Con la moto Lunar Project Carboni e Metalli vince il premio per la motocicletta custom con parti stampate in 3D in fibra di carbonio e titanio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Startup Carboni e Metalli vince il premio per la moto custom con parti stampate in 3D in fibra di carbonio e titanio
Il fornitore di servizi AM Beam-IT ha fornito le parti metalliche stampate in 3D per la moto Lunar Project

Carboni e Metalli, una startup innovativa con sede nel cuore della Motorvalley italiana, ha lavorato con il fornitore di servizi AM in metallo Beam IT per creare una motocicletta concept radicale utilizzando diverse parti metalliche stampate in 3D. Chiamato Lunar Project, in omaggio ai successi delle missioni Apollo, la moto è stata presentata ai Wildays in Italia nel 2019 e ha portato a casa il premio “BEST OF SHOW” per la migliore motocicletta.

La stampa 3D di parti di motociclette con la tecnologia aerospaziale AM ​​non è un concetto completamente nuovo, nel 2018, quindi la controllata Airbus (successivamente acquisita da Premium AeroTEC) APWORKS ha utilizzato Metal AM per creare la prima motocicletta stampata in 3D nel 2016 . Quella, tuttavia, era una motocicletta elettrica, che presenta meno (o diverse) sfide rispetto all’integrazione di AM in un sistema a motore termico. Notevole anche il più recente e splendido Fuller Moto 2029 . Tuttavia, questo è un prodotto altamente personalizzabile, quasi un’opera d’arte. Il progetto di Carboni e Metalli è più accessibile e più vicino alla produzione reale, integrando non solo il metallo AM ma anche i compositi.

“Nel 1969, l’umanità ha prima calpestato la Luna. Ora, 50 anni dopo, volevamo rendere omaggio a questo risultato storico facendo quello che facciamo meglio in questa parte del mondo: combinando materiali unici e tecnologie avanzate con artigianato artigianale e design appassionato ”ha dichiarato Massimo Bercella, cofondatore di Carboni e Metalli. Michele Antolotti, l’altra metà dell’azienda e direttore generale di Beam IT, ha aggiunto che “La nostra impronta è sui processi di produzione ad alta tecnologia e volevamo mostrare l’impatto delle tecniche legate allo spazio in un mercato tradizionale come quello delle motociclette”.

La bici Lunar Project si basa su un vecchio KTM 250GS. La bici è stata reinventata con un approccio futuristico, combinando dettagli vintage come un telaio in acciaio e un enorme motore a 2 tempi, con le tecnologie più avanzate attualmente disponibili sulla Terra, come compositi in fibra di carbonio e parti metalliche prodotte in modo additivo, in applicazioni strutturali come un telaio ausiliario in fibra di carbonio, il primo forcellone posteriore in fibra di carbonio e titanio stampato in 3D, e la forcella anteriore in alluminio stampato 3D monta solo per citarne alcuni.

“Questo progetto è una dichiarazione: volevamo dimostrare che anche un prodotto maturo come una motocicletta può essere innovato applicando tecnologie spaziali e libertà di progettazione” ha concluso il duo. “Il ritorno tecnologico dal programma Apollo è stato enorme e abbiamo sentito l’impulso di fare la nostra parte per celebrare la più grande conquista nella storia dell’umanità, ora che siamo all’alba di una nuova era di esplorazioni spaziali. Vincere il Best of Show Award è arrivato inaspettato e ci motiva ai prossimi passi ”.

La società presenterà ora la moto in occasione di una serie di eventi durante il 2019, lavorando attivamente a diversi nuovi progetti.

Be the first to comment on "Con la moto Lunar Project Carboni e Metalli vince il premio per la motocicletta custom con parti stampate in 3D in fibra di carbonio e titanio"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi