Chris e Nick Fryer gemelli con la distrofia muscolare esperti di stampa 3d creano il MESH

Abbiamo visto tanti esempi toccanti di ciò che la la stampa 3D può fare per i disabili, ma vedere delle persone disabili che utilizzano direttamente  delle stampanti 3D per sé è piuttosto raro. Questo è esattamente ciò che stanno facendo due gemelli australiani  Chris e I gemelli australiani Chris and Nick Fryer disabili e il Mesh 01Nick Fryer, di Melbourne . Non solo sono la coppia è diventata esperta di stampa 3d , ora hanno anche aperto  uno  spazio 3D makers il MESH (abbreviazione di Suburbs Melbourne Eastern hacker) in cui altre persone disabili possano conoscere ciò che le stampanti 3D possono fare per loro.
AI gemelli identici è stata diagnosticata la distrofia muscolare all’età di otto anni. Entrambi hanno un ceppo particolarmente invalidante e letale di quella terribile malattia, il ceppo Duchenne che attacca in modo rapido il tessuto muscolare e sempre provoca la morte prematura. In effetti, a Chris e Nick hanno detto che non avrebbero vissuto più dei dei 21 anni.
Tuttavia, i gemelli ora hanno  37 anni e si affidano alla tecnologia per estendere e arricchire la loro vita, per quanto possibile. Purtroppo la loro mobilità è oramai ridotta solo alla bocca e alle punte delle dita, ma la tecnologia gioca un ruolo importante nel sostenere la loro visione positiva della vita e sentono sinceramente che la tecnologia ha restituito una parte dellaloro vita e e della loro dignità, come spiegano ai media australiani.
Entrambi  costantemente  progettano e creano  ogni sorta di piccoli componenti   per rendere più facile la propria vita.   ‘Siamo sempre stati interessati alla tecnologia, anche quando eravamo molto giovani,’ ha spiegato Nick. ‘Quando ero piccolo, mio ​​padre mi ha insegnato come fare aeromodelli con la  balsa e la colla, e la mia disabilità  mi ha privato di questa capacità, ma ora la tecnologia mi restituisce queste capacità. Posso disegnare oggetti  sul computer e stamparli sulla mia stampante 3D ed è fantastico. ‘
La tecnologia è stata un salvavita per entrambi. Quando la loro malattia ha raggiunto livelli critici intorno all’età di 21 anni – quando la maggior parte dei loro muscoli hanno perso forza e anche i loro polmoni erano a malapena utilizzabili – la madre Jenny convinto i medici a fare una costruzione basata su un ventilatore insolito per evitare l’asfissia nel sonno. Nick ricorda che i medici erano lenti ad adottare la tecnologia di ventilazione già collaudata, ma per fortuna il loro medico Michelle Caldecott ha progettato una macchina che ha salvato le loro vite. Entrambi i fratelli sono convinti che sia questo il segreto dietro la loro relativamente lunga vita.

Ora  i fratelli stanno lavorando su piccole innovazioni tecnologiche per tutto il tempo, destinate a migliorare la loro vita, per quanto possibile, infatti, i fratelli operano con i loro computer attraverso dei piccoli  dispositivi digitali stampati in 3d che sono stati attaccati alla loro scrivania, per ridurre l’affaticamento dei loro muscoli indeboliti, almeno per quanto possibile. Varie aggiunte fatte in casa alle loro sedie a rotelle, per  aumentare il sostegno muscolare, sono anche stati fatte di propria iniziativa. ‘
E dopo aver visitato un gruppo di amministratori locali, i fratelli sono ancora convinti di poter usare le loro abilità di stampa 3D per aiutare quante più persone possibile. Hanno quindi iniziato MESH  che  immaginano come il movimento di un creatore di ‘riabilitare’ i disabili. ‘Penso che molte persone disabili non conoscano nemmeno queste potenzialità,  ha spiegato Nick. ‘Quello che vogliamo fare è di consentire alle persone con disabilità di progettare e creare le cose per se stessi. In passato era praticamente impossibile per uno come me  fare davvero qualcosa di fisico, ma ora con i computer, computer-aided design e le stampanti 3D è diventato relativamente facile. ‘
Prendendo la propria vita e le esperienze come esempio, i  fratelli credono che possono estendere ulteriormente l’aspettativa media di vita delle persone disabili la attraverso la tecnologia di stampa 3D. ‘Alla fine la tecnologia eliminerà la disabilità, si possono già vedere progressi negli esoscheletri e nelle protesi , ci sono settori in cui è la tecnologia ad aiutare le persone disabili  anzi in alcuni casi è in grado di eliminare totalmente la disabilità ,’ Nick sostiene. ‘Questo è quello che voglio promuovere. Con la robotica e tutta la tecnologia in fase di sviluppo, è possibile sconfiggere la disabilità ‘.
MESH è appena nato ma invita i responsabili di qualsiasi (dis) abilità nell’area di Melbourne ad  unirsi a loro e contribuire a sviluppare creazioni open-source  utili a disabili in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni e per contribuire alla causa otete visitare il sito di Mesh a questo indirizzo http://easthack.com

Be the first to comment on "Chris e Nick Fryer gemelli con la distrofia muscolare esperti di stampa 3d creano il MESH"

Leave a comment