Come HP ha ottimizzato la stampante 3D Jet Fusion 5210 con la tecnologia gemella digitale di Siemens


La tecnologia doppia digitale è stata utilizzata per migliorare l’efficienza del flusso d’aria della stampante 3D del 22%

Stampanti 3D Stampa 3D Stampanti 3D: sta davvero accadendo. E sebbene non sia un fenomeno del tutto nuovo, ora disponiamo di maggiori dettagli su come HP non sta solo utilizzando i propri sistemi Jet Fusion per stampare parti 3D per nuove macchine, ma come questo approccio alla produzione ha consentito di risparmiare tempo e risorse dell’azienda.

Secondo un post di Linkedin pubblicato da Jan Mrosik, COO di Digital Industries presso Siemens , la sua azienda ha lavorato a stretto contatto con HP per ottimizzare il sistema di ventilazione per la nuova serie di stampanti 3D Jet Fusion 5210 di quest’ultima utilizzando la tecnologia gemella digitale e la tecnologia di stampa 3D di HP. Questo processo di sviluppo ha comportato tempi di sviluppo molto più rapidi, costi di produzione ridotti fino al 35% e una parte con prestazioni migliori.


Come ogni tecnologia o macchina di produzione, una parte fondamentale di una stampante 3D ben funzionante è il suo sistema di raffreddamento. Quando ha sviluppato la sua nuova stampante 3D Jet Fusion 5210, rilasciata all’inizio di quest’anno, HP ha voluto assicurarsi che fosse dotata del miglior sistema di ventilazione possibile.

Per raggiungere questo obiettivo, ha collaborato con Siemens per ottimizzare il sistema di ventilazione utilizzando la tecnologia gemella digitale. Utilizzando il software gemello digitale, le aziende sono state in grado di simulare e analizzare da vicino i modelli di flusso d’aria con il design della ventilazione e infine di utilizzare tali dati per generare un sistema di ventilazione con topologia del canale di raffreddamento ottimizzata. Alla fine, Siemens e HP sono stati in grado di fornire un sistema di ventilazione con un aumento del 22% dell’efficienza del flusso d’aria.

Il sistema di ventilazione ha inoltre consentito al nuovo modello di stampante 3D HP di raggiungere velocità di stampa fino al 15% più veloci rispetto ai sistemi precedenti, senza alcun rischio aggiuntivo di surriscaldamento.

Da quattro mesi a quattro settimane
Più che un miglioramento delle prestazioni, l’approccio del gemello digitale ha consentito ad HP di ridurre drasticamente i tempi di sviluppo del nuovo sistema di ventilazione, da quattro mesi a sole quattro settimane.

Sistema di ventilazione Siemens HP Digital Twin

Come accennato, il componente ottimizzato è stato sviluppato anche al fine di produrlo in definitiva utilizzando la nuova serie di stampanti 3D HP, che crea nuovi vantaggi in termini di efficienza. Ad esempio, stampando in 3D la parte utilizzando la propria tecnologia (con il supporto delle soluzioni software digitali di Siemens), HP potrebbe risparmiare fino al 35% nei costi di produzione della parte.

Twinning digitale

Guardando questo particolare caso di studio, la tecnologia del gemello digitale ha consentito ad HP non solo di migliorare le prestazioni della sua macchina, ma di trasformare completamente il processo di sviluppo delle parti. Mrosik evidenzia un esempio specifico di come le capacità gemelle digitali di Siemens hanno affrontato molteplici aspetti del processo di sviluppo e produzione:

“Al fine di conservare le risorse durante la produzione, il software calcola automaticamente il riempimento ideale dello spazio di installazione”, scrive. “Oltre alla capacità e al consumo di materiale, deriva anche le esigenze del personale, facilitando così il ridimensionamento di grandi volumi di ordini.

“Se è noto il volume di produzione di uno scenario di ordini futuri, la produzione può essere simulata in anticipo: il programma calcola tutti i vari aspetti rilevanti per una produzione efficiente, incluso il numero di stampanti e veicoli a guida automatica (AGV) richiesti, nonché il disposizione e distanza ideale tra le singole macchine. Successivamente, durante la produzione in serie, il sistema operativo MindSphere IoT monitora meticolosamente il processo di stampa e il fatto che tutti i dati raccolti vengano considerati in tempo reale garantisce flussi di lavoro di produzione fluidi. “

L’esempio impressionante di come la tecnologia digitale gemella, e in particolare le soluzioni personalizzate Digital Enterprise di Siemens, hanno consentito ad HP di migliorare la sua tecnologia e produzione di stampa 3D, sarà presentato questa settimana all’MTC3 di Monaco, in Germania.

Be the first to comment on "Come HP ha ottimizzato la stampante 3D Jet Fusion 5210 con la tecnologia gemella digitale di Siemens"

Leave a comment