Carima DLP im-j la stampante 3d a tecnologia C- Cat adatta alla gioielleria

Carima presenta la  stampante 3D DLP im-j con sorgente luminosa LED UV che dura 20 mila ore.

Carima  stampante 3d DLP  im-j 02Si tratta di una battaglia ideologica oramai e riguarda la stampa 3d a resina : meglio la più costosa stampa SLA 3D, o la più economica stampante DLP 3D – che dispone di una fonte di luce che ha però bisogno di essere sostituita dopo alcune migliaia di ore di utilizzo ? Quando le altre caratteristiche sono quasi esattamente le stesse, può essere una scelta difficile da fare.

Ma questo potrebbe non essere più un problema nel prossimo futuro,  visto che  la Carima del Corea del Sud  ha appena presentato la stampante DLP 3D im-j, con una sorgente di luce UV LED che può durare 20.000 ore – dalle  quattro alle  sette volte di più rispetto ad altre fonti di luce DLP.

Carima è un produttore di stampanti 3D della Corea del Sud. Fondata nel lontano 1983 e si occupava di strumenti ottici, la loro attenzione si è spostata sulle stampanti 3D  pochi anni fa. Hanno sviluppato la loro prima stampante 3D industriale (Master) nel 2009, facendo affidamento sulle proprie tecnologie ottiche. L’anno scorso, hanno presentato la molto interessante tecnologia C-CAT  di stampa 3D a Euromold 2015, tecnologia usata nella stampante DLP 3D im-j. In poche parole, combina stampa 3D ad alta velocità con un eccellente livello di dettaglio  DLP. A seconda di chi mettiamo a confronto con la tecnologia C-CAT (Carima-Continuous Additive 3D Printing Technology) è teoricamente in grado di essere fino a 400 volte più veloce rispetto alle stampanti DLP 3D esistenti.

Carima non ha specificato  la velocità della stampante DLP 3D im-j, ma la combinazione della tecnologia  C-CAT con una sorgente luminosa di lunga durata rende la stampante molto interessante . Carima ha volutamente  presentato la stampante 3D all’ Hong Kong Jewelry Show 2016, in quanto la macchina è stata specificamente progettata per il design dei gioielli. Stanno  spingendo per entrare nel mercato della gioielleria di Hong Kong. A tal fine, l’evento di Hong Kong era ovviamente il posto giusto dove essere. SI è tenuto  la settimana scorsa, ed è il più grande evento di gioielleria in tutto il mondo e ha attirato più di 2.500 aziende provenienti da tutto il mondo, così come 320.000 visitatori provenienti da Asia, Europa e Stati Uniti. (A Vicenza gli fischiano le orecchie ).

Certamente sembra essere una buona opzione per il design della gioielleria. Unire la velocità teorica della tecnologia C-CAT (fino a 1 cm / minuto) con una buona risoluzione di 50 micron, un pannello touch e un sistema operativo user-friendly che aiuta gli utenti meno esperti, di che altro avete bisogno? Con una durata di vita 20 mila ore per la sua sorgente di luce LED UV, che sicuramente non avrà bisogno di frequente manutenzione il cerchio si chiude. La società ha inoltre dichiarato che la macchina può essere utilizzata anche con la resina a cera per la fusione diretta, rendendo più semplice la creazione di gioielli in metallo .

Secondo Carima, la folla di Hong Kong è rimasta  molto impressionata dalla  macchina, che  inizialmente sarà commercializzata nel mercato asiatico.

 

Be the first to comment on "Carima DLP im-j la stampante 3d a tecnologia C- Cat adatta alla gioielleria"

Leave a comment