Contro la febbre dl Nilo uno strumento diagnostico stampato in 3D per identificare facilmente le zanzare Aedes aegypti

Lo strumento stampato 3D utilizza lo smartphone per rilevare le zanzare portatrici di malattie, Wolbachia

I ricercatori dell’Università del Texas di Austin hanno sviluppato uno strumento diagnostico stampato in 3D er identificare facilmente le zanzare Aedes aegypti che diffondono la malattia e determinare se l’insetto sia entrato in contatto con una strategia di controllo delle zanzare nota come Wolbachia.

“Molte di queste malattie si stanno diffondendo in aree in cui non erano comuni prima”, ha detto Sanchita Bhadra, ricercatrice associata al Dipartimento di bioscienze molecolari e prima autrice dell’articolo. “Avere la sorveglianza è importante in combinazione con qualsiasi tipo di epidemia, e questo metodo consente un rapido test sul campo.”

L’educatore di ricerca Timothy E. Riedel, il ricercatore Sanchita Bhadra e la studentessa Nicole Pederson fanno parte del team di UT Austin. Vivian Abagiu

Lo strumento utilizza una fotocamera per smartphone, una piccola scatola stampata in 3D con un semplice test chimico per mostrare se una zanzara morta appartiene all’Aedes aegypti, una specie diffusa di zanzare che trasporta Zika e altri virus devastanti che colpiscono oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. La specie è anche legata alla triplicazione dei casi di malattie trasmesse dalle zanzare negli Stati Uniti dal 2004.

Lo strumento diagnostico stampato in 3D rileva anche la presenza di un biopesticida chiamato Wolbachia, un tipo di batteri che impedisce al virus di replicarsi all’interno delle zanzare che trasmettono la malattia. Il Wolbachia è presente in più del 60% delle specie di insetti, tuttavia, non si trova di solito nella zanzara Aedes aegypti. Per molti anni, gli scienziati hanno cercato modi per usarlo per controllare potenzialmente le zanzare che trasmettono malattie umane.

La tecnologia diagnostica esistente richiede un processo complesso per estrarre l’acido nucleico dalle zanzare, spesso dopo che sono morti da giorni e hanno iniziato a decadere, portando a grandi spese e alla possibilità di più errori nei test di laboratorio. Lo strumento diagnostico stampato in 3D, tuttavia, può essere utilizzato ovunque. Analizza l’acido nucleico delle zanzare senza richiedere un processo complicato per rimuoverlo. Lo strumento è ufficialmente chiamato “amplificazione isotermica loop-mediata e spostamento del filamento di oligonucleotidi”, o OSD LAMP, dove una sonda fornisce una semplice lettura sì o no su un cellulare, con una precisione superiore al 97%.

“Questo test può avvenire senza coinvolgere un sacco di personale e attrezzature per assicurarsi che Wolbachia sia efficace e diffondendo come previsto”, ha detto Bhadra. “Quello che fa il nostro test alla fine è che produce una luce fluorescente molto luminosa se quello che cercavi è presente, ad esempio Aedes Aegyptis, e se non è presente, è molto buio.”

I ricercatori hanno affermato di aver condotto con successo un test di quasi 100 zanzare a Galveston. Il team sta anche esplorando l’uso della tecnologia per identificare facilmente se le zanzare intrappolate trasportano Zika, dengue e altri agenti patogeni.

La ricerca appare nella rivista PLOS Neglected Tropical Diseases .

Be the first to comment on "Contro la febbre dl Nilo uno strumento diagnostico stampato in 3D per identificare facilmente le zanzare Aedes aegypti"

Leave a comment