Come Bruno Vespa la polizia di Hong Kong e i plastici dei delitti stampati in 3d Liguori

Bruno Vespa al confronto è un dilettante : la polizia di Hong Kong utilizza la stampa 3D per replicare in maniera  dettagliata le scene del crimine con dei plastici.

La polizia di Hong Kong intende combattere il crimine con le tecnologie di stampa 3D  e per farlo stampa in 3D modelli di scene del crimine, per essere utilizzati nelle loro indagini.

L’unità di supporto della polizia di Hong Kong è stata fondata nel 1988, e nel corso degli anni ha costruito un totale di 18 modelli in scala diversi di edifici e velivoli. Questi modelli forniscono una chiara visualizzazione di particolari situazioni e degli ambienti in cui essi hanno avuto luogo. Un omicidio con colpi di pistola a Kowloon Bay nel 2014, un incidente in mongolfiera nel 2013, e una situazione di ostaggi nel 2010 su un autobus a Manila sono solo tre degli incidenti le cui indagini hanno . richiesto la costruzione di questi modelli in scala. Secondo l’anziano ispettore Chan Shun-wai, la costruzione di un modello a mano può richiedere fino a una settimana per essere completato. Questo processo può essere notevolmente accelerato con l’aiuto delle stampanti 3D appena acquistate.

La stampa 3D consentirà il  rendering della architettura di un luogo particolare da raggiungere molto più rapidamente che con il lavoro manuale, e questo è un vantaggio chiave che Chan, un laureato in studi architettura, riconosce. “Abbiamo bisogno di stampanti per costruire strutture complesse per mostrare la precisione dell’architettura”, dice. L’esempio che cita è lo scontro a fuoco mortale in Fa Yuen Street nel 2011, in cui nove persone tragicamente hanno perso la vita. L’indagine ha richiesto la riproduzione di ogni edificio e presenza stradale della zona .

Oltre ad aiutare con le indagini, i modelli in scala che sono prodotte dal gruppo di supporto conferenza anche svolgono un ruolo cruciale in aula. Essi consentono ai giudici di capire meglio il layout di una scena del crimine, e i dettagli di testimonianze dei testimoni possono essere facilmente testati ed esaminati. L’unità costruisce anche modelli che vengono utilizzati da squadra antiterrorismo di Hong Kong, al fine di pianificare possibili scenari e fornire informazioni sugli incidenti.

Anche se i vantaggi dell’ utilizzare la tecnologia 3D per queste situazioni appare evidente, Chan ha ancora dei dubbi sulla misura in cui essa può sostituire la manualità. “Il prodotto finito realizzato dalla stampante è semplicemente un pezzo di plastica”, dice, sottolineando la necessità di una opera ulteriore fatta da mani umane al fine di ricreare perfettamente lo scenario. Le sue riserve sono condivise da funzionario responsabile dell’unità di supporto briefing, Ku-Chin Pang. Alla domanda se una immagine del computer in realtà virtuale 3D potrebbe funzionare meglio di un modello in scala reale , ha messo in dubbio la capacità di un testimone di ricordare in modo affidabile la propria posizione utilizzando solo questa rappresentazione non fisica.

Anche se queste osservazioni possono essere valide, si potrebbe dire che il costo attuale e la complessità della stampa 3D, quando usata in tali progetti su piccola scala come questo potrebbe essere limitante viste le sue potenziali applicazioni. Poiché la stampa diventa sempre più accessibile, e in particolare per l’uso in combinazione con la scansione 3D diventa una soluzione più praticabile, il potenziale per costruire ricostruzioni dettagliate di qualsiasi situazione o ambiente potrebbe migliorare rapidamente. Potremmo alla fine vedere l’implementazione della tecnologia 3D nel lavoro della polizia come un fatto quotidiano, e questa tecnologia di cui siamo così entusiasti potrà contribuire in silenzio a mantenere le nostre strade sicure.

Be the first to comment on "Come Bruno Vespa la polizia di Hong Kong e i plastici dei delitti stampati in 3d Liguori"

Leave a comment