Conferenza europea sulla produzione additiva (AMEC), che si è svolta il 21 giugno di CECIMO

CECIMO è l’organizzazione europea che rappresenta diversi settori manifatturieri nel continente. Conosciuta anche come Associazione europea delle industrie delle macchine utensili, l’organizzazione ha avuto un forte interesse per la produzione additiva  e recentemente è stata responsabile dell’organizzazione della Conferenza europea sulla produzione additiva (AMEC), che si è svolta il 21 giugno ed è stata co-ospitata da Membri del Parlamento Europeo (MEP) di alcuni importanti gruppi politici.

La conferenza ha messo in evidenza la crescente gamma di applicazioni per la produzione additiva nell’industria europea, tra cui l’aerospaziale, la medicina, l’automobilistico e l’idraulica. Uno dei principali argomenti di discussione è stato come accelerare l’adozione della produzione additiva in Europa, e le soluzioni includevano la promozione di nuovi investimenti, lo sviluppo di standard e l’evitare l’eccesso di regolamentazione. Anche gli incentivi fiscali e di R & S più grandi sono stati indicati come priorità.

Diversi esperti hanno partecipato alla conferenza, insieme alla crescente comunità di addetti alla produzione additiva del continente. L’evento è stato avviato da Stewart Lane, General Manager della divisione vendite del Regno Unito presso Renishaw e presidente del CECIMO Additive Manufacturing Working Group. Nelle sue osservazioni iniziali, ha incoraggiato i responsabili politici ad adottare un atteggiamento lungimirante nei confronti dell’industria in Europa.

“È importante applicare cautela nell’introdurre una legislazione in un settore in crescita come la produzione additiva”, ha affermato. “Abbiamo bisogno di mantenere condizioni quadro favorevoli”.
L’eurodeputato Ivan Stefanec (PPE) concorda sul fatto che sia necessario un approccio prudente alla regolamentazione e sottolinea l’importanza della ricerca.

“Dobbiamo evitare di ostacolare l’innovazione”, ha affermato. “Le stime dicono che la stampa 3D potrebbe avere un impatto fino a $ 550 miliardi all’anno entro il 2025. Credo che sia molto importante che l’UE sostenga le attività di ricerca dell’industria”.
Nonostante la cautela sulla regolamentazione, l’importanza degli standard non è stata ignorata. L’eurodeputata Dita Charanzová (ALDE) ha affermato che dovrebbero essere sviluppati solidi standard europei prima di cercare la loro adozione internazionale. Ha anche commentato che l’Europa soffre di una mancanza di competenze tecnologiche rilevanti nel mondo del lavoro – un ritornello comune in tutto il mondo, come la stampa 3D e altre tecnologie avanzate si sviluppano rapidamente, lasciando educatori e esperti di sviluppo professionale arrampicarsi per tenere il passo.”Avremo bisogno di avviare programmi educativi completamente nuovi per creare la forza lavoro competente”, ha detto.
L’eurodeputata Mady Delvaux-Stehres (S & D) ha parlato del quadro esistente in materia di diritti di proprietà intellettuale e responsabilità sulla produzione additiva in Europa e ha osservato che gli spazi industriali e di consumo dovrebbero essere chiaramente differenziati. Ha assicurato che il Paliament sta effettivamente adottando un approccio prudente nei confronti delle norme sulla regolamentazione e sulla responsabilità del prodotto nell’industria manifatturiera.

“Credo che la struttura esistente possa adattarsi alla stampa 3D”, ha affermato.
Mentre AMEC si concentrava sull’Europa, parallelismi erano anche tracciati tra l’industria del continente e quella dei concorrenti internazionali. Quando si discute della stampa 3D e di altre tecnologie di produzione avanzate, emergono temi comuni, indipendentemente dal luogo: la standardizzazione è importante senza eccessiva regolamentazione e l’istruzione e la formazione sono fondamentali per lo sviluppo di una forza lavoro in grado di tenere il passo con la tecnologia che avanza rapidamente.

La conferenza è stata moderata da Frits Feenstra di TNO e Benjamin Denayer di Sirris .

Be the first to comment on "Conferenza europea sulla produzione additiva (AMEC), che si è svolta il 21 giugno di CECIMO"

Leave a comment