Carolyn deVasto di BIOMODEX

Intervista a Carolyn DeVasto Global VP of Commercialization presso BIOMODEX

Gemelli d’organo, stampe 3D realizzate con scansioni TC, parti stampate in 3D che aiutano i medici ad allenarsi o eseguire interventi chirurgici complessi è qualcosa di cui sentiamo parlare tutto il tempo. BIOMODEX spera che vedremo molti più di questi casi negli anni a venire. La società con sede negli Stati Uniti e in Francia sta cercando di creare veri gemelli d’organo per un’ampia selezione di casi medici. Questo potrebbe cambiare la formazione medica e avere un impatto sulla pianificazione preoperatoria. Sperano anche di stampare in 3D queste repliche di organi in modo tale da percepire e interagire con il medico in modo realistico. Abbiamo intervistato   Carolyn deVasto s’ per scoprire quali sono i loro piani.

Cos’è BIOMODEX?

Siamo una società di tecnologia medica con sede a Parigi e Boston, utilizzando la tecnologia di stampa 3D per la produzione di gemelli di organo sintetico da immagini specifiche del paziente per la formazione avanzata del medico e la ripetizione paziente-specifica. I nostri gemelli di organo stampati in 3D con feedback tattile simili a quelli di un paziente, abbinati alle nostre stazioni offrono un’esperienza di allenamento clinico unica end-to-end.
Quando e perché hai iniziato con la stampa 3D?

La stampa 3D consente di produrre forme complesse, con precisione, ripetibilità e tempi di consegna brevi. Quando lavori in campo medico hai bisogno di tutto. C’era un’esigenza insoddisfatta nel fornire un modo realistico per i medici (persone di mani) di addestrarsi su organi che forniscano un feedback tattile simile a quello percepito durante un’operazione reale, che è estremamente importante. Con la modellazione FEA e l’utilizzo della stampa multi-materiale, che ci consente di controllare fino al livello micron del processo di produzione, siamo stati in grado di sfruttare la nostra tecnologia per interrompere la pratica clinica e l’esperienza.
Cos’è INVIVOTECH?

” INVIVOTECH è la nostra tecnologia brevettata per” funzionalizzare “la produzione additiva. I nostri algoritmi proprietari incorporano la biomeccanica dell’organo e del tessuto circostante, fornendo un feedback tattile realistico. ”

Come sono fatte queste parti?

“Il nostro processo è molto dettagliato. Innanzitutto, riceviamo i dati specifici del paziente dall’imaging medico, quindi utilizziamo una serie di programmi software per CAD, segmentazione, modellazione FEA e implementazione di INVIVOTECH … di prossima stampa 3D. Dopo la stampa, abbiamo una metodologia di post-elaborazione molto dettagliata per garantire la qualità e l’integrità di ogni stampa. ”

Chi li usa?

Oggi lavoriamo con aziende di dispositivi medici a livello globale. Possono addestrare i medici su come usare i loro prodotti e fare le prove di procedura specifiche del paziente. Abbiamo recentemente aperto il quartier generale degli Stati Uniti a Quincy, MA per servire meglio gli Stati Uniti e aumentare la nostra capacità di stampa poiché stiamo proiettando oltre 2000 organi da stampare globalmente nel 2019. In futuro, la nostra visione è di lavorare direttamente con ospedali e medici per migliorare la pratica di pianificazione pre-operatoria.
Qual è il vantaggio di usarli?

Un enorme elemento di differenziazione per noi è il feedback tattile a causa di INVIVOTECH, i medici lo adorano. Forniamo inoltre l’esperienza più rilevante dal punto di vista clinico, consentendo ai medici di utilizzare la nostra soluzione in laboratorio sotto fluoroscopia e in alcuni casi utilizzando TEE (ecocardiografia transesofageo) o ICE (ecografia intrafasica). L’industria lo adora perché è compatto, portatile e facile da usare.
Che tipi di parti hai?

Oggi ci concentriamo sull’Erorragic Stroke nello spazio neurovascolare e sulla chiusura dell’appendice atriale sinistra nello spazio strutturale del cuore con altro a venire …
 La tecnologia di BIOMODEX è una piattaforma in grado di indirizzare qualsiasi indicazione clinica in cui le mani sull’allenamento e le prove preoperatorie sono fondamentali.
Cos’è una stazione?

La stazione è il punto in cui è collegato l’organo gemello stampato in 3D. Ogni stazione è sviluppata per fornire la simulazione del sangue (stessa densità, viscosità e temperatura del sangue) e l’accesso alla regione di interesse stampata in 3d. Abbiamo prestato particolare attenzione alla creazione di una soluzione compatta, portatile e rapida da installare e smontare … così facile da far funzionare a 8 anni!
Come vedi evolvere il futuro del tuo mercato?

La nostra visione futura riguarda il miglioramento della sicurezza delle procedure e dei risultati clinici, rivoluzionando la pianificazione preoperatoria. Il paziente è il nostro obiettivo, quindi in futuro ogni volta che un medico riterrà utile sarà in grado di utilizzare BIOMODEX per testare una procedura e sviluppare la strategia migliore per il paziente e la sua anatomia specifica.
Perché dovrei scegliere con cui lavorare?

Oggi abbiamo rivoluzionato la formazione, domani faremo lo stesso per la pianificazione preoperatoria. Potresti scegliere di lavorare con noi a causa della nostra innovazione, competenza clinica, tempi di consegna rapidi, servizio e specialisti clinici sul campo, ma alla fine della giornata dovresti scegliere di lavorare con noi perché siamo entrambi d’accordo sul fatto che si tratta solo del paziente !

Be the first to comment on "Carolyn deVasto di BIOMODEX"

Leave a comment