David Sher a Milano a Plast 2015 incontra tre aziende italiane di filamenti laTreeD, la Feel Color e la EUMAKERS

Da anni vivo in Italia o comunque ci passo molto tempo e ne conosco qualche dinamica.
filamenti L’Italia si dimostra una protagonista nel mondo della stampa 3d e non solo per la sua tradizione di potenza industriale.
L’Italia durante gli anni del suo “miracolo economico” (di nuovo negli anni ’60) è stata trainata  dall’industria petrolchimica e anche se   ciò che resta dopo decenni di malgoverno non è molto , rimane comunque una industria manifatturiera della plastica e dello stampaggio fiorente. Questo mi è parso subito evidente quando ho visitato l’enorme PLAST 2015 alla fiera di Milano, dove sono andato alla ricerca di nuove applicazioni in plastica per l’industria 3D.

Mentre la stampa 3D  occupa  una sezione molto piccola in una delle sei  sale dedicate alla fiera,  anche se è stato uno dei settori che ha attirato il maggior numero di visitatori. I principali attori qui erano invece i produttori di filamenti: le aziende che spesso hanno una lunga esperienza di lavoro con le materie plastiche e che di recente hanno deciso di entrare nel mercato dei filamenti, e che ora presentano alcuni prodotti molto interessanti e di grande qualità

La prima azienda  che ho visitato, la TreeD, abbiamo già parlato. Ho finalmente avuto la possibilità di incontrare Dario Negrelli Pizzigoni, un esperto di lunga data del settore della plastica che mi ha stupito con la sua conoscenza approfondita di ogni possibile termopolimero che può essere utilizzato come filamento – e con la sua esperienza nell’estrusione e nei parametri di stampa FFF 3D . La notizia principale proveniente dallo stand di Atree riguardava il filamento di simil  lana , che ho avuto la possibilità di vedere di persona in tre diversi colori, così come un nuovo formato spool da 10Kg, che viene fornito in una scatola di cartone che si trasforma in un porta bobina . Ho anche avuto la possibilità di vedere le stampe 3D realizzate con le miscele di filamenti. Da quanto hanno accennato bisognerà tenerli  d’occhio arriveranno presto delle novità.

C’erano anche altre due società che in precedenza non conoscevo. Uno, chiamato Feel-Color, ed è nuova di zecca. Come molte aziende della stampa 3D (sia di materiali di consumo che di  hardware), sono uno spin-off di una società più grande, in questo caso, la società madre  opera nel settore delle stringhe di plastica per i decespugliatori  . Sono così nuovi che il sito esiste ancora solo in una forma temporanea. Producono PLA, ABS, e filamenti di nylon e le loro caratteristiche principali sono che offrono una vasta gamma di colori vivaci, tutta lo spettro dal chiaro al rosa flou. Infatti, un servizio interessante è che possono farti l’esatto filamento di colore personalizzato che desiderate per ogni ordine superiore ai 10 Kg. Inoltre, essi sono esperti in filamenti di estrusione e ciascun filamento si misura costantemente, così da garantire una perfetta uniformità nell’intero rocchetto.

La terza società che ho scoperto  presente in fiera, è la EUMAKERS, ed è anch’essa relativamente nuova, il che significa che hanno speso l’anno scorso nella creazione di un negozio di stampa 3D e di servizi a 360 ° . Arrivano dalla Puglia   e sono pronti ad annunciare il loro progetto al mercato. Alla EUMAKERS offrono scansioni 3D e servizi di stampa 3D a colori; sono rivenditori di stampanti 3D per Ultimaker, WASP e Witbox; e offrono una vasta gamma di colori a incandescenza, proprio in PLA. Ho avuto la possibilità di provare il cielo blu da 2,85 millimetri (mi hanno dato un sacco di campioni e bobine da testare) e sembra che funzioni benissimo. Hanno  più di 60 colori (ci sono cinque diversi colori rossi, sette verdi differenti e 10 diversi gialli!), Disponibili sia nella misura da  2,85 e da 1,75 millimetri in PLA, sono tutte dotate di belle bobine stampate in 3D che si trasformano in appendiabiti dopo l’uso per la piena riciclabilità.

David Sher da 3dprintingindustries.com

Be the first to comment on "David Sher a Milano a Plast 2015 incontra tre aziende italiane di filamenti laTreeD, la Feel Color e la EUMAKERS"

Leave a comment