Carbon raccoglie 200 milioni di dollari di finanziamento per portare la stampa 3d in produzione

Carbon annuncia  200 milioni di finanziamento nel quarto round della serie. Il finanziamento serve per scalare la stampa 3D nella produzione
Carbon, una start-up che produce stampanti 3D super veloci per la produzione e il design, ha annunciato oggi la prima chiusura con un aumento totale di  200 milioni nel finanziamento di serie D.

Il finanziamento è supportato da un mix di investitori che si allinea direttamente con la direzione strategica dell’azienda: le istituzioni finanziarie globali Baillie Gifford (Scozia), Fidelity Management & Research Company (USA) e ARCHINA Capital (HK); i partner strategici del settore Hydra Ventures (il braccio di ventura delle imprese di adidas), GE Ventures e JSR Corporation; ed Emerson Elemental (la pratica ambientale di Emerson Collective). Il finanziamento è sostenuto anche dagli attuali investitori, tra cui Sequoia Capital, Silver Lake Kraftwerk e Reinet Investments. Gli altri investitori dovrebbero essere resi noti all’inizio del 2018.

Carbon intende utilizzare i fondi per accelerare i piani di espansione globali e la roadmap dei prodotti, e raddoppierà il suo profondo impegno per consentire ai clienti di passare alla produzione di massa del digitale reale su larga scala.

“L’era della produzione 3D digitale è qui e questo finanziamento – con questo incredibile gruppo di investitori finanziari globali, clienti e partner – convalida la nostra visione per cambiare radicalmente il modo in cui il mondo progetta, ingegnerizza, produce e distribuisce prodotti”, ha affermato il dott. Joseph DeSimone, CEO e co-fondatore di Carbon.

“Questo finanziamento ci aiuterà a realizzare nuove classi di lavoratori e modelli di business, in cui la progettazione e l’ingegnerizzazione del prodotto sono facilitate dall’informatica basata su cloud e da una vasta gamma di tecnologie di scansione, sensori e simulazione che consentono di creare perfettamente sintonizzati – anche personalizzati – prodotti che prima erano impossibili da produrre “.

Fondato nel 2013, il nuovo approccio di Carbon combina hardware connesso e incentrato sui dati con aggiornamenti software over-the-air e materiali innovativi, consentendo ai creatori di realizzare prodotti finiti in minor tempo e senza sprechi. Consente agli utenti di progettare e produrre prodotti precedentemente non controllabili, sia economicamente che a livello di massa.

“Ci siamo ispirati all’impegno di Carbon nell’innovazione di catene di fornitura sostenibili dal punto di vista ambientale, smaterializzando e riducendo al minimo i flussi di rifiuti, mentre scaliamo i motori di produzione additiva in grado di supportare la crescita economica nelle comunità di tutto il mondo”, ha affermato Andy Karsner, Managing Partner di Emerson Elemental. “Vediamo il potenziale per consentire una nuova classe di lavoratori e strumenti per le opportunità del 21 ° secolo che rafforzano le nostre comunità e l’ambiente”.

“Riteniamo che la tecnologia di sintesi della luce digitale di Carbon svolgerà un ruolo cruciale nella trasformazione della produzione in più settori industriali, in particolare in Giappone e nella regione Asia Pacifico in generale”, ha affermato Nobu Koshiba, Presidente di JSR Corporation.

Be the first to comment on "Carbon raccoglie 200 milioni di dollari di finanziamento per portare la stampa 3d in produzione"

Leave a comment