Cyber ​​e Dura Vermeer e la panchina donata alla città olandese di Haarlem

Cyber ​​e Dura Vermeer donano una panca stampata in 3D alla città olandese di Haarlem (olandese non Harlem New York).

Essendo una piccola nazione, l’Olanda è conosciuta per un sacco di cose tra cui il formaggio, le biciclette, i tulipani e i ponti. Ora, a quanto pare, il paese europeo può anche aggiungere le panche stampate in 3D a questa lista.

Cioè, mentre la maggior parte dei paesi ha zero panchine stampate in 3D, i Paesi Bassi ora ne vantano due: una ad Amsterdam, che è stata progettata dall’architetto olandese Janjaap Ruijssenaars e un’altra ad Haarlem, che è stato presentato lo scorso settembre.

Il progetto della panchina 3D di Haarlem, che comprende anche un portabiciclette stampato in 3D e una stampante 3D, è stato realizzato grazie alla collaborazione tra la società olandese Dura Vermeer, lo studio di architettura Inbo e la società olandese di costruzioni CyBe, specializzata in strutture in calcestruzzo stampato in 3D .

Insieme, le tre parti hanno progettato, stampato in 3D e installato la panca e i suoi accessori lungo il bordo del fiume Spaarne, che scorre attraverso Haarlem. La panchina in cemento stampata in 3D è stata donata alla città di Haarlem da Dura Vermeer per celebrare il rinnovamento di successo di due dei “Buitenrustbruggen” della città ( i due ponti).

I residenti e i visitatori di Haarlem hanno avuto la possibilità di vedere la panca, il portabici e la fioriera stampata in 3D in loco lo scorso settembre, e ora possono liberamente utilizzare la moderna installazione in cemento.

Oltre ad aggiungere un tocco tecnologico alle sponde del fiume di Haarlem, la panca stampata in 3D è anche pensata per dimostrare le potenzialità della stampa 3D, sia per il design che per la produzione sostenibile.

Riguardo a quest’ultimo, Dura Vermeer ha lavorato con CyBe Construction e Inbo per costruire il banco, il rack e la fioriera da un materiale in calcestruzzo durevole ed ecologico, che secondo le stime avrebbe un impatto in CO2 del 32% inferiore rispetto al cemento standard.

Inoltre, Dura Vermeer dice che potrebbe un giorno – forse tra dieci anni – recuperare le strutture stampate in 3D, abbatterle e riutilizzare i materiali per nuovi progetti.

Dopo l’inaugurazione della panchina, CyBe Construction ha annunciato di aver prodotto altri cinque  panchine  cittadine per Dura Vermeer presso il suo centro di ricerca e sviluppo, aggiungendo che ogni banco impiega solo circa 35 minuti per stampare in 3D. Ciò significa che CyBe ha stampato 5 bancali in cemento in meno di 1 giorno lavorativo. Dura Vermeer ha in programma di regalare i nuovi banchi di cemento ai propri clienti.

Negli ultimi anni, i Paesi Bassi si sono guadagnati una reputazione positiva all’interno del nascente settore dell’edilizia 3D. All’inizio di quest’anno, ad esempio, BAM, l’Università tecnica di Eindhoven e Witteveen + Bos hanno svelato il primo ponte per biciclette in calcestruzzo stampato del Paese .

La società di stampa 3D robotizzata MX3D ha anche lavorato a un ponte pedonale stampato in 3D realizzato in acciaio negli ultimi anni, che ha una data di completamento prevista per giugno 2018.

CyBe Construction, da parte sua, ha recentemente fatto notizia per aver completato la stampa 3 D in loco dello              R & Drone Laboratory , un laboratorio di ricerca dedicato alle tecnologie dei droni a Dubai.

In una iniziativa in corso, Dus Architects, studio di architettura con sede ad Amsterdam, mira a costruire la prima casa sul canale stampata in 3D al mondo . Siamo ancora ansiosi di aggiornamenti su questo particolare progetto, che ha suscitato l’interesse del presidente Barack Obama nel 2014.

Be the first to comment on "Cyber ​​e Dura Vermeer e la panchina donata alla città olandese di Haarlem"

Leave a comment