Carbon Performance ha realizzato una selezione di pinze dei freni stampate in 3D utilizzando la sua nuova piattaforma intelligente automatizzata proprietaria, SK3L370N.

CARBON PERFORMANCE SVILUPPA PINZE FRENO STAMPATE IN 3D SULLA NUOVA PIATTAFORMA SK3L370N

La società di tecnologia automobilistica britannica Carbon Performance ha realizzato una selezione di pinze dei freni stampate in 3D utilizzando la sua nuova piattaforma intelligente automatizzata proprietaria, SK3L370N.

La piattaforma SK3L370N genera automaticamente progetti eco-sostenibili per parti automobilistiche stampate in 3D utilizzando algoritmi autodidatti. Secondo Gilbert Peters, CTO di Carbon Performance, “Carbon Performance sta veramente democratizzando l’industria automobilistica rendendola accessibile per le case automobilistiche di ogni dimensione, dai giganti ai team indipendenti di start-up per sviluppare le auto di domani”.

“CREDO CHE SIA GIUNTO IL MOMENTO CHE IL POTENZIALE DELLA PRODUZIONE ADDITIVA E DELLA DIGITALIZZAZIONE SIA REALIZZATO NEL SETTORE AUTOMOBILISTICO E NEL SETTORE DEI TRASPORTI IN GENERALE.”

Meno di cinque anni, Carbon Performance sviluppa parti di automobili su misura utilizzando l’apprendimento approfondito e la produzione di additivi metallici. I suoi prodotti precedenti hanno incluso la fabbricazione di un montante a sospensione stampato in 3D per la sportiva Lotus Elise. Come risultato della sua collaborazione con l’organizzazione degli standard SAE International , l’azienda produce anche parti per le competizioni studentesche di Formula SAE e Baja SAE.

“Il volto della mobilità sta cambiando rapidamente con le auto elettriche che crescono al 59% e le auto autonome crescono al 37%”, afferma Carbon Performance, “ma per accelerare il passaggio verso il trasporto sostenibile, sono necessarie più aziende, soprattutto PMI e start-up per iniziare a sviluppare e costruire le macchine di domani. “

Per consentire ai produttori più piccoli di accedere all’industria automobilistica, è stato introdotto l’ecosistema SK3L370N basato su cloud. La piattaforma facilita lo sviluppo digitale di auto complete e singole parti e mira a eliminare costi proibitivi, capitale umano, risorse, tempo e requisiti infrastrutturali.

Le pinze dei freni vengono utilizzate per rallentare le ruote di un’auto utilizzando l’attrito con i dischi dei freni. Essendo una parte molto complessa, con margini di miglioramento delle prestazioni, le parti sono state precedentemente ridisegnate per la produzione additiva da Bugatti . A Carbon Performance, uno dei motivi principali per la riprogettazione dei calibri dei freni per la produzione additiva è il potenziale per migliorare la sostenibilità del prodotto, che si allinea facilmente con il coinvolgimento della società nel futuro di Autodesk’s Manufacturing britannico e l’ iniziativa Northern Powerhouse del governo britannico .

Rispetto alle loro controparti tradizionali, le pinze dei freni stampate in 3D della SK3L370N generate da Carbon Performance si dice siano più robuste e rispettose dell’ambiente grazie, in parte, alla loro ultra-leggerezza. Le pinze sono state progettate in vari modi per la Porsche GT3RS, la Ferrari 812, la Lotus Elise e la Tesla Model S.

Prendendo ulteriormente in considerazione il concetto, all’inizio del 2020 Carbon Performance ha in programma di lanciare una piattaforma elettrica autonoma interamente stampata in 3D utilizzando SK3L370N.

Be the first to comment on "Carbon Performance ha realizzato una selezione di pinze dei freni stampate in 3D utilizzando la sua nuova piattaforma intelligente automatizzata proprietaria, SK3L370N."

Leave a comment