serie con ogni acquisto su Marte. La torre è composta da spigoli vivi, curve morbide e ha anche un copione incollato su di esso. È un file di benchmarking tuttofare molto simile al classico Benchy. The Mars ha fatto un ottimo lavoro nel stampare i dettagli di precisione sia sulla torre che su Benchy. Le forme organiche sono lisce, gli angoli acuti sono nitidi e la dicitura è facilmente leggibile.

Successivamente, è stato eseguito il test di ripetibilità per testare la capacità della stampante di ricreare con precisione le forme. Il test è composto da tre diverse strutture che sono tutte stampate cinque volte: un tubo, un quadrato con un foro e un esagono con un crepaccio a forma di pillola. In ciascuna di queste stampe era desiderabile una media di differenza inferiore a 0,3 mm tra gli oggetti stampati e i file di riferimento. Elegoo Mars ha gestito questo test magnificamente con ogni parametro pari o inferiore alla soglia di 0,3 mm. I tubi si sono raschiati a 0,3 mm mentre i quadrati e gli esagoni erano comodamente nell’intervallo rispettivamente a 0,034 mm e 0,026 mm. Questa è la prova della capacità di Marte di stampare prototipi meccanici con tolleranze strette numerose volte senza deviazioni significative dalla fonte.

Test di ripetibilità.
Il test successivo eseguito è stato il test di sporgenza che determina l’angolo più nitido su cui la stampante può stampare senza supporti. Il modello è composto da sei labbra sporgenti che partono ad angoli sempre più ripidi, da 40 gradi a 65 gradi con intervalli di 5 gradi. Si è concluso che sporgenze fino a 55 gradi sono state stampate senza deformazioni significative, il che significa che l’angolo di sporgenza massimo che Marte può gestire è di 55 gradi. Gli angoli più acuti di questo limite non mantenevano i loro profili diritti e si erano visibilmente curvati a causa dell’incapacità di sostenere il proprio peso.

Test di sporgenza.

Il penultimo test di benchmarking prima delle applicazioni reali è stato il bridge test. Il test del bridge è progettato per determinare la capacità di una stampante di gestire strutture orizzontali senza supporti. I ponti sono aumentati in lunghezza da 25 mm a 60 mm. È stato rinfrescante vedere Marte stampare con successo tutti i ponti anche se tutti i ponti dopo 25 mm sono visibilmente deformati poiché le stampanti in resina tendono a funzionare male in questa categoria. La stampa strutturalmente solida di 25 mm è stata il risultato della Marte che curava il primo strato abbastanza da poter sostenere il proprio peso e il peso dello strato successivo. Un limite di 25 mm nel test del ponte costituisce una buona prestazione quando si fa riferimento alle stampanti in resina.

Test del ponte.

Il test di benchmarking finale eseguito su Elegoo Mars è stato il test di parti piccole e precise in cui sono stampati i dadi e i bulloni filettati corrispondenti. Questo test determina la capacità della stampante di mantenere tolleranze strette e generare forme precise. I fili dei due componenti sono stati stampati fedelmente in scala e senza difetti in modo da poter essere assemblati facilmente e formare un accoppiamento funzionante. Abbiamo notato un po ‘di spazio di manovra minore nell’assemblaggio, ma non ha influito in alcun modo sulla funzionalità del giunto.

Test di applicazioni reali

I test delle applicazioni reali erano una serie di stampe che l’utente medio avrebbe potuto stampare. Includevano una serie di anelli, una Torre di Mordor e una miniatura da tavolo generica. Mentre ci sono sicuramente stampanti in resina che potrebbero far esplodere l’acqua su Marte in termini di qualità di stampa a causa di schermi LCD ad alta risoluzione o laser di precisione più elevata, Elegoo Mars ha mostrato prestazioni straordinarie per il suo prezzo. Le stampe erano di qualità abbastanza elevata da non rendere visibili le linee di livello se non le si cercava attivamente. Le scanalature dell’armatura della miniatura erano profonde e i dettagli più fini come i denti del leone o le crepe nella Torre di Mordor erano facilmente visibili.

Il verdetto

In definitiva, Elegoo Mars è un’iniziazione quasi perfetta per chiunque cerchi di provare a stampare con la resina. Dotato del suo display LCD 2K, questo potente mouse da $ 300 produce modelli paragonabili alla maggior parte delle stampanti da $ 500 + resina. L’interfaccia utente è raffinata e il supporto fornito da Elegoo ricorda un’impresa familiare. Con alcuni cambiamenti nella qualità della vita, come un migliore posizionamento USB, Mars ha il potenziale per dominare il mercato della stampa in resina di qualità consumer.

Be the first to comment on "Elegoo Mars recensione test drive prova su strada"

Leave a comment