Christian Haecker di Oerlikon

Il Dr. Christian Haecker di Oerlikon parla dell’adozione, dei materiali e del perché di AM è il momento di entrare in “modalità realtà”
Oerlikon si prepara a ospitare la terza edizione della conferenza tecnologica di Monaco sulla produzione additiva (8–10 ottobre)
Benedict O’Neill Benedict O’Neill 2 ottobre 2019 0 231 3 minuti di lettura
Christian Haecker Oerlikon

MTC3, la terza edizione della conferenza tecnologica di Monaco sulla produzione additiva, inizierà la settimana prossima e il suo iniziatore e co-conduttore, il gruppo industriale svizzero Oerlikon , sta ponendo grandi domande su AM. Qual è lo stato dell’industrializzazione della produzione additiva? Quali settori stanno adottando AM ai tassi più rapidi e perché hanno avuto successo? Come guidiamo l’adozione altrove?

Per discutere lo stato del settore oggi, abbiamo parlato con il Dr. Christian Haecker , capo dell’Industrializzazione AM di Oerlikon AM , su cosa funziona e cosa no quando si porta AM ad adottare settori.

Superare la resistenza all’AM
Ci sono state molte storie di successo nell’industrializzazione dell’AM, dalla medicina all’aerospaziale. Tuttavia, la strada per l’adozione non è sempre agevole. Gli sviluppatori di tecnologie e materiali AM possono trovare le loro offerte una vendita difficile, anche quando i potenziali benefici sono evidenti.

“Vedi ancora resistenza in diversi settori e gruppi”, spiega il dott. Haecker. “I giovani, che possono aver toccato le nuove tecnologie nelle università o durante i programmi di apprendistato, sono più aperti a loro. Ma se si guardano settori diversi, si hanno normative diverse. Quindi c’è una resistenza naturale, motivo per cui le nuove tecnologie hanno difficoltà all’inizio. “

Questa resistenza naturale non è un problema in sé e per sé. Ciò che può essere una sfida, tuttavia, è la successiva risposta da parte AM.


Secondo Haecker, AM ha bisogno di allontanarsi dall’evangelizzazione della propria tecnologia (anche gli elementi “fantasiosi” come l’estetica dovrebbero prendere un posto indietro) e concentrarsi invece su come la sua tecnologia può servire ad utenti specifici. “Dobbiamo comprendere le esigenze degli utenti e fornire loro soluzioni”, afferma Haecker. “Dobbiamo dire loro come gli additivi possono aiutare ed essere competitivi rispetto alle tecnologie esistenti.”

In generale, AM è utile se e quando offre una proposta di valore. E fortunatamente, Haecker sta vedendo molti segnali incoraggianti, attraverso il suo lavoro con i partner e i clienti di Oerlikon, che le aziende stanno andando nella giusta direzione.

Alcune di queste aziende, che Haecker definisce i “campioni segreti” della sfera AM, stanno investendo nello sviluppo, nella progettazione e nella formazione per un portafoglio di prodotti di piccole dimensioni e escogitando casi d’uso tangibili per i loro prodotti, il tutto mantenendo un profilo relativamente basso. Molti non pubblicano nemmeno aggiornamenti sul loro lavoro, dice l’esperto di Oerlikon, ma dovrebbero emergere “in due o tre anni” con una proposta di valore chiara e dimostrabile. “C’è un movimento [per un tale approccio]”, dice. “Non è solo l’inizio; è in corso e va nella giusta direzione. “

Turbomacchine e Oil & Gas aprono la strada
Sulla gamma di settori che contribuiscono all’industrializzazione di AM, Haecker è ugualmente positivo, vedendo applicazioni ponderate di AM ovunque dall’industria spaziale, dalle turbomacchine al petrolio e al gas. “Queste persone capiscono quello che fanno”, dice. “Anche nell’upstream [esplorazione e perforazione petrolifera, ecc.], Ci sono elementi additivi. Perché queste persone sono guidate dalla tecnologia: comprendono che possono trarre vantaggio se cambiano in modo significativo un design, lo adattano, passano al design funzionale. Hanno fatto alcune mosse difficili. “



Per ogni settore, tuttavia, esiste una gamma diversa di prodotti e servizi AM adatti – e da nessuna parte questa diversità è più evidente che nel mercato dei materiali AM.

Haecker, che ha lavorato su tutta la gamma di materiali AM, dalla prototipazione dei polimeri alla metallurgia, osserva come materiali diversi hanno preso piede in diversi settori. La medicina rimane quasi totalmente interessata al titanio, le aziende aerostrutturali guardano al titanio e alle leghe di alluminio super-resistenti, mentre i produttori di turbomacchine prediligono le superleghe di Inconel e i cromo-cobalto. Il settore spaziale, nel frattempo, utilizza vari metalli come alluminio, Inconel ma anche rame di recente. Le leghe ad alta entropia potrebbero avere un futuro importante in diversi settori.

La vera storia di AM
Detto questo, Haecker è cauto nell’esagerare i benefici di nuovi materiali e tecnologie e torna al suo punto precedente di non “evangelizzare” AM.

“Dobbiamo capire che quando spingiamo la tecnologia, non stiamo necessariamente aiutando l’industria AM”, afferma. “Ogni volta che spingiamo, dobbiamo fornire un nuovo processo e materiale stabilizzati ai nostri clienti di fiducia. Se ti viene in mente una lega super fantasiosa, è un nuovo materiale con nuove caratteristiche. Quindi devi convincere il cliente a cambiare il design della sua costruzione e costruire proprietà e materiali ammissibili. “



Per Oerlikon, la battaglia tra un successo cauto e dimostrabile e una costante innovazione costituisce il tema principale del prossimo evento MTC3, che si definisce come “Un controllo della realtà” per AM. Per quanto inquietante possa sembrare, è davvero una buona cosa.

“Con l’additivo, siamo in questa fase in cui è la” modalità realtà “”, spiega Haecker. “In primo luogo, dobbiamo fare il nostro lavoro. Sì, è bello sognare nuovi argomenti e nuove cose, e abbiamo un sacco di “sognatori” che influenzeranno il prossimo decennio di AM, ma ora dobbiamo essere in un modo in cui realizziamo le cose. In questi casi di test determiniamo i tassi di adozione. Facciamo bene quando ci concentriamo su questi casi per dimostrare che questo funziona e questo dà un vantaggio, e in questo modo i tassi di adozione aumenteranno ”.

Be the first to comment on "Christian Haecker di Oerlikon"

Leave a comment