CTC brevetta la stampa 3D con metalli gassosi per costruire componenti a pareti sottili

CTC brevetta il concetto di stampa 3D che utilizza metalli gassosi per costruire componenti a pareti sottili

Concurrent Technologies Corporation (CTC) ha annunciato di aver ottenuto un brevetto per il suo processo di “Additive Manufacturing Using Metals from the Gaseous State”. La società di ricerca tecnologica con sede in Pennsylvania afferma che l’innovativo concetto di stampa 3D potrebbe consentire la produzione di parti metalliche a parete sottile e potrebbe contribuire a far avanzare il campo dell’AM metallico.

Un team di ricerca CTC formato dallo scienziato Joe Pickens e dai consulenti tecnici Juan Valencia e Mike Tims è responsabile dello sviluppo del processo di produzione additivo ora brevettato che utilizza metalli allo stato gassoso per produrre componenti 3D complesse e con pareti sottili.

Secondo il team, il processo di produzione additiva si basa su un metodo già esistente per estrarre metalli dal minerale chiamato processo Mond. Quest’ultimo, inventato nel 1890 da Ludwig Mond, consiste nell’utilizzare il monossido di carbonio per convertire gli ossidi di nichel in nichel puro.

Nella tecnica di stampa 3D di CTC, il concetto Mond viene adattato utilizzando il gas monossido di carbonio su fino a 18 diversi tipi di metallo. Quando il gas e il metallo reagiscono a temperature elevate, spiega CTC, si forma un gas complesso che consente di depositare il metallo su un substrato ad alta temperatura, creando efficacemente il guscio sottile della parte stampata.

“Questa azione libera il monossido di carbonio per il riutilizzo nel reagire con ulteriori atomi metallici e continuare il processo di additivo”, aggiunge l’azienda.

Il processo di stampa 3D di CTC, che ora è protetto dal brevetto statunitense 9,587,309 B1, è considerato ideale per produrre parti metalliche complesse e senza cuciture con pareti sottili, che sono difficili da ottenere utilizzando altri tipi di processi di produzione additivi. CTC spera che il suo metodo contribuisca a completare e colmare una lacuna nel mercato dei metalli AM.

“E’ un approccio diverso per la produzione additiva”, ha commentato Edward J. Sheehan, Jr., Presidente e CEO di Concurrent Technologies Corporation. “I nostri ingegneri hanno applicato creativamente una teoria metallurgica di base per la produzione di una parte reale. Il loro lavoro illustra le soluzioni innovative che gli ingegneri, gli scienziati e altri professionisti di CTC creano per aiutare i nostri clienti a raggiungere i loro obiettivi “.

Sebbene non siano state divulgate applicazioni specifiche per l’innovativo processo di stampa 3D in metallo e la tecnologia sia ancora nelle sue fasi iniziali, il concetto ispirato a Mond di CT sembra certamente intrigante. Terremo d’occhio ogni segno di commercializzazione per il suo processo di produzione additiva utilizzando metalli dal processo gassoso, poiché sembra che potrebbe rappresentare un potenziale punto di svolta.

 

Be the first to comment on "CTC brevetta la stampa 3D con metalli gassosi per costruire componenti a pareti sottili"

Leave a comment