Dei guanti stampati in 3d in grado di sopprimere i tremori del Parkinson e rendere le persone autonome

Un guanto per la soppressione del tremore con componenti stampati 3D aiuta i pazienti affetti da Parkinson ad avere un migliore controllo motorio

La malattia di Parkinson è una malattia neurologica degenerativa a lungo termine, che, secondo la Fondazione Parkinson , colpisce più di 10 milioni di persone nel mondo di oggi. Il disturbo è molto vario e non esistono due persone che lo sperimentino nello stesso modo, sebbene il risultato principale sia una perdita di neuroni dopaminergici. Tuttavia, più del 25% delle persone colpite ha il tremore dell’azione che così tante persone associano al morbo di Parkinson. Questi tremori fanno parte di ciò che rende il disturbo così difficile e limita  le persone a svolgere semplici compiti in casa, quindi vivere da soli può essere molto impegnativo.

Ma i ricercatori della Western University , sostenuti dalla Fellowship di Peter C. Maurice in Ingegneria biomedica, hanno sviluppato un prototipo di guanto per la soppressione del tremore indossabile, completo di componenti stampati in 3D, che potrebbe rendere la vita più facile per le persone che vivono con il Parkinson.

Ana Luisa Trejos , professore di ingegneria elettrica e informatica presso la Western e ricercatrice chiave presso l’ Istituto per le ossa e le articolazioni dell’università  , ha dichiarato: “Se avete visto qualcuno con il Parkinson che ha tremori, li ha nel loro intero corpo, ma sono quelli nelle loro dita che davvero impediscono loro di svolgere le attività della vita quotidiana. ”
La stampa 3D è stata utilizzata per creare dispositivi che  monitorano i sintomi del morbo di Parkinson , e i ricercatori in Australia sono in grado di stampare il tessuto cerebrale in 3D da cellule staminali umane , che un giorno potrebbero essere utilizzati per trattare la malattia. Ma fino ad allora, le persone con la malattia devono trovare un modo per vivere con sintomi come i tremori.

Insieme ai membri del suo Wearable Biomechatronics Laboratory Group , che si concentra sullo sviluppo della prossima generazione di sistemi meccatronici per la riabilitazione, Trejos ha completato studi che dimostrano che i dispositivi di soppressione dei tremori mirati ai polsi e ai gomiti rendono spesso le cose ancora più difficili per le persone con Parkinson, perché i dispositivi possono produrre tremori esagerati nelle dita.

Ma questa volta, Trejos e il suo team hanno sviluppato un nuovo approccio per la progettazione di una tecnologia indossabile che consente alle persone con Parkinson di dimostrare un migliore controllo motorio, riducendo allo stesso tempo e limitando le contrazioni muscolari involontarie che sono così comuni al disturbo.


“Mentre raccoglievamo dati, abbiamo visto di prima mano che le persone affette dal morbo di Parkinson sono davvero frustrate quando non possono fare qualcosa da sole e sento che il nostro guanto permetterà loro di tornare alla loro vita quotidiana. Può essere molto frustrante non essere in grado di mangiare o abbottonarsi una maglietta da solo. O anche disegnare. Cose che diamo per scontate “, ha detto Trejos. “Creando un guanto che consente alle persone di eseguire queste azioni mentre sopprimono i tremori, penso che potrebbero tornare ad essere molto più indipendenti nelle loro case per un periodo di tempo molto più lungo.
La maggior parte dei dispositivi di soppressione dei tremori si concentra sul fare ovvi – tremori sopprimendo, come quelli con cui sono afflitti i malati di Parkinson. Ma i guanti personalizzati del team di ricerca occidentale, che hanno componenti stampati in 3D, adottano un approccio diverso: sono in grado di monitorare i movimenti volontari. Quindi, se qualcuno con il morbo di Parkinson sta tentando di completare un compito specifico, i guanti minimizzano effettivamente il tremore, consentendo nel contempo che l’azione abbia luogo.

“I nostri guanti non sopprimono tutti i movimenti, che è quello che fanno la maggior parte degli altri sistemi tecnologici indossabili. Stanno sopprimendo o non sopprimono i movimenti, quindi quando una persona sta cercando di eseguire un’attività specifica, i dispositivi in ​​realtà impediscono loro di eseguire l’azione che stanno cercando di eseguire. Devono agire contro di esso “, ha spiegato Trejos. “I nostri guanti consentono effettivamente il movimento volontario e, allo stesso tempo, impediscono il verificarsi del tremore.”
Il guanto prototipo del team è stato creato appositamente per la mano sinistra di Yue Zhou, uno studente di dottorato occidentale del Wearable Biomechatronics Laboratory Group che ha anche stampato in 3D i componenti chiave del guanto. Anche Michael Naish di Mechanical and Materials Engineering presso Western e Mary Jenkins della Schulich School of Medicine & Dentistry dell’università sono stati collaboratori di progetto.

Al fine di massimizzare i benefici della nuova tecnologia indossabile del team, i guanti e i loro componenti stampati 3D saranno infine progettati su misura per ciascuna delle mani del paziente, in modo che possano vivere la vita con il Parkinson un po ‘più facilmente.

Be the first to comment on "Dei guanti stampati in 3d in grado di sopprimere i tremori del Parkinson e rendere le persone autonome"

Leave a comment