Carbon L1 e Riddell i caschi da football americano

Oggi la società di tecnologia Californiana Carbon che usa la tecnologia CLIP ha svelato un nuovo sistema: la stampante Carbon L1.

La prima nuova stampante 3D della società da quando M2 è stata lanciata nel 2017 , la L1 fornisce un volume di costruzione più grande (da qui la “L”) e secondo quanto riferito “è progettata specificamente per la produzione immediata di volumi elevati”. Simultanea alla presentazione di questa macchina , la società ha anche annunciato Riddell , primo fornitore di attrezzature per il football americano, come primo cliente della L1.

L’industria della stampa 3D parla con Joe DeSimone, co-fondatore e CEO di Carbon, per saperne di più sulla nuova L1, sulla partnership con Riddell e sulla disponibilità della macchina.

Come con tutte le stampanti 3D di Carbon, la L1 funziona utilizzando la tecnologia Digital Light Synthesis (DLS) e la tecnologia CLIP (Continuous Liquid Interface Production).

Rispetto alla M1, la prima stampante 3D di Carbon, la L1 offre un’area di costruzione 10 volte più grande. Rispetto alla M2, che ha un’area di costruzione di 7,4 “x 4,6” x 12,8 “(189 mm x 118 mm x 326 mm), la L1 offre 5 volte l’area di costruzione. Le misure esatte della L1 al momento rimangono sconosciute, quindi non è chiaro attraverso quale asse, o combinazione di assi, il volume è stato espanso.

Nutrendosi delle affermazioni della “produzione immediata di volumi elevati”, la Carbon L1 ha un processo di produzione pronto dopo la preparazione del file; Stampa 3D; pulizia delle parti; cottura e garanzia della qualità.

“Tutte le funzioni menzionate” aggiunge DeSimone “sono [come con M2] separate e fatte attraverso i componenti di Speed ​​Cell (ovvero Part Washer, ecc.).”

Un’altra nuova caratteristica della L1 è che i prodotti devono essere convalidati da Carbon prima che siano stampanti 3D per garantire la qualità delle parti. La società sostiene che “gli L1 non sono destinati alla stampa per scopi generici”.

In termini di disponibilità, DeSimone commenta: “Per ora, la L1 è disponibile per i clienti su base limitata”

“Le aziende interessate alla L1 devono contattare il nostro team di vendita per ulteriori informazioni sul nostro processo di convalida. Se un cliente attuale soddisfa i nostri requisiti di convalida del prodotto, può acquistare un abbonamento L1. “

Tuttavia, aggiunge, “Non stiamo condividendo dettagli specifici sui prezzi in questo momento.”

Carbon collabora con Riddell

Riddell è la prima azienda annunciata pubblicamente da Carbon ad aver ottenuto la convalida L1. Come tale, l’azienda ha utilizzato il sistema per le fodere Precision-Fit stampate in 3D per il suo casco SpeedFlex Precision Diamond.

Come nel caso di altri prodotti custom fit, ad esempio solette e occhiali stampati in 3D , la vestibilità del casco SpeedFlex Precision Diamond è determinata dalla scansione 3D. Con questi dati Riddell è in grado di abbinare i contorni esatti della testa di un giocatore di football con un reticolo stampato 3D personalizzato.

Ogni reticolo, generato dal Carbon Lattice Engine, è composto da oltre 140.000 puntoni singoli, progettati per assorbire l’impatto e offrire un comfort eccellente a chi li indossa. Un rivestimento completo per il casco è composto da sette parti stampate in 3D individualmente.


Come nell’altra partnership sportiva lucrativa con adidas , il materiale utilizzato per i caschi Riddell è una resina fatta su misura.

Commentando la partnership, DeSimone dice all’industria della stampa 3D: “In Carbon crediamo fermamente nel potere della tecnologia per sbloccare innovazioni avanzate e risolvere problemi reali”

“L’annuncio di oggi della stampante Carbon L1 – che offre un’area di dimensioni maggiori di 10 volte rispetto al nostro rivoluzionario primo prodotto, la M1 – è una testimonianza dei continui investimenti che stiamo realizzando sulla nostra piattaforma e di come le innovazioni fondamentali in software, hardware e materiali consentono aziende come Riddell per realizzare prodotti che una volta erano ritenuti irremovibili “

“LA NOSTRA PARTNERSHIP CON RIDDELL RIGUARDA LA PROTEZIONE DI QUELLI CHE AMI ATTRAVERSO L’INNOVAZIONE, E IL RISULTATO È LA PROSSIMA GENERAZIONE DI PROTEZIONI PER LA TESTA PER GLI ATLETI”.

Thad Ide, Senior Vice President of Research and Product Development di Riddell, aggiunge: “Riddell è noto per la leadership nella protezione della testa. La nostra partnership con Carbon, il principale produttore digitale di Silicon Valley, rafforza il nostro impegno nel promuovere la protezione sul campo per i giocatori di calcio “

“Come il primo a utilizzare la produzione digitale nei caschi da football, Riddell continua la nostra leadership del settore abbracciando nuove e promettenti tecnologie e avanzando la nostra roadmap dell’innovazione oggi e nel futuro”.

Be the first to comment on "Carbon L1 e Riddell i caschi da football americano"

Leave a comment