Brad Strong il modello medico stampato 3D per ricostruire l’orbita dell’occhio

UC Davis Health Surgeons utilizza il modello medico stampato 3D per ricostruire l’orbita dell’occhio

I modelli medici stampati in 3D stanno migliorando il modo in cui i medici della UC Davis sono in grado di diagnosticare, trattare ed educare i pazienti, gli studenti di medicina e loro stessi sulle condizioni di salute, alcune delle quali possono essere piuttosto rare e difficili da trattare. La stampante 3D che i medici della UC Davis stanno utilizzando è la stampante desktop Ultimaker 3 Extended. Può produrre modelli stampati in 3D non solo del cranio, ma anche di altre parti del corpo.

“La chirurgia ricostruttiva facciale coinvolge un’anatomia complessa all’interno di un campo operativo estremamente stretto in cui manovrare i nostri strumenti”, ha affermato E. Bradley Strong, professore di otorinolaringoiatria specializzato in chirurgia ricostruttiva facciale. “Essere in grado di stampare un modello 3D ad alta risoluzione della lesione, ci consente di effettuare una pianificazione preoperatoria dettagliata e una preparazione più efficiente e accurata. Possiamo anche utilizzare questi modelli specifici per il paziente in sala operatoria per migliorare l’accuratezza del posizionamento dell’impianto “.

Strong e altri professionisti medici della UC Davis convertono le scansioni TC in dati 3D, che possono richiedere fino a un giorno per essere finiti . I modelli possono essere cruciali non solo per scopi didattici, ma anche per la quantità di tempo che risparmiano nella sala operatoria, una caratteristica che anche le compagnie assicurative stanno diventando più consapevoli.

“Non potevo guidare prima del mio intervento con il Dr. Strong”, ha detto Joseph Michael, che ha riacquistato la vista normale nell’occhio destro grazie al coinvolgimento di un complicato modello medico stampato in 3D. Il suo intervento chirurgico è durato per sette ore e mezza.

Il signor Michael è stato attaccato nella sua casa nel 2013 e ha subito lesioni alla sua presa orbitale dopo essere stato colpito in faccia. Nell’uso di un modello 3D, Dr. Strong è stato in grado di specchiare l’occhio sinistro per ricostruire quello giusto, ricostruendo anche l’orbita e lo zigomo.

“In generale, i miei amici quassù [a Grass Valley] e persino il mio oculista non possono credere alla differenza”, ha detto Michael. “il Dr. STRONG mi ha ridato la vista. “

L’uso di modelli stampati in 3D offre non solo un metodo aggiunto per la diagnosi dei pazienti, ma è anche uno strumento di formazione prezioso. Con i modelli specifici del paziente, i medici possono spiegare meglio ai pazienti e alle loro famiglie esattamente ciò che sta accadendo all’interno del corpo e delineare in 3D ciò che accadrà in chirurgia.

Gli studenti di medicina possono usare i modelli per imparare da, e i chirurghi esperti possono anche usare i modelli come guide per esercitarsi su procedure delicate e talvolta completamente nuove, oltre che usarle in sala operatoria.

“Con o senza un modello 3D, le incisioni chirurgiche del signor Michael sarebbero state molto simili”, ha osservato Strong. “Ma l’accuratezza della pianificazione pre-chirurgica e la precisione della flessione e del posizionamento degli impianti sono state notevolmente migliorate. Risparmia tempo e mi consente di essere più efficiente e prendere decisioni critiche prima di entrare in sala operatoria. “

La Scuola di veterinaria della UC Davis ha anche utilizzato modelli medici stampati in 3D per migliorare la qualità della vita degli animali , lavorando in collaborazione con il Dipartimento di ingegneria biomedica della UC Davis .

“C’è un grande valore nel lavorare insieme perché la medicina veterinaria è un po ‘più’ agile ‘sul lato dello sviluppo e dell’applicazione, ma i bisogni del paziente sono molto simili”, ha detto Denis Marcellin-Little , professore di chirurgia ortopedica di piccoli animali.

Il Laboratorio di Ingegneria Avanzata alla Medicina (TEAM) traduttore è stato responsabile per i modelli veterinari di stampa 3D, insieme a lavorare con il Dipartimento di radiologia oncologica della UC Davis nella produzione di boli, che sono fogli di pelle artificiale destinati ad aderire alle aree dove viene applicata la radiazione nei pazienti.

“Consentendo l’intricata anatomia di essere tradotta da dati computerizzati in repliche realistiche che i medici possono effettivamente contenere, analizzare e lavorare significa che sfidare gli enigmi medici diventerà molto più facile da risolvere”, ha aggiunto Lubarsky.

Be the first to comment on "Brad Strong il modello medico stampato 3D per ricostruire l’orbita dell’occhio"

Leave a comment