E3D presenta una nuova linea di componenti per stampanti 3D ad alta temperatura

E3D  ha lavorato con Victrex per sviluppare un nuovo materiale di stampa 3D PAEK , un filamento specializzato per alte temperature. Un filamento così speciale richiede diversi componenti avanzati con cui stampare e l’E3D sta lavorando alla consegna. L’azienda sta introducendo una nuova gamma di alte temperature, comprese le cartucce di riscaldamento ad alta temperatura e i letti riscaldati.

E3D aveva bisogno di risolvere due problemi principali riscontrati quando si utilizzavano le cartucce del riscaldatore a temperature elevate. Il primo problema era che i riscaldatori standard mancavano di energia sufficiente quando si opera a temperature più elevate, e il secondo problema era che i riscaldatori tradizionali ad alta potenza tendono a bruciare in poche decine di ore quando si superano i 400ºC. Quindi l’azienda ha sviluppato un nuovo tipo di riscaldatore. Utilizza un nuovo tipo di filo dell’elemento di resistenza, circondato da un isolamento ceramico ben confezionato e consolidato, che lo rende in grado di funzionare a temperature elevate.

La cartuccia è inoltre dotata di uno speciale rivestimento conforme alla conducibilità termica che migliora il trasferimento di calore all’estremità calda. Ciò rafforza le prestazioni e migliora l’affidabilità a lungo termine in quanto il riscaldatore è in grado di dissipare più efficacemente il calore, riducendo i punti caldi localizzati. La cartuccia presenta anche una curva a 90 gradi che semplifica l’imballaggio, semplifica il percorso dei cavi e previene i danni interni attraverso il serracavo. Infine, ha un cablaggio in silicone in fibra di vetro ad alto spessore con un connettore.

“Naturalmente, la stampa a temperature così elevate comporta diversi rischi”, afferma E3D. “Per uno, i nostri blocchi di alluminio standard possono ammorbidire se utilizzati con queste cartucce riscaldanti, e anche i nostri ugelli in acciaio temprato perderanno parte della loro durezza … Per questo motivo, consigliamo vivamente di utilizzare queste cartucce riscaldanti con la nostra   gamma di prodotti in rame nichelato , e come bonus questo offrirà una conduttività termica più efficace e una maggiore massa termica. ”
E3D ha anche sviluppato un letto riscaldato ad alta temperatura  che può raggiungere più di 100 ° C in soli 80 secondi. Nel complesso, possono raggiungere temperature fino a 200ºC. L’azienda ha adottato tutte le misure per rendere i letti sicuri e affidabili.

“I tappetini riscaldanti in gomma di silicone esistenti si basano su un foglio adesivo che aderisce al riscaldatore in silicone sul lato inferiore del piano di stampa”, spiega E3D. “Il problema principale di questo metodo è che l’adesivo si guasta quando si opera al di sopra dei 100 ° C, il che è limitante se si considera che lo scopo generale dell’espansione era quello di consentire al letto di funzionare a temperature più elevate. Per ovviare a questo abbiamo vulcanizzato i nostri riscaldatori direttamente alla sottopannella anodizzata della piastra in alluminio superpiatta. Qui il silicone indurisce sulla superficie di alluminio, unendo intimamente i due. Ciò elimina completamente la necessità dell’adesivo per la limitazione delle prestazioni e porta infine il riscaldatore a un contatto molto stretto con il letto. ”
I letti riscaldati sono offerti in sei diverse varietà di dimensioni, tensioni e potenze. Come con le cartucce, E3D consiglia di utilizzare i letti riscaldati con i suoi componenti in rame placcato, che restano forti e non si ammorbidiscono quando si opera a temperature più elevate. Hanno anche un rivestimento placcato che riduce l’accumulo di materiale fuso sull’ugello.

I componenti di stampa ad alta temperatura accoppiati con stampanti che gestiscono la stabilità termica del vano della camera di costruzione possono consentire alle stampanti 3D di stampare materiali ad alte prestazioni come PEEK, PEI e PPA. Questi materiali devono essere lavorati a temperature più elevate, ma possono offrire agli operatori temperature di servizio continuo più elevate, resistenza meccanica e qualità come un’elevata resistenza all’usura, consentendo loro di stampare alcuni dei polimeri estrusi più performanti disponibili. Rendendo disponibili questi componenti, E3D sta aiutando molti OEM a fornire loro un percorso più semplice verso stampanti 3D ad alta temperatura. Molti altri nuovi venditori dovrebbero entrare nel mercato a causa di questo. Puoi saperne di più e acquistare qui la gamma di alte temperature di E3D .

Be the first to comment on "E3D presenta una nuova linea di componenti per stampanti 3D ad alta temperatura"

Leave a comment